Tom's Hardware Italia
Apple

Apple, quale iPad ha senso scegliere adesso?

iPad Pro, iPad Air 10,5, iPad Mini 5, iPad 9.7. È questa la nuova line-up Apple in ambito tablet. Scopriamo insieme differenze e similitudini.

iPad Air 10,5 e iPad Mini 5 sono le due novità che Apple ha presentato ufficialmente nella giornata di ieri, semplicemente aggiungendoli al catalogo dello store online, senza particolari annunci. Con questi nuovi dispositivi l’offerta dell’azienda di Cupertino in ambito tablet si è arricchita ulteriormente, riuscendo ad abbracciare altre fasce di prezzo. Un po’ come avviene con i MacBook, alcuni modelli potenzialmente si accavallano, e la scelta in fase d’acquisto può non essere così facile.

Come sempre in questi casi, è bene partire dal confronto tecnico. I modelli presi in considerazione sono ovviamente quelli ormai presenti sul catalogo dell’Apple Store: iPad Pro 12,9, iPad Pro 11, iPad Air 10,5, iPad Mini 5, iPad 9.7. È dunque scomparso, da ieri, l’iPad Pro da 10,5 pollici, immesso sul mercato nel 2017. Nella tabella sottostante sono riassunte le caratteristiche hardware salienti.

iPad Pro 12,9 iPad Pro 11 iPad Air 10,5 iPad Mini 5 iPad 9,7
Liquid Retina 12,9 pollici 2732×2048, 600 nits, IPS LCD Liquid Retina, 11 pollici, 2388×1668, 600 nits, IPS LCD Retina, 10,5 pollici, 2224×1668, 500 nits, IPS LCD Retina, 7,9 pollici, 2048×1536, 500 nits, IPS LCD 9,7 pollici, IPS LCD, 2048×1536, 489 nits
A12X Bionic 12X Bionic A12 Bionic A12 Bionic A10 Fusion
64/256/512 GB, 1 TB 64/256/512 GB, 1 TB 64/256 GB 64/256 GB 32/128 GB
Face ID Face ID Touch ID Touch ID Touch ID
Quattro speaker stereo Quattro speaker stereo Due speaker stereo Due speaker stereo Due speaker stereo
USB-C USB-C Lightning Lightning Lightning
Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac Bluetooth 4.2, Wi-Fi ac
Apple Pencil 2, Smart KeyBoard Apple Pencil 2, Smart KeyBoard Apple Pencil 1, Smart KeyBoard Apple Pencil 1 Apple Pencil 1
Si parte da 1.119 euro Si parte da 899 euro Si parte da 569 euro Si parte da 459 euro Si parte da 359 euro

Innanzitutto, la prima differenziazione operata da Apple riguarda la piattaforma hardware. I due iPad Pro sono infatti gli unici a poter contare sul SoC A12X Bionic che, dati alla mano, è il processore mobile più evoluto attualmente presente sul mercato. Questo ovviamente comporta un certo esborso economico, considerando anche altre caratteristiche che rendono unici questi tablet rispetto ai fratelli minori: la presenza del Face ID al posto del Touch ID; gli schermi Liquid Retina con luminosità a 600 nits; i quattro altoparlanti stereo; lo storage interno che può spingersi fino a 512 Gigabyte o 1 Terabyte.

Nella nostra recensione abbiamo sottolineato come gli iPad Pro, soprattutto per limiti insiti ad iOS, non siano ancora in grado di sostituire i computer, rappresentando però certamente i tablet che più sono in grado di affiancare notebook e PC. Rappresentano dunque la scelta ideale per tutti coloro che non hanno limiti di budget e hanno necessità di avere tablet con la massima potenza possibile e la versatilità offerta da accessori come l’Apple Pencil (seconda generazione) e la Smart KeyBoard. Fermo restando come siano oggetti splendidi per la fruizione in mobilità di contenuti video, seppur troppo costosi.

iPad Air 10,5 e iPad Mini 5 sono praticamente complementari. Hanno mantenuto il design classico dei tablet Apple, senza dunque l’adozione del Face ID. Non mettono a disposizione la medesima potenza degli iPad Pro, avendo comunque a disposizione un’ottima piattaforma hardware. Sono infatti basati sul processore A12 Bionic, il medesimo visto sugli iPhone XS, XS Max e XR. Attendiamo ovviamente di testarli per esprimere un giudizio, ma dovrebbero garantire prestazioni di alto livello in praticamente tutte le condizioni.

In più, rispetto ai predecessori, hanno guadagnato entrambi il supporto all’Apple Pencil (prima generazione), un accessorio che può tornare utile a tutta una serie di utenti. Personalmente ritengo che iPad Air 10,5 rappresenti oggi l’alternativa economica alla gamma Pro, essendo tra l’altro compatibile anche con la Smart KeyBoard. iPad Mini 5 va invece incontro alle esigenze di tutti coloro che non vogliono rinunciare a determinate prestazioni in un tablet, volendo però allo stesso tempo massima portabilità.

E poi c’è iPad 9,7, vale a dire il dispositivo che consente di entrare nel mondo iOS (e goderne dell’ecosistema e del parco applicazioni, specie in ambito tablet) senza la necessità di spendere cifre da capogiro. Parte infatti da 349 euro, una cifra che difficilmente si vede nel catalogo prodotti Apple, e che lo rende un “device” mainstream, adatto a una larga fetta d’utenza. Occhio però a un aspetto: è basato sul processore A10 Fusion, il medesimo di iPhone 7 e 7 Plus, datati settembre 2016. Si tratta comunque di un SoC in grado di offrire un’ottima esperienza con le operazioni che solitamente si compiono con un tablet, ma ovviamente la differenza prestazionale con A12 Bionic e A12X Bionic è netta.

Dunque, cerchiamo di tracciare l’identikit degli acquirenti ideali per i tablet Apple: iPad Pro per alcune categorie di professionisti (architetti, ingegneri, grafici) come alleato del computer, per chi semplicemente vuole il meglio della tecnologia dell’azienda di Cupertino, per chi non ha limiti di budget e vuole gustarsi in mobilità le proprie serie TV preferite al massimo della qualità; iPad Air 10,5 come alternativa economica agli iPad Pro, per chi necessita comunque dell’Apple Pencil e della Smart KeyBoard; iPad Mini 5 per chi è alla ricerca di prestazioni in dimensioni contenute; iPad 9.7 per chi vuole affacciarsi nel mondo iOS, per gli studenti che necessitano di un tablet che possa affiancarli negli studi, per chi semplicemente cerca un tablet e non vuole spendere cifre da capogiro.

Il nuovo iPad Air da 10,5 pollici è disponibile all’acquisto attraverso l’Apple Store online. Lo trovate a questo link.