Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Final Fantasy poteva diventare un’esclusiva Xbox

Stando a quanto riportato nei libri di Rusel Demaria, Microsoft sfiorò l'acquisizione dell'attuale Square Enix nel 1999.

Nei libri di Game of X v.1 e 2 dell'autore Rusel Demaria è riportato un enorme retroscena che rivela un accordo per l'acquisizione di SquareSoft da parte di Microsoft. Come sarebbe cambiato lo scenario videoludico se serie come Final Fantasy e Kingdom Hearts fossero diventate esclusive Xbox?

Microsoft in quegli anni stava preparando l'esordio nel mondo delle console, avvenuto nel 2001 con Xbox, e Bill Gates aveva messo gli occhi sul gigante giapponese degli RPG SquareSoft, in un periodo in cui la serie di Final Fantasy era al suo massimo splendore grazie al settimo capitolo nel '97 e all'ottavo capitolo nel '99 su PS1.

A quanto pare la trattativa era arrivata quasi alla fumata bianca ma fu interrotta all'ultimo a causa delle richieste di Square. Lo sviluppatore giapponese aveva infatti rivalutato il valore dei propri asset e per questo chiese molti più soldi a Microsoft.

Uno dei protagonisti della trattativa, Rick Thompson, ricorda che SquareSoft "voleva qualcosa come 1,5 miliardi dollari per metà della società", che era molto di più di quello che il colosso di Redmond era disposto a sborsare. Così non se ne fece nulla.

L'indiscrezione arriva dopo le voci di questi giorni, che vedono un interessamento di Microsoft verso EA, PUBG o Valve. Voci non confermate (ovviamente).

Kingdom Hearts