Android

Asus: il prossimo smartphone da gaming punterà ancora una volta sulla batteria

Il ROG Phone 3, proprio come il ROG Phone II, fa della batteria il proprio punto di forza grazie ad un’unità da 6000mAh che garantisce una durata senza pari. Stando alle indiscrezioni trapelate nelle ultime settimane, il prossimo Rog Phone 4 di ASUS potrà ancora contare su tanta autonomia.

Ad oggi sono davvero pochi gli smartphone in grado di offrire delle capacità così elevate e nella maggior parte dei casi si fermano ai 5000mAh, quindi soluzioni come quelle offerte da Asus per la sua famiglia di ROG Phone sono assolutamente da apprezzare. Considerato che la stessa batteria viene utilizzata dalla casa di Taiwan consecutivamente da tre generazioni, difficilmente cambierà anche nel prossimo futuro se non per soluzioni ancora più importanti. La differenza più grande che potrebbe però distinguere i modelli precedenti da quelli futuri potrebbe essere individuata nella modalità di ricarica, la quale potrebbe essere decisamente più rapida.

Secondo Digital Chat Station, il device ASUS supporterà la ricarica rapida cablata da 60 o addirittura 65 Watt. Ciò dovrebbe consentire agli utenti di ricaricare la batteria a doppia cella da 6000mAh molto più velocemente rispetto al suo predecessore, il ROG Phone 3, il cui caricabatterie in confezione si ferma a 30W.

Rispetto agli altri smartphone da gaming che saranno annunciati nel corso dell’anno dai diversi produttori, come ad esempio, il Black Shark 4 ed il Red Magic 6, la ricarica rapida offerta dal device di Asus risulterebbe comunque decisamente più lenta. I due smartphone presi in esame, messi a paragone, sarebbero in grado di supportare la ricarica super rapida a ben 120W. Tuttavia, la capacità delle batterie risulterebbe decisamente inferiore su tali modelli, considerato che si vocifera della presenza di un’unità, in entrambi i casi da 4500mAh.

In questi casi viene da chiedersi se sia più importante avere una batteria che consenta un maggior tempo di utilizzo, soprattutto su questo genere di dispositivi, dove la parte gaming dovrebbe recitare il ruolo da protagonista, oppure se puntare tutto su una ricarica flash. In termini di durata nel tempo quale soluzione garantirebbe di mantenere in salute la batteria? Possiamo affermare che in linea di massima la ricarica rapida, quando utilizzata, pone la batteria costantemente sotto stress ed a lungo andare potrebbe accorciarne la durata. Se dunque da una parte queste tecnologie aiuterebbero l’utente dall’altra non mancherebbero le criticità. La scelta è dunque più di tipo personale.

Il ROG Phone 4 dovrebbe poi supportare anche la ricarica cablata inversa, con Quick Charge 4 e Power Delivery. Il lancio, peraltro già confermato, sarebbe previsto per il primo trimestre del 2021, molto in anticipo rispetto a quello dello scorso anno per la precedente generazione. Proprio come altri telefoni top di gamma, anche il prossimo smartphone ASUS potrebbe contare su un processore Qualcomm Snapdragon 888 con il supporto al 5G. Il display, di tipo AMOLED, raggiungerebbe una frequenza di aggiornamento di 144Hz e non è da escludere che possa essere ancora superiore mentre lato software, Android 11 lo farà da padrone.

Lo smartphone da gaming, il Black Shark 3 è disponibile su Amazon con uno sconto aggiuntivo, solo per alcune ore. Lo trovate a questo link.