Tom's Hardware Italia
Apple

Apple AirPower, questa volta ci siamo: sul mercato a giorni

Secondo la testata DigiTimes, i fornitori della catena produttiva di Apple sono pronti a registrare un importante incremento dei ricavi grazie ad AirPower.

AirPower, la basetta per la ricarica wireless di Apple, è finalmente pronta ad arrivare sul mercato. Ne è convinta la nota testata DigiTimes, ma nelle ultime ore una serie di indizi avvalora questa tesi. Tra questi, il più importante è senza dubbio l’ottenimento, da parte del gigante di Cupertino, dei diritti sull’utilizzo del marchio. Secondo quanto riportato da MacRumors infatti, l’azienda guidata da Tim Cook sembra abbia dovuto fronteggiare un’altra società – chiamata Advanced Access Technologies – che aveva richiesto la registrazione del medesimo brand.

Criticità risolta comunque, tant’è che, secondo DigiTimes, l’arrivo sul mercato di AirPower sarebbe previsto a marzo inoltrato. La testata cita fonti interne alla filiera produttiva di Apple – in particolare si parla di Lite-On Semiconductor – che sarebbero pronte a registrare un importante incremento nei ricavi proprio grazie alla produzione su larga scala della basetta per la ricarica wireless. Considerando infatti come marzo sia ormai prossimo alla fine, il lancio dovrebbe essere ormai questione di giorni.

Come ricorderete, AirPower è stata presentata nel corso del Keynote di settembre 2017, ovvero nel corso dell’evento che ha visto protagonista iPhone X assieme ad iPhone 8 e 8 Plus. Questi modelli infatti sono stati i primi smartphone Apple a integrare nativamente la ricarica wireless, grazie anche alla realizzazione in vetro della back cover. L’azienda di Cupertino aveva dunque concepito la basetta come accessorio per i nuovi “melafonini”, ideale da affiancare anche al Watch e ad altri dispositivi compatibili con la ricarica wireless secondo lo standard Qi.

La particolarità di AirPower infatti è quella di poter ricaricare senza fili, contemporaneamente, più dispositivi. Peraltro, Apple ha integrato in iOS un tool che supporta ufficialmente la basetta per cui, nel momento in cui si posizionano su di essa un iPhone, un Watch e – ad esempio – le AirPods (il nuovo modello può essere acquistato anche con custodia compatibile con ricarica wireless), è possibile controllare dal display dello smartphone lo stato di ricarica di tutti i prodotti.

In ogni caso, dopo la presentazione di AirPower si sono perse le tracce. Apple non ha mai chiarito le motivazioni per le quali l’arrivo sul mercato non si sia mai effettivamente concretizzato su scala globale come preventivato. In ogni caso, attendiamo novità in merito nei prossimi giorni. Chissà che la basetta possa essere semplicemente aggiunta al catalogo dello store online come accaduto in questa settimana con iPad Air 10,2, iPad Mini 5 e le nuove AirPods.

iPhone XS da 64 GB è disponibile in offerta su Amazon. Lo trovate a questo link.