eSports

Fortnite, la madre del pro-player bannato afferma: “Mio figlio soffre molto”

La vicenda di Jarvis, il pro-player di Fortnite bannato da Epic Games per aver usato un cheat, è ormai ben nota. Sappiamo tutti che il giocatore ha usato un aimbot nelle partite pubbliche (non nei tornei) per poter divertire il pubblico, e sappiamo che Epic ha comunque deciso di mantenere una linea di tolleranza zero, senza preoccuparsi del fatto che si tratta di un professionista. Sappiamo anche che Ninja, famosissimo nome nel mondo dello streaming di Fortnite, ha affermato che si tratta di una reazione eccessiva. Sappiamo però cosa pensa la mamma di Jarvis?

Be’, ora sì. Tramite le pagine di MailOnline, Barbara Khattri, questo il nome della madre del pro-player di Fortnite, ha affermato che suo figlio “soffre molto. Ama quel gioco. Non è cattivo e ciò di cui sono certa è che se si fa un errore che non danneggia fisicamente nessuno, dovrebbe esserci la possibilità di fare ammenda.

Nessuno potrà salvare Jarvis dal ban
Fortnite Capitolo 2 Stagion 1

La donna ammette che il giovane ha sbagliato, ma ritiene che la community videoludica dovrebbe ripensare al modo in cui si comporta con le persone. Bisogna però sottolineare che sono molti i fan di Jarvis che lo hanno sostenuto, creando anche un hashtag “freejarvis”. Ninja, come già detto, ha difeso il collega, ricordando che dopotutto si tratta solo di un ragazzino, ammette però che è stato “stupido a comportarsi in questo modo”.

Non crediamo, in ogni caso, che le parole della madre di Jarvis possano servire a cambiare qualcosa. Epic Games si è già espressa chiaramente e a questo punto tornare sui propri passi sarebbe solo un danno alla propria credibilità per i creatori di Fortnite. Jarvis è stato l’esempio che servirà da lezione a tutti gli altri cheater, come quello che ha eliminato Myth proprio mentre parlava in live della questione.

Fortnite è un gioco per persone oneste, potete acqusitare un pacchetto di contenuti speciali proprio a questo indirizzo.