Android

Mercato smartphone, i brand cinesi fanno sempre più paura

I brand cinesi continuano a crescere esponenzialmente nel mercato smartphone. Il dato emerge chiaramente dal report realizzato da Gartner e relativo al Q2 2017. Samsung rimane al vertice, seconda posizione per Apple che deve sempre più guardarsi le spalle da Huawei. Stupiscono Oppo e Vivo, entrambi marchi appartenenti al colosso BBK Electronics.

Nei mesi di aprile, maggio e giugno, quelli appunto presi in esame da Gartner, sono state vendute 336.2 milioni di unità di smartphone. Cifre che rappresentano un incremento del 6.7% rispetto al medesimo periodo del 2016. Come sempre, Android domina con un market share dell'87,7%, seguito da iOS con il 12,1%.

Mercato smartphone Q2 2017

Scendendo nel dettaglio, i numeri da record macinati dai brand cinesi rappresentano ormai una costante del mercato smartphone negli ultimi tre anni. Nel Q2 2017, Huawei ha raggiunto un market share del 9,8%, contro l'8,9% del medesimo periodo del 2016. Una crescita che le ha permesso di accorciare ulteriormente la distanza da Apple, adesso distante appena 2,3 punti percentuali.

Leggi anche: Mercato smartphone Q2 2017, Huawei è a un passo da Apple

Il management Huawei ha più volte dichiarato di voler raggiungere la vetta del mercato smartphone entro il 2021, con l'obiettivo immediato di agguantare il secondo posto scavalcando Apple. Considerando quanto accaduto nella prima parte del 2017, sarà molto interessante verificare i dati di vendita alla fine dell'anno in corso, che potrebbero evidenziare uno storico sorpasso. 

Mercato smartphone Q2 2017

Estremamente significativi i risultati raggiunti da Oppo e Vivo. La prima ha recentemente smantellato il proprio store europeo, concentrandosi nella vendita soprattutto nel mercato asiatico e in relazione a prodotti di fascia media. Una strategia che sta evidentemente pagando, visto il raggiungimento di un market share del 7,1% nel Q2 2017.

Vivo invece commercializza da sempre i propri smartphone solo nel mercato asiatico. Si tratta di un brand che in Cina è particolarmente apprezzato soprattutto per le particolari soluzioni tecniche dei dispositivi, specie per quanto riguarda il comparto audio. L'azienda ha messo a segno un market share del 6,6% nel periodo preso in esame, contro il 4,1% del Q2 2016.

Mercato smartphone Q2 2017

Entrambi i brand fanno parte della galassia di BBK Electronics, colosso dell'elettronica cinese che, tra l'altro, possiede anche il marchio OnePlus. Sommando tutte le quote, si tratta probabilmente della vera e propria outsider nella battaglia tra Samsung, Apple e Huawei. Una realtà che può contare su importanti mezzi finanziari, la cui crescita nei prossimi anni potrebbe concretamente cogliere di sorpresa le "magnifiche tre".

Leggi anche: Mercato smartphone in crescita, volano i brand cinesi

Del resto, è evidente come l'Asia, intesa come mercato, stia svolgendo un ruolo sempre più importante in ambito smartphone. Questo si evince chiaramente dando un'occhiata alle vendite su base geografica, dove risulta evidente il grande ruolo svolto dal mercato cinese e dai mercati emergenti delle regioni Asia/Pacifico, in cui sono state effettuate quasi la metà delle vendite del trimestre. 

Mercato smartphone Q2 2017

Si tratta delle zone dove i brand cinesi sono maggiormente radicati, e che rappresenteranno sempre più il terreno su cui si giocherà la partita per la supremazia nel settore smartphone nei prossimi anni. Samsung e Apple sono avvisate, il mercato dei dispositivi mobili parla sempre più cinese.


Tom's Consiglia

Il Moto Z è stato lo smartphone top gamma di Lenovo per il 2016. Integra un hardware ancora assolutamente attuale (Snapdragon 820, 4 GB di RAM, schermo AMOLED QHD), e può essere acquistato attraverso Amazon con uno sconto del 54% sul prezzo di listino.