Tom's Hardware Italia
Android

Smartphone Vertu Ti da 7.900 euro ma con Android

Smartphone Vertu Ti è il nuovo smartphone sogno di ogni riccastro. Costa 7.900 euro, non è tecnologicamente all'avanguardia e appare alla vista piuttosto bruttino. I servizi plus sono interessanti, ma difficile giustificare l'esborso.

Uno smartphone Vertu Ti da 7.900 euro ci può stare, ma vederci girare Android 4.0 fa un certo effetto. Il marchio di lusso che fino a poco tempo fa apparteneva a Nokia, adesso ha deciso di svoltare radicalmente. Abbandonato Symbian ha scelto l'eco-sistema di Google. Insomma, una scelta che qualcuno potrebbe bollare radical-chic, ma che in fondo è semplicemente specchio degli equilibri di mercato

"Il tuo dispositivo ha bisogno di essere integrato con altri. Penso che Windows Phone avrà successo ma ha ancora un relativo piccolo mercato. Al momento non ha la portata globale di Android – che è di circa il 60% del mercato", ha spiegato l'AD di Vertu Perry Oosting a BBC.

Vertu Ti

Il design del Vertu Ti è quello di sempre, quasi a confermare che i riccastri che possono permettersi cellulari come questi devono aver trascorso una spiacevole infanzia. Il telaio sarà anche in titanio e lo schermo in vetro zaffiro, ma le linee ricordano una vecchia Chrysler 300c. E dire che vengono assemblati a mano nei laboratori di Church Crookham (Hampshire); ogni tecnico incaricato ha nome e firma scritti con il laser nello slottino della SIM.

"Vertu non sarà mai alla sanguinaria avanguardia della tecnologia", ha aggiunto Perry Oosting. "Deve essere al passo con la tecnologia di riferimento e l'artigianato – non è un prodotto usa e getta". Ok, va bene, ma esisterà una via di mezzo?

Sembra incredibile eppure nel mondo esistono 326mila possessori di smartphone Vertu a distanza di 10 anni dalla presentazione del primo prodotto. Vogliamo i nomi!

Vertu Ti però almeno (rispetto al passato) è uno smartphone HSPA+ tecnologicamente decente. Misura 130 x 58 x 12 mm e pesa tra i 181 e i 201 grammi a seconda dei modelli. Già perché l'entry level per barboni (appunto da 7.900 euro) è fatto solo di titanio, ceramica e pelle. Poi c'è quello che ha la pelle di coccodrillo, quello con il Titanio PVD (!) e infine l'ultimo con inserti in oro rosso. I listini dei top di gamma vengono sussurati solo nelle boutique specializzate (70 mono-brand e 430 generiche).

Lo schermo touch WVGA è da 3,5 pollici. Non mancano una fotocamera da 8 Megapixel e una da 1,3 Megapixel per le videochiamate, A-GPS, Bluetooth, Wi-Fi. La memoria interna è di 64 GB, quella RAM è di 1 GB mentre il processore è da 1.7 GHz. L'impianto audio è stato curato da Bang & Olufsen.

Tutto qui? No di certo perché sono i servizi plus forse il vero valore aggiunto. "Concierge" consente premendo un tasto di entrare in contatto con un call center capace di rispondere a ogni genere di esigenza: dalla prenotazione di un ristorante all'acquisto di biglietti per un evento. "Me" è uno strumento per la sicurezza personale. "My Phone" offre aiuto remoto per ogni genere di problema legato al dispositivo. "My Data" gestisce ogni funzione cloud.

L'autodistruzione non c'è. Peccato.