Android

“Hey Google” non servirà più per alcuni comandi di Assistant

Sin da quando l’Assistente Google è stato presentato per la prima volta, e ancora prima della sua esistenza con Voice Search, è sempre stato necessario richiamare la sua attenzione utilizzando la frase di attivazione “Ok Google” oppure “Hey Google“.

Sembra che le cose stiano per cambiare, una nuova funzione vi permetterà di interagire con l’assistente vocale presente sul vostro smartphone direttamente in determinati contesti.

Google Assistant

Google Assistant molto presto riceverà la possibilità di eseguire alcuni comandi senza la necessità di pronunciare l’ormai conosciutissima frase di attivazione “OK/Hey Google“. La funzione “quick phrases” vi permetterà ad esempio di spegnere/rimandare una sveglia o rispondere a/rifiutare una telefonata semplicemente chiedendo al vostro smartphone di farlo in maniera diretta.

XDA Developers descrive come questi comandi possano essere molto brevi, a volte basta persino una singola parola. Ad esempio, gli utenti potranno impartire i comandi “Rispondi” o “Rifiuta” per le telefonate in arrivo senza ulteriori richieste di attivazione dell’Assistente. Lo stesso vale per le sveglie con i comandi “Ritarda” o “Spegni“. Google starebbe progettando diversi comandi aggiuntivi, ad esempio per controllare la musica, i timer e i dispositivi smart home, per scrivere delle note e impostare promemoria.

Si tratta di una funzionalità eccellente dedicata a coloro che cercano un controllo vocale più immediato nei momenti in cui i dispositivi sono fuori portata. Naturalmente, qualcuno che grida “per favore rispondi al telefono” dall’altra parte della stanza potrebbe accidentalmente attivare l’assistente vocale. Anche biascicare alla sveglia “Spegniti” mentre si è mezzi addormentati potrebbe essere un ottimo modo per arrivare tardi a lavoro.

Mishaal Rahman di XDA spiega che la funzione è stata scoperta su un Google Pixel 3 XL con installato Android 12 beta, tuttavia Google non ha ancora annunciato formalmente la disponibilità della funzione. Detto questo, possiamo probabilmente aspettarci che le quick phrases vengano svelate nel corso delle prossime settimane, ad esempio durante l’annuncio di Pixel 6 e Pixel 6 Pro.

Con l’arrivo di Apple Watch 7, Apple Watch SE non va in pensione. Anzi, rimane in catalogo e ora ha il prezzo più interessante di sempre, acquistabile qui.