Altre Console

Google Stadia Pro gratis, vale la pena provarlo?

Non solo Google Stadia Pro ma, in genere, qualsiasi offerta gratis vale la pena di essere provata. Considerando però le tante variabili sul funzionamento della piattaforma di gioco in streaming è meglio avere chiari un paio di aspetti: potreste trovarvi a iscrivervi e ad attivare il vostro account per poi scoprire che non avete dispositivi che supportano a pieno Google Stadia oppure potreste scoprire che ci sono giochi che non vi interessano.

Per quanto gratis, dunque, non è così immediato capire se per tutti gli utenti vale la pena provare Google Stadia Pro: qui vi proporremo alcuni motivi per scegliere la prova gratuita, sopratutto in questo periodo trascorso prevalentemente a casa.

Google Stadia

Google Stadia Pro resterà gratis per circa due mesi

L’8 aprile scorso la società di Mountain View ha annunciato che Google Stadia Pro sarebbe stato gratis per i prossimi due mesi in 14 paesi, ovvero sino al mese di giugno. Chi è già abbonato a Google Stadia Pro, invece, non pagherà la quota mensile per lo stesso periodo di tempo.

«Stiamo attraversando uno dei periodi più difficili della storia recente. Mantenere la distanza sociale è vitale ma restare a casa per molto tempo può essere difficile e fa sentire isolate le persone» ha dichiarato Phil Harrison, il vice presidente di Google Stadia nel messaggio apparso sul sito ufficiale che annunciava i mesi gratuiti.

Google Stadia Pro ha nove giochi gratis

Con l’iscrizione a Google Stadia Pro ci sono anche disponibili nove giochi gratis. Uno di questi è Grid (2019), sicuramente uno dei più famosi dato che si tratta di un nuovo capitolo della popolare serie di corse di Codemasters che può anche essere giocato anche in multiplayer. Gylt, sviluppato dallo studio indipendente spagnolo Tequila Works, è un titolo in esclusiva per Google Stadia e ambientato in un mondo surreale e a tratti inquietante dove la protagonista dovrà andare in cerca della cugina scomparsa.

I nove titoli disponibili con Google Stadia Pro riescono a coprire un po’ tutti i generi come quello musicale con Thumper, quello dei puzzle game con Stacks On Stacks (On Stacks), mentre Spitlings è una versione hardcore dei classici giochi arcade, SteamWorld Dig 2 è invece un’avventura in stile metroidvania e SteamWorld Quest uno spin-off RPG della stessa serie. Inoltre c’è anche Serious Sam Collection che comprende quattro titoli della famosa serie di sparatutto giocabili in multiplayer sia cooperativo che uno contro l’altro.

GYLT  Google Stadia

Destiny 2 vi terrà impegnati molto a lungo

Abbiamo lasciato volutamente fuori dal gruppo dei giochi, Destiny 2. Il titolo di Bungie è uno sparatutto in prima persona multigiocatore free-to-play ad ambientazione fantascientifica. Sulla versione Stadia sono state espresse alcune riserve legate sopratutto al lag ma trattandosi di fatto di una prova gratuita di due mesi vale la pena provarlo

Trattandosi di un gioco online Destiny 2 è sicuramente uno di quei generi di titoli che in un periodo prolungato di quarantena può tenervi impegnati a lungo con l’esplorazione dell’open-world e dei dungeon disponibili senza contare una buona e immancabile dose di grinding che un gioco del genere prevede per poter ottenere armi e armature più rare. Ovviamente, in quanto MMO, si presta bene per chi ha a disposizione per molto tempo il PC o il televisore di casa e anche un altro gruppo di amici appassionati del genere con cui condividere le avventure.

Destiny 2 (2017)
Destiny 2 Ombre dal Profondo

Google Stadia Pro è adatto al multiplayer locale

Nel parlarvi dei giochi disponibili su Google Stadia Pro abbiamo accennato anche a quelli che prevedono una modalità multigiocatore, sopratutto locale. Questo è secondo noi un punto a favore dato che non è proprio facilissimo trovare delle esperienze multiplayer gratis e che allo stesso tempo siano anche valide dal punto di vista del gameplay. Il già citato Serious Sam Collection, per esempio, permette di giocare sino in quattro localmente con lo splitscreen condiviso, mentre Stacks On Stacks (On Stacks) può contare sia sul PvP che la coop locale a schermo condiviso.

Il multiplayer è anche favorito dall’ampia possibilità di scelta dei controller. Se usando Google Chromecast Ultra è indispensabile uno Stadia Controller, su Chrome e su tutti gli altri dispositivi si possono usare il pad Xbox One e il DualShock 4 arrivando sino a quelli di Xbox 360. Se per i modelli più recenti l’uso della modalità wireless è abbastanza scontato per altri potrebbe essere necessario il collegamento via cavo al PC.

Google Stadia

Google Stadia Pro permette di giocare su vari dispositivi

In periodo di quarantena tra lavoro e lezioni in remoto può essere difficile avere a disposizione per alcune ore di seguito lo stesso dispositivo per giocare e molto spesso bisogna trovare un compromesso tra le proprie esigenze e quelle dei famigliari. Ecco perché la possibilità di Google Stadia Pro di funzionare su diversi dispositivi in questi casi si rivela fondamentale.

Mettete caso che state giocando al PC e a qualcuno in famiglia serve il computer: potete a quel punto continuare la vostra partita sullo smartphone. Vale la pena ricordare, infatti, che Google Stadia Pro funziona su tutti i computer attraverso il broswer Google Chrome sia su PC che Mac e senza avere bisogno di un programma dedicato, su tablet con Chrome OS e con un televisore a patto di avere Google Chromecast Ultra e uno Stadia Controller. Google Stadia Pro funziona anche con gli smartphone Android, Google Pixel e altri modelli selezionati.

Google Stadia device senza box

Qui abbiamo voluto riassumere quali sono i principali motivi per provare Google Stadia Pro in questi due mesi gratuiti. In ogni caso il funzionamento della piattaforma di streaming è di gran lunga più complesso e per questo vi consigliamo di visitare la nostra pagina dedicata con tutte le informazioni utili.

Se cercate un pad per giocare con Google Stadia Pro su Chrome o smaprthone l’Xbox Wireless Controller è disponibile anche su Amazon.