Tom's Hardware Italia
Android

Galaxy Note 8 non si piega e non si spezza, ma teme il fuoco

Il noto youtuber JerryRigEverything ha sottoposto il nuovissimo Samsung Galaxy Note 8 al suo solito torture test. Il phablet è resistente, ma teme il fuoco.

JerryRigEverything – il noto youtuber che sottopone gli smartphone a test poco scientifici ma di sicuro impatto – non si fa scappare nulla. Questa volta quindi è toccato al nuovissimo Samsung Galaxy Note 8 essere sottoposto al suo ormai proverbiale torture test a base di taglierini, accendini e tentativi di rottura.

La prova, che si compone principalmente di tre fasi – scratch test, burn test e il popolare bend test – serve a simulare in pochi minuti un utilizzo di diversi anni, esponendo lo smartphone al rischio di graffi e rotture di diverso tipo. Come detto non si tratta di prove scientificamente affidabili, ma è comunque in grado di fornirci una valutazione empirica della qualità dei materiali impiegati e dell'assemblaggio, per farci una prima, generica idea.

iPhone 8 VS Galaxy Note 8

Si parte come sempre con le prove di resistenza delle varie parti in vetro e di quelle in metallo, con esiti prevedibili. Griglie, cornici metalliche e vetri come quelli a protezione di fotocamera e flash sono i più facili da graffiare, mentre il Gorilla Glass 5 a protezione del pannello rispetta le previsioni, graffiandosi solo con punte di durezza 6 e 7 nella scala di Mohs (in cui 10 è il diamante): praticamente lo stesso risultato ottenuto dal'iPhone 7 e da tutti i top gamma di nuova generazione.

Nel secondo test invece si utilizza un accendino per esporre lo schermo alla fiamma diretta. Purtroppo questa parte del test non è risultata positiva per il Note 8, che ha evidenziato una macchia bianca dopo appena 10 secondi di esposizione. A differenza degli LCD, gli AMOLED solitamente non recuperano dall'esposizione al fuoco, tuttavia il Galaxy S8, nello stesso test, è rimasto danneggiato solo alla terza esposizione, superando di molto i 30 secondi. Un passo indietro per Samsung in questo senso.

Galaxy Note 8 Display

Fortunatamente il phablet coreano si riscatta alla grande nell'ultimo, temutissimo test, quello del piegamento. In questo caso la scocca si è rivelata talmente rigida e compatta da non poter essere piegata né tantomeno spezzata applicando la forza con le sole mani. Un ottimo risultato, che non tutti gli smartphone hanno ottenuto nel tempo.

Insomma se stavate programmando di acquistare un Samsung Galaxy Note 8 fatelo pure con fiducia : si tratta di un ottimo terminale dalla costruzione accurata e dai materiali di qualità, in grado di sopravvivere nelle nostre tasche a una convivenza forzata con le chiavi e all'applicazione di pressioni moderate.


Tom's Consiglia

Volete un phablet che non costi quanto il Note 8? Il Samsung Galaxy Note 5 è ancora un dispositivo valido.