PlayStation 5

PlayStation 5: data di uscita, specifiche e prezzo

Aggiornamento 08 ottobre 2019

Quest’oggi Sony PlayStation ha condiviso nuove informazioni su PlayStation 5. Per iniziare, per la prima volta la società ha confermato che la console si chiamerà effettivamente “PlayStation 5”. Inoltre, è stato confermato il periodo di uscita: la nuova console sarà rilasciata sul mercato a partire dall’inverno 2020; si tratta di un’informazione che un po’ tutti davano per scontato, ma ora ne abbiamo la conferma ufficiale.

Sono state condivise anche le prime informazioni legate al controller della console. L’obbiettivo di Sony, con la next-gen, è di rivoluzionare il feedback tattile per rendere le esperienze di gioco più profonde. Per fare ciò il controller proporrà un feedback aptico, abbandonando la vecchia vibrazione: questo dovrebbe permetterci di percepire sulle mani sensazioni molto diverse; se un personaggio cammina in mezzo all’erba, in una pozzanghera fangosa o se si scontra con un’altra persona, il feedback del controller sarà ben diverso. Inoltre, i grilletti sono stati aggiornati: con PlayStation 5 gli sviluppatori potranno programmarsi per definire la resistenza e dare la sensazione, ad esempio, di tirare la corda di un arco per scoccare una freccia.

È stato anche affermato che l’SSD permetterà di installare in modo più selettivo i giochi, ad esempio scaricando la componente single player e ignorando il multigiocatore: questa funzione sarà disponibile sia in versione digitale che per l’installazione da disco. Anche il lato social è stato potenziato e ci sarà modo di vedere con più precisione cosa fanno i giocatori all’interno di un titolo: i server dei titoli multiplayer forniranno infatti alla console info sulle partite a cui potremo unirci in tempo reale, mentre quelli a giocatore singolo ci illustreranno la missione attualmente in corso da parte del nostro amico.

PlayStation 5: data di uscita, specifiche e prezzo

PlayStation 5 è la nuova console di casa Sony. Si tratta in buona sostanza dell’hardware che rappresenterà la nuova generazione di console, assieme ad Xbox Scarlett, un’ipotetica nuova versione di Switch e l’innovativo sistema di streaming Google Stadia. L’annuncio di Sony che deciso di uscire per quest’anno dal palcoscenico di E3 ha alimentato le voci per le quali proprio l’azienda giapponese potrebbe annunciare a breve l’esistenza di questa nuova console, arricchendo il reveal con magari prezzo, specifiche e possibile data di uscita.

Attenzione: quest’articolo raccoglie tutte le informazioni ad oggi disponibili su PlayStation 5. Chiaramente, non essendoci ancora notizie ufficiali, non possiamo far altro che analizzare e contestualizzare i vari rumors, con la consapevolezza che comunque qualcuno di questi si rivelerà -almeno in parte- vero.

Nelle ultime settimane, come normale che sia, si sono susseguiti diversi rumors relativi ai più disparati campi: dalla parte tecnica, a quella di brevetti e retrocompatibilità, continuando con prezzo ed esclusive al lancio. Con la volontà di arrivare preparati al fatidico giorno, abbiamo deciso di raccogliere in questo articolo tutte le notizie ufficiali e ufficiose.

Cerchiamo dunque di fare ordine, e affrontare con senso logico i vari aspetti che andranno a comporre la potenziale offerta di PlayStation 5: prezzo, specifiche e uscita, sia attraverso questo articolo che tramite un video a esso dedicato. Buona lettura e buona visione. Fateci sapere cosa ne pensate.

PlayStation 5, la nuova ammiraglia di Sony

Più passano i mesi, più sono le informazioni che stanno emergendo per quanto concerne la nuova console di Sony che molto probabilmente seguirà il trend delle precedenti chiamandosi PlayStation 5 e continuando quindi con una chiara connotazione numerica.

Tutta la generazione PlayStation, dalla prima alla quarta versione

I rumor emersi sono davvero tanti e in parte vengono “confermati” da recenti brevetti depositati dalla stessa casa giapponese che come sempre cercherà di puntare sull’innovazione e la potenza.

Proprio quest’ultimo è uno degli aspetti su cui Sony punta tantissimo, anche per consentire ai propri studi first party di sviluppare videogiochi graficamente sbalorditivi e tecnicamente impressionanti sia per quanto concerne le animazioni che per l’intelligenza artificiale, vero punto debole dei videogiochi moderni.

Una console potente richiede quindi un hardware performante e tecnologicamente a passo con i tempi. Queste sono le specifiche ufficiali di PlayStation 5, rivelate da Mark Cerny in persona su Wired:

  • CPU: ZEN 2 a sette nanometri
  • GPU: NAVI custom con chip dedicato al ray tracing.
  • SSD – da confermare il modello –

Il SOC AMD includerà  un’unità personalizzabile per l’audio tridimensionale, Assenti per ora RAM e frequenza sia di GPU che della CPU. Confermato l’SSD, ancora non è sicuro il tipo, molto probabilmente ne sapremo di più nei prossimi mesi.  La console supporterà la risoluzione 8K – presumibilmente per i film, tramite un upscale. Per quanto riguarda l’interfaccia e il sistema operativo, PlayStation 5 permetterà di scegliere quali parti di giochi installare – solo campagna o solo multiplayer – in più il sistema aiuterà il giocatore a trovare le partite grazie all’utilizzo dello stesso OS.

E il controller? Non abbiamo ancora foto ufficiali del nuovo Dualshock – ammesso che si chiami così – tuttavia Sony ha confermato numerose novità, come un nuovo sistema aptico per i grip e dei nuovi force feedback per quanto concerne i grilletti L2 e R2, insomma sarà un pad completamente rivoluzionato, migliorando anche alcuni aspetti come lo speaker integrato. Il dev kit ufficiale è stato finalmente confermato attraverso un render, ha una forma un po’ futuristica ma non è chiaro se alla fine sarà simile alla versione ufficiale della console. PlayStation 5 uscirà durante l’inverno 2020 a un prezzo non ancora confermato ma che si potrebbe attestare intorno ai 499 euro.

Il render del DevKit ufficiale di PS5

Brevetti tecnologici

La potenza non è però tutto e Sony questo lo sa. Lo dimostrano i diversi brevetti depositata dall’azienda giapponese, in cui viene più volte citata la retrocompatibilità e il deep learning. Nel primo caso si tratta di una caratteristica molto richiesta da parte della community PlayStation, proprio per questo motivo PlayStation 5 sarà retrocompatibile con tutti i titoli PlayStation 4. Per PlayStation 3 e PlayStation 2 si dovrà necessariamente sfruttare PlayStation Now, salvo eventuali cambiamenti futuri.

Proprio il digitale, in forte crescita, avrà un ruolo centrale in futuro. Per questo motivo Sony sta pensando di garantire un futuro dove i giocatori possono acquistare in digitale e magari rivendere o scambiare le proprie licenze, un po’ come il mercato dell’usato fisico. Questa ipotesi nasce dall’ennesimo brevetto depositato dall’azienda giapponese, che tra le altre cose, suggerisce anche qualcosa di legato cloud  e ai salvataggi su svariati dispositivi diversi.

Anche PlayStation VR è ancora fondamentale per la società giapponese, un recente brevetto depositato in Giappone lascerebbe intendere che Sony stia lavorando a un PlayStation VR 2.0 totalmente wireless e quindi senza cavi di sorta. Il primo PlayStation VR, tuttavia, sarà compatibile con Ps5

Il brevetto più interessante e innovativo, però, potrebbe essere quello legato al deep learning. Skullzi, uno YouTuber ha trovato un brevetto, schedato nell’ottobre 2018, che suggerisce la possibile presenza di un sistema fondato sul deep learning all’interno di una console da gioco, con lo scopo di adattare l’esperienza del giocatore allo suo stile. Non si tratterebbe di una novità assoluta, alcuni giochi si adattano al giocatore, in base al suo modo di agire, ma si è sempre trattato di qualcosa lasciato in mano agli sviluppatori. Un esempio concreto sono i drivatar di Forza Motorsport e Forza Horizon.

Un'immagine dedicata al brevetto del Deep Learning

In questo specifico caso, però, si parla di qualcosa più legato ai dati di più giochi che potrebbero essere raccolti per adattare altri titoli all’esperienza del giocatori. Magari il gioco capisce che un determinato giocatore è abile e rimuove automaticamente i messaggi di tutorial o meglio ancora capace di settare la sensibilità del controller in base al nostro stile di gioco.  Il brevetto in sé (che potete trovare a questo indirizzo) è piuttosto espanso nelle descrizioni e bisogna comunque sottolineare che rimane un rumor, come i brevetti sopraindicati.

Le esclusive

Ogni console di nuova generazione merita di essere lanciata con delle esclusive di livello che ne esaltino le caratteristiche e anche PlayStation 5 ha la sua dose di titoli di pregio che si rumoreggia possano arrivare già al lancio, tra questi Horizon 2 è sicuramente quello più papabile, visto che Guerrilla Games dopo l’uscita di Horizon Zero Dawn nel 2016, dichiarò di essere già al lavoro sul secondo capitolo.

Ghost of Tsushima potrebbe essere, invece, dei titoli di lancio della nuova piattaforma grazie alla possibilità del cross-gen legato a PlayStation 4, come confermato da Mark Cerny. Anche Bloodborne 2 potrebbe giungere su PS5 al lancio, visto che parliamo comunque di una delle esclusive più apprezzate di PlayStation 4 e che FromSoftware ha sempre tenuto aperto uno spiraglio per un eventuale seguito.

PlayStation Plus Premium in arrivo?

Alcuni rumor provenienti da SegmentNext, parlano di un abbonamento premium per il Plus che consentirebbe di accedere a giochi in Alpha o in Beta e addirittura poter creare server privati sui diversi titoli. La stessa fonte parla di un annuncio di Ps5 che potrebbe arrivare durante il secondo trimestre del 2019 e l’arrivo sul mercato previsto per i primi mesi del 2020.

PlayStation 5: prezzo e data di uscita rivelati?

Sony PlayStation, tramite le pagine del PS Blog ha confermato ufficialmente che PlayStation 5 sarà rilasciata nell’inverno 2020. Non ha però ancora indicato il costo della console e delle possibili varie versioni disponibili al lancio.

Mark Cerny annuncia le specifiche ufficiali

Su Wired, Mark Cerny ha raccontata che diversi dev stanno lavorando su PlayStaion 5 e che sfrutterà il ray tracing con GPU Navi e CPU Zen 2, avrà un SSD e sarà retrocompatibile con PlayStation 4.

Sempre tramite le pagine di Wired, Mark Cerny ha annunciato che PlayStation 5 disporrà di un chip dedicato al ray tracing: si tratta di una caratteristiche molto importante, perché significa che tale tecnologia non peserà sulla CPU/GPU.

Inoltre, sono state illustrate le prime caratteristiche del controller (attualmente ancora senza nome ufficiale): l’obbiettivo di Sony è rivoluzionare l’importanza del tatto nei videogiochi e per farlo ha introdotto due novità. La prima è un feedback aptico che sostituisce la vecchia vibrazione: Jim Ryan afferma che grazie al nuovo controller potremo veramente sentire la differenza tra un impatto di un auto contro un muro o lo scontro tra due giocatori, così come percepiremo la differenza nel camminare tra un campo d’erba o correre dentro delle pozzanghere fangose. La seconda novità è invece legata ai grilletti: L2 e R2 saranno programmabili dagli sviluppatori per resituire un feedback diverso, impostandone la resistenza. In questo modo potremo percepire, ad esempio, la sensazione di tirare la corda di un arco per scoccare una freccia.

Infine è stato spiegato che l’SSD concederà una nuova capacità agli utenti: potremo installare in modo selettivo i giochi, sia digitali che da disco, decidendo quali parti installare (ad esempio solo il single player, ignorando il multigiocatore) e quali eliminare nel caso sia abbia istallato tutti pacchetti. In questo modo potremo gestire i dati in modo più preciso e libero. Anche il lato social è stato potenziato: potremo avere più informazioni su quello che i nostri amici stanno facendo anche senza dover essere all’interno dello stesso loro gioco.