Xbox

Console war: è tempo di superarla, secondo Phil Spencer

Da tempo immemore, la console war è un tema che è costantemente centrale nelle argomentazioni e nei dibattiti tra videogiocatori. Come sappiamo, infatti, la retorica aggressiva e talvolta tossica che riguarda la console war non è nuova nel mondo della cultura del videogioco e sarà sicuramente esacerbata con l’arrivo di Xbox Series X e PlayStation 5. Probabilmente, è iniziato tutto con Sega vs Nintendo, procedendo con Sony vs Nintendo, e più recentemente abbiamo assistito ad un triplice scontro che vede al fronte addirittura Sony, Nintendo e Microsoft insieme. Volendo, potremmo menzionare anche il PC, se volessimo estendere ulteriormente questo “conflitto videoludico”.

In un’intervista per il quotidiano statunitense The Washington Post, Phil Spencer ha dichiarato di voler fermare questa fatidica console war, sostenendo che l’ossessione che i fan di un’azienda riversano contro le altre non porti davvero a nulla. In fin dei conti, le persone dovrebbero contemplare ed ammirare i giochi che vengono creati per queste console, a parer suo, indipendentemente dalla piattaforma sulla quale li proviamo o che noi abbiamo deciso di supportare.

Xbox One Phil Spencer Microsoft

“L’idea che per far crescere l’industria, alcune aziende debbano avere successo e altre debbano fallire… non aiuta a concretizzare il potenziale che hanno i videogiochi. Dovremmo essere mossi dall’intento di supportare il gioco man mano che un’industria cresce, affinché i creators corrano i rischi maggiori che possono. Quando esce un grande gioco, dovremmo applaudirlo, che si tratti di PC, PlayStation o Switch afferma Spencer. “Dovremmo concentrarci sul settore che amiamo e vederlo continuare a crescere. Dovremmo proteggerlo anche dai suoi problemi” continua il capo del marchio Xbox, continuando a ribadire che se continuiamo a spendere le nostre energie per capire quali tra le console sul mercato – che definisce “pezzi di plastica” – sarà la migliore, scontrandoci animatamente per questo intento, non ci imbatteremo in una “conversazione produttiva”, sicuramente.

Sotto la dirigenza di Spencer, il marchio Xbox si è esteso oltre alla singola console, abbracciando un approccio cross-gen in grado di promuovere un servizio di streaming di Microsoft, xCloud, che possa arrivare in più schermi possibili. Ovviamente, quella di Spencer è un’ottima filosofia, ma a giudicare dai vari commenti presenti su articoli e post sui più noti social network, è molto difficile che Phil Spencer realizzerà il suo desiderio in così poco tempo, specialmente quando questi nuovi sistemi saranno ufficialmente lanciati sul mercato.

In attesa di Xbox Series X, possiamo divertirci ancora con Xbox One S. Acquista questo fantastico bundle su Amazon, che include anche 1 mese di Xbox Game Pass. Se vi interessa solo quest’ultimo servizio, invece, è possibile acquistare sempre su Amazon 3 mesi di abbonamento Game Pass ad un’ottima offerta.