eSports

Coronavirus e Twitch: Lando Norris batte ogni record

L’emergenza Coronavirus ha messo in moto la macchina degli streaming su ogni tipo di piattaforma: abbiamo visto star del calcio giocare a Fornite, giocatori dell’NBA improvvisare partite online e sopratutto incrementi nei numeri dei più  grandi streamer su Twitch. Non solo il calcio e il basket, ma sembra che anche la Formula 1 abbia i suoi astri nascenti nel mondo dello streaming. In particolare Lando Norris, un giovanissimo astro nascente della F1, si è riscoperto streamer dopo la cancellazione del GP D’Australia, del Bahrain e del Vietnam da parte della FIA. Il giovane preso dalla noia si è dato allo streaming compulsivo frantumando ogni record sulla piattaforma.

Norris è un giocatore incallito di iRacing; vantando oltre 200.000 follower su Twitch, mai si sarebbe aspettato un successo del genere. L’altro giorno infatti lanciando lo streaming con titolo “Not the AUS GP“, ha visto i suoi numeri schizzare alle stelle. In pochi minuti, si sono riversati sul suo canale più di 24.000 persone che continuavano a crescere di minuto in minuto. Dopo un paio di ore, il giovane pilota si è ritrovare a streammare per oltre 70.000 spettatori che lo osservavano mentre si dilettava sul simulatore automobilistico. Il pilota della McLaren che di solito è abituato alla pressione delle gare, molto probabilmente non si aspettava tutto questo seguito.

Coronavirus

Lui stesso durante lo streaming ha affermato: “Sono più nervoso ora di quando guido la macchina reale!”. Sembra quindi che anche in assenza della F1, il giovane pilota potrà avere una florida carriera come streamer. In questo periodo di emergenza da Coronavirus, stiamo assistendo a una colonizzazione dello streaming come servizio per rimanere in contatto con i propri fans. Chissà se questo farà anche da apripista per maggiori risvolti futuri. Magari molti piloti o alcuni investitori potranno cominciare a pensare di trasmettere gare completamente in diretta online, dato il seguito che i singoli atleti stanno avendo durante questo periodo.

Titoli come Fortnite, Call of Duty e FIFA in questo periodo di quarantena da Coronavirus sono sicuramente i più in voga, sopratutto perché più vicini alla cultura “casual” del videogiocatore. Non sono da sottovalutare però tutte queste star che entrano di soppiatto all’interno delle piattaforme di streaming, perché riescono a portare una grande mole di pubblico anche a chi lo streamer lo fa di professione e magari, riesce ad incrementare anche il suo bacino di utenza non solo durante questo periodo di quarantena.

Se volete divertirvi anche voi a guidare nei più grandi GP di tutto il mondo, potete acquistare F1 2019 su Amazon cliccando qui