E3 2021

E3 2021, i migliori giochi della redazione

Anche questo E3 2021 si è concluso. La fiera più importante dell’anno per quanto concerne i videogiochi è tornata, seppur in formato digitale, portando con se numerosi annunci e anteprime di titoli che vedremo nel corso dei prossimi mesi e anni. Pur non essendo stata indimenticabile, ci ha un po’ fatti tornare ai bei tempi quando la seconda settimana di giugno diventava un po’ la festa di tutti i giocatori.

Quest’anno la redazione di GameDivision ha coperto l’evento interamente con ben 30 ore di dirette, più di 100 notizie e quasi 40 anteprime. Un risultato di cui andiamo fieri e che mette le basi di quello che sarà il futuro redazionale per i prossimi mesi. Parte di questo risultato non sarebbe stato possibile se non grazie a voi che ci seguite e supportate ogni giorni, grazie!

Arriviamo ora al punto dell’articolo: abbiamo sviluppato un sondaggio interno per decidere i 10 titoli che ci hanno colpito di più durante la manifestazione e gli eventi correlati alla stessa. Non si tratta di una top 10, ma di dieci titoli che ci hanno lasciato qualcosa sotto diversi aspetti, da quelli tecnici a quelli emozionali. Fateci sapere nei commenti la vostra lista dei giochi che vi hanno colpito di più.

Forza Horizon 5

Forza Horizon 5 è stato probabilmente il vero punto forte della conferenza Xbox + Bethesda di domenica 13 giugno. Playground Games non sembra sbagliare un colpo e il nuovo capitolo della popolare serie racing game sembra davvero sensazionale sotto ogni aspetto, in particolare da quello tecnico/grafico. Il gioco uscirà anche su Xbox One, ma non si può dire che mostri già una natura next-gen piuttosto marcata.

Non vediamo sinceramente l’ora di vedere un primo gameplay di Fable, considerando il lavoro del team potremmo trovarci dinanzi a qualcosa di davvero incredibile. Per ora dovremmo “accontentarci” di un Forza Horizon 5 che sembra davvero incredibile; un titolo che gli appassionati di auto non potranno di certo farsi mancare il prossimo 9 novembre su PC, Xbox One, e Xbox Series X|S (ovviamente compreso su Xbox Game Pass).

Zelda Breath of the Wild Sequel

Per molti il Direct di Nintendo svoltosi durante l’E3 non ha mantenuto le aspettative… ma è indubbio che il nuovo trailer del sequel di Zelda Breath Of The Wild abbia chiuso degnamente la conferenza del Colosso di Kyoto. Un minuto e mezzo atto a generare non solo tantissimo hype nei fan della saga pluridecennale di Nintendo ma, sopratutto, a presentare alcune delle novità che i giocatori troveranno in questo attesissimo seguito.

Un Link per molti aspetti diverso, un potenziale ritorno di Ganondorf, un intero cielo composto da isole sospese tutto da esplorare e il braccio del nostro eroe che pare avere assorbito il potere della tavoletta Sheika per offrire a Link una serie di nuovi poteri ancora da scoprire. Se poi aggiungiamo all’equazione un 2022 come finestra d’uscita e la dichiarazione di Nintendo che “rivelare il titolo potrebbe anticipare troppe delle sorprese in serbo per i fan“, si ha la formula perfetta per risollevare, parzialmente, le sorti di una conferenza che ha, letteralmente, spaccato l’opinione generale.

Elden Ring

Il gioco più atteso della manifestazione? Si, senza dubbio. Elden Ring si è mostrato finalmente con un trailer in game e la reazione dell’utenza è stata estremamente positiva, compresa la nostra. Ciò che ci ha colpito è senza dubbio l’art style e il design, che ancora una volta sembra essere una spanna/due sopra alla concorrenza in tutto e per tutto. From Software, insomma, non sembra sbagliare.

Attendiamo ora di vedere e saperne di più per quanto riguarda la componente open world, così da capire se ci troveremo dinanzi a un Dark Souls più aperto o a qualcosa di completamente differente. Il gioco uscira il prossimo 21 gennaio 2022

Riders Republic

Ubisoft ci ha sorpreso con una produzione fresca e potenzialmente in grado di tenere incollati gli amanti degli sport estremi di tutto il mondo. Sette regioni che compongono un’immensa mappa open world liberamente esplorabile, corse fuori di testa per 64 giocatori, quattro carriere differenti, tonnellate di contenuti e, soprattutto, un gameplay sopra le righe e che non si prende sul serio. Riders Republic è quel letale mix fra un arcade “caciarone” e un comparto tecnico imponente che, con il giusto supporto, potrebbe diventare un Must Have del prossimo periodo autunnale.

Marvel’s Guardians of the Galaxy

Nonostante la conferenza Square-Enix non sia stata di grande impatto, Marvel’s Guardians of the Galaxy ci ha lasciato buone sensazioni. Specifichiamo che noi abbiamo avuto modo di vederlo in maniera più approfondita a porte chiuse, di conseguenza il nostro apporto al gioco è diverso rispetto a chi lo ha visto solo dalla conferenza principale.

Il formato interamente single player ci ha convinto, così come il buonissimo character design che ci è sembrato di tutt’altro livello rispetto al tanto criticato Marvel’s Avengers. Noi ci auguriamo che Eidos possa aver realmente creato un prodotto di grande livello, ma per saperlo dovremmo attendere il 26 ottobre 2022.

Replace

The Last Night? No, Replace. Questo titolo indipendente mostrato durante la conferenza Xbox + Bethesda ha da subito colpito addetti al settore e appassionati della Pixel Art. Il gioco ricorda molto da vicino il tanto agognato The Last Night, ormai sparito dai radar (e probabilmente cancellato) e questo già basta per consideralo è una delle opere più attese del 2022 (compreso su Xbox Game Pass).

Metroid Dread

Metroid 5. C’è bisogno di dire altro? In molti lo hanno chiamato “la fiera del retrogaming”… noi ci limitiamo a definirlo “il ritorno di una grande serie”. Eh già, perchè a conti fatti Prime è una deviazione meravigliosa su una serie che fa della grafica in due dimensioni, delle mappe articolate e di tutti quegli elementi che hanno coniato il genere metroidvania, i suoi punti di maggior forza. E tutti questi elementi in Metroid Dread sono semplicemente ritornati più in forma che mai.

Se a tutto questo aggiungiamo tuta una serie di meccaniche inedite, atte a rendere maggiormente attuale il gameplay che avevamo lasciato 19 anni fa con Metroid Fusion, non possiamo che essere in trepidante attesa nello scoprire se Nintendo riuscirà a ritornare in grande stile in un genere che nel corso di tutti questi anni ha visto numerosissimi esponenti celebri salire sul trono al posto suo.

Mario + Rabbids Sparks of Hope

Non staremo qua a ripetervi quanto sia stata importante per il panorama videoludico, l’impresa compiuta da Ubisoft Milano nel realizzare una delle esclusive più importanti del primo anno di vita di Switch. Ma siamo qui per dirvi che laddove era più che normale aspettarsi un sequel del primo Mario + Rabbids, non ci si aspettava di trovarsi di fronte a un trailer pronto a mostrarci quanto Sparks of Hope non sarà un semplice more of the same, quanto più un ulteriore passo in avanti all’interno della visione di un team che prova tanto, tantissimo amore per l’iconografia costruita da Nintendo.

Fra galassie da esplorare, nuovi nemici, una Rabbid Rosalina che promette di fare scintille e nuove meccaniche di gioco, Mario + Rabbids Sparks of Hope sarà, nuovamente, pronto a contendersi con il sequel di Breath Of The Wild il trono di esclusiva più importante del 2022 di Nintendo Switch… e noi non vediamo l’ora di giocarli entrambi.

Battlefield 2042

Battlefield torna e lo fa in grande stile cercando di far pace con una community che non aveva particolarmente apprezzato il Battlefield V. Il nuovo capitolo della serie targata DICE, però, sembra avere le carte in regola per tornare in grande stile, grazie a un Frostbite spaventosamente impressionante e combattimenti su larga scala dal sapore che ricorda molto Battlefield 3.

Battlefield 2042 è quindi un salto nel passato che prova a incontrare il presente, dai primi trailer questo sembra possibile, ma occorrerà attendere ancora un po’ per poter dire la nostra in maniera ufficiale. Ora come ora, il gioco ci è parso in ottima forma, speriamo non ci deluda l’esperienza finale.

S.T.A.L.K.E.R. 2: Heart of Chernobyl

Quando lo abbiamo visto quasi non ci credevamo. S.T.A.L.K.E.R. 2 sembra davvero bellissimo e ricalca le atmosfere che ci ha regalato il primo indimenticabile S.T.A.L.K.E.R. Shadow of Chernobyl: praterie radioattive cosparse da temibile creature e anomalie, laboratori segreti con mostri invisibili e guerriglie urbane. Siamo piacevolmente rimasti sorpresi dall’impatto visivo e dalla qualità tecnica, non credevamo che il team riuscisse davvero a raggiungere un tale risultato.

Il titolo è previsto per il 28 aprile 2022 su PC e Xbox Series X|S (compreso su Xbox Game Pass) e manterrà intatte le meccaniche Action-GDR che hanno reso grande i precedenti capitoli.