Giochi PC

Destiny 2 Oltre la Luce, l’espansione riparte dai giocatori e dall’Oscurità

Destiny 2 Oltre la Luce è un’espansione ambiziosa, il ponte di collegamento tra l’eredità lasciata dal primo indimenticabile Destiny e un roseo futuro che punta senza paure già al 2022. Oltre la Luce è il primo contenuto di una trilogia che non ha nessuna intenzione di ripercorrere i passi falsi che hanno portato alla dispersione di Guardiani nel passaggio da Destiny a Destiny 2 e, nonostante le forze produttive attualmente disponibili non permettono allo studio di Seattle di replicare la grandezza de I Rinnegati, le conseguenze di questa espansione potrebbero avere un impatto ancora più forte, ma non c’è più margine per gli errori. Questa è l’ultima chiamata per l’MMO di Bungie. Oggi, 10 novembre, si inaugura l’anno 4 ed è arrivato il momento che Destiny 2 porti a compimento la missione identità ritrovata iniziata ormai da tempo. Abbiamo discusso del passato e futuro di Destiny 2 insieme al General Manager Justin Truman, durante una tavola rotonda qualche giorno prima che la nuova espansione fosse finalmente disponibile.

Tra poche ore ci ritroveremo a sfrecciare in viaggi spaziali dalla Torre alle tante location che compongono il sistema solare, tra queste fanno ritorno il Cosmodromo e l’attesissima Europa, bramata per anni, stuzzicati solo da meravigliosi concept art iniziati ancora prima che Destiny 2 uscisse e dai rumour circolanti a partire dal 2013. Avremo tempo questa volta per rivedere una vecchia amica, l’Ignota Exo, sparita troppo frettolosamente dai radar al termine del primo Destiny. Da quando siamo diventati indipendenti [lavorare a Destiny] è stato terrificante, stimolante ed eccitante allo stesso tempo. Racconta Justin Truman, gli unici aspetti che determinano ciò che decidiamo di mettere nel gioco sono il nostro volere e quello dei giocatori. Ora siamo totalmente responsabili del successo e delle tribolazioni di Destiny.

Ciò che abbiamo imparato con la community di Destiny è che è meglio essere trasparenti quando facciamo piani, è meglio essere sinceri su dove siamo diretti e sul nostro impegno per Destiny 2 per gli anni a venire. L’emergenza globale Covid-19 ha sicuramente scombussolato parte di quei piani, del resto Oltre la Luce era inizialmente previsto a settembre, ma Justin Truman è fermamente convinto che la community apprezzi la trasparenza. Sembrano ormai solo brutti ricordi lontani i silenzi e le incertezze dopo la pubblicazione della Maledizione di Osiride, del resto gli effetti positivi del nuovo corso più orientato al dialogo e alla discussione aperta li abbiamo già percepiti nel corso di Ombre dal Profondo. Destiny è un gioco che si costruisce tassello dopo tassello, è influenzato da tutto ciò che è venuto prima e da queste esperienze trae forza per tracciare la rotta successiva.

Non vediamo Destiny 2 come un gioco che si acquista in una scatola dallo scaffale di un negozio, consideriamo Destiny come un universo a cui le persone accedono e in cui si incontrano con i loro amici, [un universo] che si evolve nel tempo. Ciò che non vogliamo fare è rilasciare una nuova versione che fratturi di nuovo la comunità come abbiamo fatto con Destiny e Destiny 2. Oggi è più facile che mai entrare a far parte di questa grande famiglia. Nel corso degli anni Destiny 2 ha raggiunto un numero crescente di piattaforme, incluso il cloud di Stadia e il servizio in abbonamento Game Pass di Microsoft e dall’8 dicembre si appresta ad abbracciare totalmente la next gen di PS5 e Xbox Series X e S.

La versione ottimizzata per le console di nuova generazione è prevista per l’8 dicembre, anche se alcuni miglioramenti sono già percepibili in modalità retrocompatibilità. La versione ottimale però farà sfoggio di risoluzione 4K – 1080p su Series S – a 60fps, con l’aggiunta di alcune funzionalità vitali anche su console come il campo visivo regolabile e caricamenti più rapidi. Nel corso della chiacchierata con Truman abbiamo avuto la conferma che Destiny 2 supporterà anche il feedback aptico del DualSense e che c’è un grande e sentito interesse per quanto concerne il cross-play, ma se ne riparlerà meglio più avanti con l’avvicinarsi del prossimo anno.

Tra le novità più importanti che Oltre la Luce porterà con sé c’è il nuovo potere elementale della Stasi che va ad aggiungersi ai tre tipi di danno vuoto, arco e solare. Ciò si traduce in una nuova sottoclasse per ciascuna classe di guardiani: Vincolatore dell’ombra per gli Stregoni, Behemoth per i Titani e Revenant per i Cacciatori. Ogni aspetto del gioco sarà toccato dal potere dell’Oscurità, dalla storia al combattimento, passando per la personalizzazione sempre più marcatamente rpg. Incuriositi dalle potenzialità di questa nuova arma, abbiamo chiesto a Truman se ci sono piani in futuro per aggiornare anche le vecchie sottoclassi al sistema di personalizzazione di Nature e Frammenti – potenziamenti che permettono a una sottoclasse di sbloccare abilità e bonus passivi.

Al momento non stiamo pianificando di farlo, in parte perché una delle cose che stiamo cercando di fare con la Stasi è di farla sembrare diversa. La Stasi non è come gli altri tipi di danno perché non proviene dalla Luce come Arco, Solare e Vuoto. E quindi lo schermo dell’interfaccia utente ha un aspetto diverso, il modo in cui ci si potenzia è diverso e questa è una scelta intenzionale perché volevamo che l’Oscurità fosse diversa dalla Luce.

La Stasi si concentra sul controllo del territorio, un cambiamento che può rivelarsi epocale per un gioco che da sempre ha fatto grandissimo affidamento su meccaniche orientate al puro danno. Abbiamo quindi voluto chiedere a Truman che impatto potrà avere in particolare sul Crogiolo. Puoi rallentare i nemici, congelarli e puoi anche avere un impatto sull’ambiente. Puoi creare colonne di ghiaccio per bloccare gli spazi, puoi crearle orizzontalmente al muro per ottenere dei punti di vantaggio. Abbiamo testato tutti questi aspetti ogni giorno per circa sei mesi e siamo sicuri che movimenterà lo stato attuale del Crogiolo, ma siamo davvero entusiasti e penso che sarà un’aggiunta avvincente ma ben bilanciata all’interno del meta del sandbox di Destiny.

I giocatori potranno provare tutte le novità a partire da oggi, ma quando l’aggiornamento sarà concluso e Destiny si riaccenderà dopo un blackout durato 14 ore, le destinazioni di Marte, Io, Titano, Mercurio, il Leviatano e le relative attività non saranno più presenti. In molti, per giorni, si sono chiesti se ci sarebbe stato un evento conclusivo come avvenuto per l’Onnipotente. Questa notte, intorno all’1 italiana fino alle 3:50 del mattino, prima che i server si spegnessero, è stato possibile riunirsi in Torre per osservare il Viaggiatore pulsare e risanare le sue fratture. A conclusione anche una missione ambientata nell’Ultima Città per guardare più da vicino il grande evento che anticipa l’arrivo di Oltre la Luce. Vedere una forza cosmica come il Viaggiatore in azione è sempre spettacolare, soprattutto se pensiamo a come è iniziato Destiny 2, privati della benedizione della Luce. Tre anni dopo siamo pronti ad abbracciare l’Oscurità.

Qualche giorno fa abbiamo chiesto a Truman se avremmo dovuto aspettarci più eventi di questo tipo per Oltre la Luce e i contenuti futuri. Che siano eventi come l’Onnipotente o come le Fondamenta Empiree, Bungie crede che ci sia del valore in ognuna di queste differenti tipologie di intrattenimento. È sicuramente qualcosa che ci interessa fare di più andando avanti. Continuiamo a cercare l’equilibrio tra gli eventi in tempo reale che tutti i giocatori possono sperimentare, ma che hanno una natura più passiva, e gli eventi a cui i giocatori partecipano attivamente, ma che di conseguenza non permettono a tutti di provare esattamente la stessa esperienza. Stiamo cercando di spingere il gioco in avanti in entrambe le direzioni.

Siamo fermamente convinti che Destiny sia un gioco sociale. Si tratta di giocare e fare esperienze con altre persone, quindi siamo sempre alla ricerca di modi interessanti per farti provare qualcosa condividendolo con molte altre persone allo stesso tempo, ha dichiarato il general manager. Più di una serie nel Crogiolo, un raid perfetto o una vittoria strappata nelle Prove, sono gli amici che incontrate nel viaggio il valore aggiunto di Destiny, che sia il vostro sesto anno consecutivo o il primo.

Nei prossimi giorni avremo modo di approfondire tutti gli aspetti introdotti in Destiny 2 Oltre La Luce per la nostra recensione, preparandoci alla scalata di potere per l’inizio della Stagione della Caccia e per l’Incursione nell’affascinante e misteriosa Cripta di Pietrafonda. Per tutti i nuovi giocatori si riparte dal Cosmodromo con una nuova esperienza guidata che rivisita quanto proposto da Una Nuova Luce. Destiny 2 e la sua espansione Oltre la Luce sono disponibili a partire da oggi, 10 novembre, e ci accompagneranno fino a gennaio. Rimanete sulle pagine di GameDivision per sapere cosa ne pensiamo della nuova espansione.

Perché non aggiungere alla propria collezione una bella statuetta dedicata all’Ignota Exo? Su Amazon è disponibile per l’acquisto.