Windows

Windows 10X abbandona Win32, prima RTM a dicembre

La nuova versione di sistema operativo di Microsoft pensata per i dispositivi con doppio schermo e chiamata Windows 10X è in ritardo e questa non è una grossa novità. Una nuova indiscrezione parla però del possibile rilascio di una prima build RTM già a dicembre mentre sarebbe stato abbandonato il supporto ai programmi Win32.

Windows 10X Leak rumor

Microsoft sta lavorando da ormai molti mesi alla sua versione di Windows dedicata ai dispositivi pieghevoli e dotati di due schermi chiamata Windows 10X. I lavori, tuttavia, procedono a rilento anche a causa della pandemia di Covid-19 che sta colpendo ogni angolo del pianeta. La data di rilascio del sistema operativo prevista entro la fine di quest’anno era già stata spostata in precedenza al 2021, con conseguente annullamento dell’arrivo sul mercato di Surface Neo, l’innovativo prodotto dell’azienda dotato di due display touch uniti da una cerniera simile a quella di Surface Duo.

Delle nuove indiscrezioni in arrivo da Twitter sembrano però indicare la possibilità che l’azienda di Redmond sia già pronta a pubblicare una prima build RTM di Winows 10X entro la fine di quest’anno. Purtroppo a questa notizia se ne lega un’altra meno piacevole: Microsoft avrebbe deciso di abbandonare il supporto al software Win32.

Per chi non lo sapesse, i programmi Win32 sono quelli che possono normalmente essere eseguiti su un normale PC Windows e sono basati per l’appunto sulle API Win32 utilizzate da Microsoft sin da Windows 95. L’azienda aveva promesso il supporto al software tramite un emulatore presente in Windows 10X, il quale avrebbe permesso una transizione meno traumatica verso l’utilizzo dei nuovi prodotti su cui sarà installato il futuro sistema operativo.

Dalle voci circolate in rete sembra che lo sviluppo di questo emulatore sia stato accantonato. Le prime versioni di Windows 10X arriveranno dunque sprovviste di compatibilità con il software Win32 e saranno limitate all’utilizzo di applicazioni UWP e PWA. Un errore che Microsoft aveva già commesso con le prime versioni di Windows 8 per sistemi ARM e di cui conosciamo la triste sorte.

Non c’è però da perdere la speranza: Microsoft sta lavorando duramente per lo sviluppo dell’OS e potrebbe darsi che la mancanza dell’emulatore sia da imputare solamente alla giovinezza del software che verrà comunque aggiornato e che potrebbe ricevere la compatibilità con i programmi Win32 in un secondo momento.

Samsung Smartphone Galaxy S20 FE è disponibile su Amazon con 128GB di memoria interna ed il suo display a 120Hz a soli 543,00 euro.