Android

Software, fotocamera e conclusioni

Pagina 2: Software, fotocamera e conclusioni

PocoPhone F1 arriva sul mercato con a bordo Android 8.1 Oreo, personalizzato con la MIUI 9.6. Abbiamo ormai imparato ampiamente a conoscere l'interfaccia grafica di Xiaomi, che offre enormi possibilità di personalizzazione, intervenenendo in maniera importante rispetto all'esperienza stock del sistema operativo Google.

Screenshot 2018 09 11 16 24 00 330 com mi android globallauncher
Screenshot 2018 09 11 16 24 18 381 com mi android globallauncher
Screenshot 2018 09 11 16 24 25 934 com mi android globallauncher

Per questo smartphone però l'azienda cinese ha creato un launcher ad-hoc denominato PocoLauncher che, tra l'altro, sarà possibile installare su tutti i dispositivi Xiaomi semplicemente scaricandolo attraverso il Play Store. Questo aggiunge un comodissimo drawer delle applicazioni, che aiuta molto nell'utilizzo quotidiano. E non è tutto.

In sede di presentazione infatti, l'azienda guidata da Lei Jun ha posto l'accento sugli algoritmi realizzati ad-hoc per il PocoLauncher per velocizzare al massimo l'apertura e la gestione delle app. Devo dire che la parte software mi è sembrata sempre performante, in grado tra l'altro di far fruttare al meglio la piattaforma hardware.

Screenshot 2018 09 11 16 24 48 250 com miui securitycore
Screenshot 2018 09 11 16 24 32 926 com android settings
Screenshot 2018 09 11 16 24 41 026 com mi android globallauncher

Il notch può essere nascosto via software con la solita banda nera. Il sensore biometrico, posizionato sul retro, è sempre veloce nello sblocco. Peraltro, PocoPhone F1 ha anche a disposizione tutto l'hardware per il riconoscimento del volto già visto nel Mi 8, che però sarà abilitato successivamente con un update software. Nota a margine importante: lo smartphone riceverà Android Pie entro fine 2018.

Fotocamera

Sul retro troviamo una dual-camera con sensore principale da 12 MP e obiettivo f/1.9 accoppiato a un secondo sensore da 5 MP e obiettivo f/2.0. Come potete vedere dagli scatti, appare evidente come la resa fotografica di PocoPhone F1 cambia considerevolmente a seconda delle condizioni di luminosità.

DSC02278 copia

In diurna gli scatti appaiono di ottimo livello, con il software basato sull'intelligenza artificiale che riesce a esaltare la gamma cromatica in maniera convincente. Diversa la situazione in notturna, dova invece subentra un pò troppo rumore e c'è una netta tendenza a saturare i colori. Chissà che Xiaomi non possa intervenire con successivi update.

Discorso analogo per la fotocamera anteriore da ben 20 MP che, esattamente come per la dual-camera posteriore, può contare sull'effetto bokeh tanto in voga oggi negli smartphone. I risultati sono di buon livello, mentre nella media appaiono i video, che possono essere registrati fino alla risoluzione 4K a 30 fps, con la stabilizzazione elettronica che si ferma però alla risoluzione Full-HD.

IMG 20180910 173854
IMG 20180910 170522
IMG 20180910 220239
IMG 20180827 221737 (1)
IMG 20180909 000344
IMG 20180910 220528
IMG 20180827 221720 (1)
IMG 20180908 173108 (1)
IMG 20180910 220324

IMG 20180910 224956
IMG 20180910 220305
IMG 20180827 221611 (1)

Conclusioni

Nell'introduzione abbiamo parlato di questo PocoPhone F1 come uno scommessa da parte di Xiaomi. Beh, si tratta di una scommessa vinta in relazione all'esperienza utente offerta dallo smartphone, ovviamente rapportata al prezzo di listino di 329 euro.

Leggi anche: Xiaomi, una serratura smart a meno di 50 euro

Oggi nessun altro dispositivo riesce a offrire a queste cifre lo Snapdragon 845, peraltro accoppiato a 6 GB di RAM. Questo però non è automaticamente sinonimo di buone vendite, per le quali sarà necessaria una campagna marketing efficace.

DSC02288 copia

In ogni caso, PocoPhone F1 si candida come uno degli smartphone best-buy per la seconda parte del 2018. Xiaomi conferma per l'ennesima volta la propria vocazione verso la fascia media del mercato, il segmento su cui l'azienda cinese sta costruendo le proprie fortune anche in Europa.


Tom's Consiglia

Xiaomi Redmi 5 Plus è uno smartphone caratterizzato da un ottimo rapporto qualità prezzo. Equipaggiato con lo Snapdragon 625 accoppiato a 4 GB di RAM e a 64 GB di storage, è disponibile all'acquisto attraverso Amazon a meno di 200 euro. Lo trovate a questo link.