Tom's Hardware Italia
Windows

Windows Phone batte l’iPhone di Apple in sette paesi

In Argentina, India, Polonia, Russia, Sud Africa e Ucraina nell'ultimo trimestre del 2012 si sono venduti più smartphone con Windows Phone che iPhone. Un successo dovuto alla forza del marchio Nokia e ai prezzi troppo salati di Apple.

Ci sono sette paesi in cui gli smartphone con Windows Phone sono più venduti degli iPhone, e 26 paesi in cui i terminali Microsoft hanno superato i Blackberry. Ieri Microsoft ha pubblicato la notizia sul suo blog ufficiale, facendo riferimento ai dati della società di ricerca IDC relativi al quarto trimestre 2012, ma senza entrare nel dettaglio. Secondo quanto riportato dal produttore, Windows Phone ha il 10 percento di quote di mercato "in un certo numero di paesi".

La forza del marchio Nokia in alcuni Paesi spinge Windows Phone davanti all'iPhone

Microsoft non ha fornito l'elenco, ma il New York Times è riuscito a metterci mano: i Paesi in cui Windows Phone primeggia sono Argentina, India, Polonia, Russia, Sud Africa e Ucraina, più un gruppo di piccoli paesi, tra cui la Croazia, che IDC raggruppa in una categoria soprannominata "resto dell'Europa centrale e orientale".

In quattro dei sette paesi in questione sono stati venduti più di 100mila smartphone: un dato incoraggiante per il successo della piattaforma. Negli altri tre (Ucraina, Sud Africa e agglomerato) i numeri sono molto piccoli e non si raggiunge nemmeno la soglia delle 100mila unità.

A quanto spiega l'analista Kevin Restivo di IDC al NYT Windows Phone ha più successo nei paesi in cui il brand Nokia è più forte: una considerazione piuttosto scontata, dato che l'azienda finlandese ha praticamente puntato tutto sul sistema operativo mobile di Microsoft. HTC, Samsung e Huawei hanno pochi modelli a listino, spinti da un investimento pubblicitario minimo.  

###old1968###old

L'altra considerazione di Restivo è che in molti dei mercati che rientrano in elenco c'è storicamente una domanda più debole per l'iPhone, a causa del suo prezzo elevato e della mancanza di offerte in abbonamento. A prescindere da queste considerazioni comunque per Microsoft il fatto di avere battuto un concorrente d'élite come l'iPhone, seppure in pochi paesi emergenti, è una buona notizia, perché significa che la lotta per inserirsi nel mercato della telefonia sta iniziando a dare frutti.