Android

WWDC 2018: Apple rinnova macOS, watchOS e tvOS

Non solo iOS 12. Durante la conferenza di apertura della WWDC 2018, Apple ha presentato le nuove versioni di macOS, tvOS e watchOS. L'azienda di Cupertino ha introdotto una serie di novità, che si posizionano in una evidente linea di continuità rispetto alle precedenti major release dei tre sistemi operativi in questione. Non una rivoluzione dunque, quanto un'evoluzione che parte da basi già solide.

macOS 10.14 Mojave

Partiamo innanzitutto dalla nuova versione di macOS, denominata 10.14 Mojave. Sarà rilasciata in versione stabile a settembre, mentre la beta per gli sviluppatori è disponibile già da oggi. In ogni caso, la prima novità è l'introduzione del File System APFS anche sui computer Apple equipaggiati con Fusion Drive.

macOS preview Hero 06042018

L'azienda di Cupertino ha pensato a una riorganizzazione della scrivania con Desktop Stacks, che raggrupperà automaticamente i contenuti appartenenti alla stessa categoria. Questo consentirà di eliminare la sovrapposizione di icone e file, con i nuovi elementi che saranno aggiunti direttamente nello "stack" corrispondente. 

Leggi anche: iOS 12 è ufficiale, ecco tutte le novità introdotte da Apple

Il Finder guadagnerà invece una nuova modalità di visualizzazione a "galleria", che permetterà di visualizzare l'anteprima dei file in maniera rapida. Non mancheranno le informazioni sui metadati, mentre le scorciatoie rapide si adatteranno al contesto, così da velocizzare alcune operazioni basilari. La logica è dunque quella di semplificare l'interazione degli utenti.

macOS preview Stacks Finder screen 06042018

In quest'ottica va letto il nuovo sistema di gestione degli screenshot. Una volta catturata la schermata infatti, sarà possibile intervenire su di essa nell'anteprima che apparirà in un angolo dello schermo. Si avrà dunque accesso all'editor, che consentirà di effettuare modifiche in maniera molto più rapida rispetto a quanto avviene oggi.

macOS inoltre potrà contare su una serie di applicazioni già presenti su iOS, tra le quali spiccano News, Registratore Vocale, Borsa e Casa. In tal senso, Apple ha sottolineato di aver lavorato al fine di portare alcuni framework chiave del proprio sistema operativo mobile su quello desktop. Una mossa che avrà grande importanza a partire dal 2019.

macOS preview News screen 06042018

Si tratta infatti di un progetto che sarà disponibile per gli sviluppatori di terze parti a partire dall'anno prossimo. Concretamente, il porting delle app da iOS a macOS sarà ulteriormente facilitato, e questo potrebbe consentire di giungere alla tanto agognata unificazione tra esperienza desktop ed esperienza mobile. Un qualcosa che andrà comunque valutato nel corso del tempo.

Da sottolineare l'introduzione della Dark Mode, con il tema scuro che verrà applicato a ogni elemento dell'interfaccia grafica, incluse gli applicativi di sistema. Inoltre, come già visto su iOS 12, Apple ha posto un particolare accento sul tema della sicurezza e della privacy, visto che in macOS 10.14 Mojave saranno introdotti nuovi livelli di protezione relativi a determinate componenti hardware, come microfono e fotocamera.

iMac macOS dark mode finder preview 06042018

Non mancheranno anche alcuni accorgimenti per una maggiore sicurezza durante la navigazione web tramite Safari. Ci sarà infatti il blocco automatico per il tracciamento dei "Like" e delle condivisioni attraverso i social-network, con il browser Apple che fornirà informazioni ai vari portali estremamente limitate.

Infine, Mac App Store sarà completamente ridisegnato, con un'interfaccia grafica e un'esperienza utente sempre più vicine alla controparte di iOS. Ci sarà il sistema di recensioni da parte degli utenti, la suddivisione in tab, la messa in evidenza delle nuove applicazioni, solo per fare qualche esempio. Anche in questo caso, tutto è stato pensato per facilitare l'interazione dell'utente.

macOS preview Mac App Store Discover screen 06042018

tvOS 12

Non poteva mancare l'aggiornamento per il sistema operativo di Apple TV. La grande novità di tvOS 12 è l'introduzione, per Apple TV 4K, del supporto al Dolby ATMOS, che porta con se la tecnologia audio tridimensionale. Il box multimediale dell'azienda di Cupertino è dunque l'unico streaming player a essere certificato sia per il Dolby ATMOS che per il Dolby Vision.

Inoltre, come già visto lo scorso anno con la risoluzione 4K, tutti i film con audio ATMOS verranno aggiornati gratuitamente per sfruttare questa nuova tecnologia. La strategia di Apple rimane quella di puntare soprattutto sui contenuti in relazione al proprio box multimediale, una scelta che sta progressivamente pagando anche in termini di vendite. Ma non è tutto.

Apple TV 4k screen 06042018

Grazie a tvOS 12 infatti si allargherà la lista di dispositivi con i quali controllare Apple TV. Verrà infatti introdotto un telecomando virtuale nel centro di controllo di iOS, così da poter utilizzare gli iPhone per questo scopo, con l'azienda di Cupertino che si sta adoperando al fine di poter allargare questa possibilità anche ai telecomandi universali di terze parti.

Leggi anche: Recensione Apple TV 4K

I canali televisivi disponibili superano quota 100, con l'introduzione delle notizie dal vivo e degli eventi sportivi dal vivo. Comoda l'introduzione del completamente automatico delle password da iPhone e iPad ad Apple TV. Come già detto per macOS, le novità software sono state pensate per facilitare l'interazione degli utenti con i dispositivi.

Apple TV 4k iPhone X screen 06042018

tvOS 12 è disponibile da oggi per gli sviluppatori. La versione stabile arriverà sotto forma di update gratuito a settembre, e potrà essere installata sulle Apple TV 4K e su quelle di quarta generazione.

watchOS 5

Infine, l'azienda di Cupertino ha rinnovato anche il sistema operativo pensato per il proprio smartwatch. La versione definitiva di wathcOS 5 verrà rilasciata in autunno e potrà essere installata su tutte le versioni di Apple Watch. Il gigante californiano continua dunque a supportare anche la primissima generazione, presentata durante il Keynote di settembre 2014.

Apple watchOS 5 Competitions 02 screen 06042018

La prima grande novità è certamente rappresentata dall'introduzione della funzionalità Walkie-Talkie. Questa consentirà di comunicare con altre persona attraverso la rete LTE o il Wi-Fi, inviando una specifica richiesta di contatto. Una volta che questa verrà accettata, comparirà il pulsante "Talk" da premere per poter parlare in modalità walkie-talkie appunto. Una sorta di alternativa alle chiamate e ai messaggi già visti su Apple Watch.

Interessante la nuova watch face basata su SIRI che, attraverso un sistema di machine learning, fornirà informazioni all'utente in base all'utilizzo quotidiano e ai luoghi in cui viene portato Apple Watch. Non mancherà la possibilità, per questa watch face, di dialogare anche con app di terze parti, con tutta una serie di funzionalità che potranno essere sfruttate.

Apple watchOS 5 Competitions screen 06042018

Inoltre, watchOS 5 porta con se la possibilità di accedere ai podcast direttamente da Apple Watch. Gli episodi saranno automaticamente sincronizzati con gli altri dispositivi dell'azienda di Cupertino, così da offrire all'utente una continuità di ascolto. Da sottolineare anche la possibilità, per le notifiche provenienti da app di terze parti, di poter avere controlli interattivi.

Leggi anche: Apple, 600.000 HomePod spediti nel primo trimestre 2018?

Apple ha introdotto anche nuovi workout, tra cui spiccano yoga e hiking, che si vanno ad aggiungere a quelli già presenti su watchOS. Particolare la funzionalità denominata Competitions, con la quale ci si potrà mettere in competizione con gli altri utenti (a scelta) convididendo i risultati delle proprie attività sportive. Insomma, il concetto di community applicato al mondo dei wearable.


Tom's Consiglia

iPhone 8, nella versione da 64 GB di storage, è in offerta su Amazon con 200 euro di sconto rispetto al prezzo di listino. Lo trovate a questo link.