Cuffie, auricolari e accessori

Jabra Elite 85t, auricolari TWS ANC super versatili | Recensione

Le Elite 85t di Jabra sono un paio di auricolari True Wireless con ANC, cioè con cancellazione attiva del rumore. Vi diciamo fin da subito che offrono prestazioni di fascia alta, sono molto ergonomici e la cancellazione attiva del rumore funziona molto bene. Questi auricolari possono scontrasi ad armi pari con gli Apple AirPods Pro o gli Huawei FreeBuds Pro, e in alcuni casi si fanno anche preferire a questi modelli.

Come sono fatti

Jabra non ha stravolto il design della sua serie di auricolari TWS, infatti ritroviamo una custodia molto simile a tutti i modelli precedenti, come gli Elite 75t, e ciò significa piccola, leggera e facilmente trasportabile. Non è vistosa, e non deve per forza esserlo, e l’unico elemento di rottura è la porta USB-C al centro della superficie posteriore. Il logo “Jabra” è quasi visibile nella parte anteriore, e un piccolo LED multicolore si vede solo quando si illumina.

Il coperchio è assicurato da una chiusura magnetica, e una volta aperto i due piccoli auricolari spuntano dagli appositi alloggiamenti per oltre la metà della loro altezza. Questo significa che è possibile afferrarli facilmente tra le dita e portarli alle orecchie in completa sicurezza, meglio di quanto si riesca a fare con molti altri modelli che non offrendo una presa ottimale ci costringono a fare attenzione o ci obbligano a compiere gesti precisi quando si estraggono. Un sistema magnetico li attira in sede quando li riponiamo.

Il design degli auricolari è di tipo in-ear, non così differente rispetto i modelli precedenti, ma gli 85t hanno il collo degli auricolari più allungato. Questo permette d’inserirli leggermente più a fondo nell’orecchio, con lo scopo di bloccare meglio il condotto uditivo e raggiungere un isolamento passivo superiore. Le cuffiette in silicone sono dotate di una piccola protezione che evita al cerume di raggiungere la griglia dell’altoparlante.

La superficie esterna di entrambi gli auricolari è un pulsante, quindi Jabra ha optato nuovamente per un sistema di invio input fisico, piuttosto che una superficie sensibile al tocco o dei sensori interni che rilevano i tocchi. È una scelta rischiosa, ma ancora una volta il meccanismo del pulsante è molto preciso e morbido, non sarà necessaria molta forza per inviare l’input e non rischierete di spingere a fondo l’auricolare nell’orecchio.

La connettività è di tipo Bluetooth 5.1 (dopo aggiornamento firmware), e permettono di collegarsi a due dispositivi contemponearamente. Un sensore permette di capire quando avrete indossato o rimosso la cuffia dall’orecchio.

Sono certificati IPX4, quindi non sarà un problema se prenderanno qualche goccia d’acqua, ma non è consigliabile utilizzarli per fare sport.

Ottime prestazioni ANC

Le tecnologie di cancellazione attiva del rumore hanno ormai raggiunto livelli tali che molti produttori offrono auricolari TWS ANC dalle elevate prestazioni, e gli Elite 85t non sono da meno. La capacità di ridurre il rumore circostante è molto buona, e la differenza rispetto ai top del settore è difficile da rilevare; se c’è, è questione di sfumature.

Jabra Elite 85h

Per fortuna il design di questi auricolari si adatta molto bene all’orecchio e permette di occludere il condotto uditivo efficacemente, offrendo un isolamento passivo senza cui l’ANC non avrebbe l’effetto sperato. La cosa sorprendente è che riescono a ottenere questo risultato senza essere grossi e senza utilizzare un sistema di aggancio “a rotazione”, come quello ad esempio dei Bose Quietcomfort Earbuds che assicura un’ottima presa e isolamento, ma è anche più affaticante per l’orecchio.

Dobbiamo ovviamente essere cauti e specificare che questa è l’esperienza che abbiamo avuto nella nostra prova, poiché in base al tipo di orecchie che avete potreste riuscire a indossarli meglio o peggio. Nella confezione sono presenti tre cuffiette di differenti dimensioni.

L’ANC può essere selezionato su 11 differenti livelli, almeno questo è quanto afferma Jabra. L’unico modo per cambiare il livello d’intervento è dall’applicazione, che tuttavia permette di selezionare solo cinque livelli. In ogni caso, come accade solitamente, non crediamo che avere più livelli di riduzione del rumore sia un vero valore aggiunto, poiché nella maggior parte dei casi si desidera attivare o disattivare la funzione, non regolarne il livello di efficacia (puntando sempre al massimo livello).

Cliccando sul pulsante dell’auricolare sinistro si attiva l’ANC o si passa alla modalità Hear Through, cioè una modalità di trasparenza audio che utilizza i microfoni per eliminare l’isolamento passivo e permette di ascoltare i rumori attorno a noi, o dialogare con una persona senza togliere gli auricolari. Interessante la possibilità di regolare, sempre su cinque livelli, l’efficacia di questa modalità. In pratica più il livello sarà alto, più il suono rilevato dai microfoni e introdotto negli auricolari sarà amplificato. L’esperienza che si ha impostando il massimo livello sarà molto simile da quella offerta da altri auricolari dotati di questa funzione, e ciò significa ascoltare un suono circostante più alto di quello che è in realtà; a volte è utile, ma ciò comporta un continuo fruscio di fondo. Portando l’intervento della funzione Hear Through al minimo, si elimina totalmente il fruscio di fondo e si ottiene una trasparenza ugualmente efficiente e più naturale.

L’applicazione è utile, finalmente

Non è semplice trovare un’applicazione veramente utile nel mondo degli auricolari TWS, o che vada oltre le funzioni basilari. Jabra Sound+, con gli Elite 85t, è invece utile e in grado di offrire delle funzioni aggiuntive interessanti.

Oltre all’aggiornamento del firmware, è possibile personalizzare i pulsanti e il comportamento delle cuffie. Dd esempio potrete decidere cosa dovrà accadere alla riproduzione musicale quando inserirete la modalità Hear Through o quando li toglierete dall’orecchio. Potrete abbinare differenti comportamenti ai pulsanti, in base a quello che premerete, quante volte (fino a tre) e se lo terrete premuto.

Jabra Sound+
Jabra Sound+
Jabra Sound+

Potrete regolare il livello di cancellazione del rumore, di Hear Through o spegnere l’ANC, nonché salvare tre preimpostazioni di questi livelli da richiamare velocemente. C’è un equalizzatore su cinque bande, dei preset e anche la possibilità di cambiare i preset o crearne altri.

Inoltre potrete avviare dei suoni di sottofondo scegliendo tra 12 suoni differenti, da suoni della natura (pioggia, onde, cascata, etc) a rumore rosa e bianco, ed altri. Questi suoni di mascheramento del rumore, in abbinamento all’ANC e all’isolamento passivo, ci permettono di escluderci completamente dall’ambiente circostante.

Jabra Sound+
Jabra Sound+
Jabra Sound+

La schermata principale dell’applicazione stessa è personalizzabile, trattando le varie sezioni come pannelli di widget che possono essere riordinati.

Autonomia batteria

Bose promette cinque ore e mezzo di autonomia per singola carica, e confermiamo questo dato, anzi è possibile andare anche poco oltre. Questo risultato si ottiene con ANC attivo, ed è un ottimo risultato. La custodia permette di ricaricale ulteriormente circa quattro volte. Con 15 minuti di ricarica otterrete circa un’ora di autonomia.

La custodia è compatibile con la tecnologia di ricarica wireless QI, o in alternativa vi basterà collegare l’USB-C.

Qualità audio

Le Jabra Elite 85t offrono un suono caldo, con bassi corposi (fin troppo), medi sottotono e alti un po’ troppo squillanti (Max Roach – Lonesome Lover, il sassofono diventa a tratti fastidioso). In altre parole abbiamo una resa sbilanciata verso il basso, che non è così male se vi piace ascoltare musica con dei bei bassi vibranti, ma non possiamo dire che la risposta sia lineare.

Per fortuna c’è l’equalizzatore che permette di migliorare la situazione. Non la risolve completamente, ma aumentando un po’ le medi frequenze e diminuendo le alte la situazione migliora.

Can (Spoon) è una traccia molto ritmica e con tanti strumenti che si sovrappongono, non facile da gestire. In questo caso se la cavano discretamente, i bassi profondi e vibranti non aiutano molto nel distinguere precisamente tutte le sfumature. La dinamica (George Gershwin – Rhapsody in Blue) è buona, probabilmente manca un po’ di velocità (The Chemical Brothers – Das Spiegel), ma nulla di tragico. I problemi di bilanciamento saltano all’orecchio con tracce come  “The National Anthem – Radiohead”, dove in alcuni tratti la traccia diventa una cacofonia con difficoltà di distinzione tra tutti gli strumenti. Insomma, si poteva fare un po’ meglio. Se ascoltate musica ritmica, pop e vi piace ascoltare bassi forti e vibranti, vi piaceranno molto.

I sei microfoni, utilizzati per la cancellazione del rumore, fanno anche un ottimo lavoro nel catturare la nostra voce. Questo significa che riuscirete a fare chiamate molto chiare e di alta qualità. Durante la prova abbiamo chiesto più volte ai nostri interlocutori come sentivano la nostra voce, e la risposta è sempre stato “molto bene”.

Verdetto

I Jabra Elite 85t sono ottimi auricolari True Wireless con ANC. Costano 229 euro, meno dei Bose Quietcomfort Earbuds, ma più dei FreeBuds Pro, dei Sony WF-1000XM3 o anche degli AirPods Pro.

Tra tutti i top di gamma sono probabilmente i più confortevoli, grazie a peso e design. Anche la custodia è tra le più piccole, e l’autonomia con ANC attivo su singola carica è al vertice della categoria. Sono anche i più personalizzabili e l’applicazione ha una marcia in più.

Insomma, se tutto quello che cercate sono un paio di auricolari TWS ANC che offrono buone prestazioni di cancellazione del rumore, allora potete risparmiare con uno dei modelli citati dal prezzo più basso. Se invece volete un prodotto completo, personalizzabile, dalla buona autonomia, versatilità e capacità di cancellazione del rumore, considerate i Jabra Elite 85t. Vogliamo premiare questo modello con il nostro Award proprio per la versatilità e il mix di caratteristiche di eccellenza, nonostante non sia i migliori in termini di qualità audio.

Jabra Elite 85t


A rendere gli Elite 85t un paio di ottimi auricolari è il loro mix di caratteristiche. Offrono la massima personalizzazione in tutti gli aspetti, dalla cancellazione del rumore, al comportamento dei tasti al livello della trasparenza audio. L’autonomia è buona, la qualità audio non è ai massimi livelli ma l’equalizzatore interno permette di metterci una pezza. Il prezzo è superiore alla media, ma la versatilità di questi auricolari non ha rivali.

Pro

  • Facili da estrarre dalla custodia
  • Bluetooth 5.1 con connessione contemporanea a due dispositivi
  • ANC fantastico
  • Applicazione utile
  • Mascheramento del rumore direttamente dall’App
  • Funzione Hear Through regolabile (senza fruscio di fondo)
  • Altamente personalizzabili tramite l’App
  • Autonomia con ANC attivo su singola carica di cinque ore e mezzo
  • Ricarica Wireless

Contro

  • Prezzo sopra alla media
  • Qualità audio non al top, migliorabile con l’equalizzatore integrato nell’app