Android

La ricarica ultra rapida diventerà standard

Il 21 e 22 giugno ci sarà l’Amazon Prime Day, due giorni ricchi di offerte e sconti a tempo limitato! Per non perderne nemmeno una, date uno sguardo alla nostra pagina dedicata

Negli ultimi tempi la velocità di ricarica degli smartphone ha raggiunto livelli davvero incredibili. Sono moltissimi i produttori che ormai considerano “standard” per i propri prodotti di fascia alta un sistema di ricarica da 50W o superiore, con alcuni modelli speciali in grado di superare anche i 100W.

In questo momento, però, ogni marchio utilizza una propria tecnologia proprietaria, il che rende difficile scambiare cavi e caricabatterie tra prodotti di diversi brand. Le cose potrebbero presto cambiare…

realme - GT

Le aziende che stanno investendo di più nel miglioramento della tecnologia di ricarica rapida sono per la maggioranza di origine cinese. Tra Xiaomi che continua a battere i suoi stessi record, Oppo che migliora continuamente SuperVOOC e tutti gli altri marchi che hanno presentato la propria versione della tecnologia negli ultimi anni, c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Il problema è che spesso queste tecnologie non sono compatibili l’un l’altra come invece accade tra i prodotti che si basano su uno standard comune. Per fare un esempio i prodotti compatibili con la ricarica rapida Qualcomm Quick Charge o lo standard USB Power Delivery possono sfruttare al meglio praticamente ogni caricatore in commercio (sempre che si riesca ancora a trovarli su Amazon, N.d.R.) mentre per raggiungere la velocità delle tecnologie proprietarie dei vari brand servono alimentatori e cavi specifici.

Un recente notizia sembra confermare, tuttavia, che diverse aziende cinesi si sono unite per creare un unico standard di ricarica veloce universale. Questo ridurrà il costo di produzione delle componenti per i caricabatterie e permetterà la compatibilità con un gran numero di dispositivi. Tra i benefici di questo “consorzio” vengono nominati anche la riduzione dei rifiuti elettronici e lo sviluppo di fonti di energia rinnovabile.

Aziende come Huawei, Honor, Oppo, Vivo e Xiaomi, così come Rockchip e la China Academy of Information and Communication Technology, hanno deciso di unire le forze per creare uno standard di ricarica veloce universale. Questa lista può essere tranquillamente allungata includendo marchi come OnePlus, iQOO, realme, POCO e Redmi, che sono sub-brand di alcune delle aziende sopracitate.

Non è ancora noto quando possiamo aspettarci di vedere in commercio lo standard di ricarica rapida universale, molto dipenderà dall’interesse delle aziende stesse a promuovere un’unica tecnologia.

Nel mentre Oppo e Xiaomi hanno spesso ricordato che, nonostante la ricarica rapida abbia sicuramente un effetto sulla durata di vita delle batterie, gli utenti non dovrebbero preoccuparsi più di tanto in quanto il degrado è davvero ridotto nel tempo.

Per chi è alla ricerca di uno smartphone fluido e non ama i bordi curvi, può trovare l’ottimo OnePlus Nord 5G su Amazon!