Telefonia

Instagram down: una notifica vi avviserà se il servizio non è raggiungibile

Il grande blackout di lunedì 4 ottobre, che ha impedito a miliardi di utenti di accedere a Facebook, Instagram e Whatsapp per più di sei ore, ha indubbiamente causato ai servizi dell’azienda capitanata da Mark Zuckerberg un danno consistente a livello di fatturato e soprattutto di reputazione. Per questo motivo Instagram è la prima delle tre piattaforme a correre ai ripari.

Instagram

Come si può leggere per esteso nel post dedicato, Instagram introduce in fase di test una nuova feature che avvisa gli utenti di eventuali problemi temporanei alla piattaforma, i cosiddetti “Instagram down” che ormai abbiamo imparato a conoscere fin troppo bene.

Fino a questo momento, infatti, queste interruzioni di servizio hanno causato una grande frustrazione negli utenti, che si trovavano davanti a un generico avviso “impossibile aggiornare il feed” applicabile indiscriminatamente a problemi di connessione o disservizi dell’app. A partire da questi giorni, invece, sarà una notifica ricevuta nell’apposita sezione dell’applicazione ad avvisarci se Instagram sta avendo problemi tecnici e, successivamente, se il problema è stato risolto.

Instagram ha ideato questa funzione per rispondere al feedback crescente degli utenti che, non ricevendo indicazioni chiare sulla natura dei malfunzionamenti, si rivolgono sempre più spesso ad altri social network per ricevere conferme.

Non è quindi difficile pensare che il team di Zuckerberg abbia intrapreso questa mossa per scoraggiare gli utenti dall’utilizzare altre piattaforme. D’altronde, durante il blackout di lunedì l’hashtag #instagramdown, insieme a simili stringhe di testo relative a Facebook e WhatsApp, è rimasto in cima ai trend mondiali di Twitter per ore; sul fronte della messaggistica il competitor Telegram ha visto un’impennata di ben 70 milioni di utenti nelle ore in cui WhatsApp non era accessibile.

La funzionalità che notifica l’utente dei disservizi sembra per ora limitata ad Instagram: la fase di test in corso in questi giorni è limitata inoltre agli Stati Uniti. Nel post il team di Instagram si dimostra cauto ad estendere questa feature nel resto del mondo, ma non lo esclude nel prossimo futuro, mentre non vi sono ancora informazioni relative a Facebook e WhatsApp.

Instagram ha introdotto anche un’altra funzionalità in grado di migliorare la qualità della comunicazione con gli utenti: in una nuova sezione delle impostazioni chiamata “Account Status” sarà infatti possibile verificare se il proprio account è a rischio di ban ed eventualmente chiedere una revisione manuale dei contenuti identificati come inappropriati.

Con l’arrivo di Apple Watch 7, Apple Watch SE non va in pensione. Anzi, rimane in catalogo e ora ha il prezzo più interessante di sempre, acquistabile qui.