Android

Samsung Galaxy S5, qualche chiarimento sul processore

Insieme al debutto del Galaxy S5 in molti si aspettavano l'arrivo di un nuovo chip Exynos. In questi anni Samsung ci ha infatti abituati a una doppia configurazione per il suo top di gamma. L'azienda nelle scorse ore ha tuttavia parlato solo di quad-core Snapdragon a 2.5 GHz, e molti hanno pensato si trattasse di uno Snapdragon 800. Non è così.

Stamane Samsung ha svelato che il Galaxy S5 monta uno Snapdragon 801, il system on chip annunciato da Qualcomm nelle scorse ore, contraddistinto da frequenze più alte della soluzione precedente – da qui i 2.5 GHz e l'Adreno 330 a 578 MHz – e dall'interfaccia eMMC 5.0. L'azienda ha inoltre affermato di avere in programma anche una seconda variante del terminale equipaggiata con un chip Exynos a otto core dalla frequenza di 2.1 GHz.

Come già avvenuto in passato è probabile che la versione Exynos sarà riservata a qualche paese specifico, come la Corea del Sud, ma l'Italia non dovrebbe essere fra questi. Questo a meno che Samsung non abbia qualche freccia nascosta nel proprio arco. Sulla base di quanto visto in passato non c'è però nulla di cui disperarsi: le prestazioni delle due versioni dello smartphone sono sempre pressoché identiche e anche stavolta non dovrebbe essere differente.