Intervista

Il gotico realismo nelle illustrazioni di Magic: The Gathering | Intervista a Martina Fačková

Magic: The Gathering è un gioco di carte eccezionale e ormai la sua natura digitale è diventata un qualcosa di imprescindibile dal caro prodotto cartaceo che ci accompagna da tanti anni. Oltre alle agevolazioni nel modo di giocare (e vivere) Magic, questa particolare dualità del supporto favorisce anche un ruolo di maggior rilievo per quanto riguarda le illustrazioni che accompagnano le carte.

Non è un segreto che all’interno di Wizards of the Coast l’aspetto creativo e artistico di ogni prodotto o espansione è un fattore centrale nel rapporto con il proprio pubblico. Negli anni le penne che si sono susseguite nei vari blocchi o mondi di Dungeons & Dragons sono state davvero tante, così tante da includere nome famosissimi dello scenario fantastico e da oltrepassare i confini planari pe raggiungere marchi di ogni tipo, tra cui possiamo annoverare i futuri set dedicati a Warhammer 40.000 e Il Signore degli Anelli.

Magic: The Gathering

Nella cornice di Magic: The Gathering Kaldheim, l’ultima espansione attualmente disponibile sia in cartaceo che su Magic: The Gathering Arena, abbiamo voluto sfruttare le particolarità di un set sulla mitologia norrena per esplorare un po’ quello che significa lavorare a un prodotto dalla visione così marcata. Ad aiutarci in questo viaggio tra i fiordi immaginari c’è Martina Fačková: illustratrice fantasy dal curriculum vasto, tra cui Magic: The Gathering e una serie di lavori legati al mondo dell’editoria, tra cui la copertina per The Witcher’s Journal. La particolarità del suo stile è quello di puntare molto al realismo, sfruttando l’ambiente fantastico come scintilla per realizzare qualcosa di assolutamente credibile e dettagliato. Non sorprende quindi vedere alcune delle carte più impressionanti venire dalla sua penna, sia per Kaldheim che per alcuni blocchi precedenti come il Set Base 2021.

Intervista a Martina Fačková

Grazie per averci concesso del tempo per questa intervista, per noi è sempre un onore conoscere gli artisti dietro le illustrazioni di Magic: The Gathering. Attualmente lavori come un’illustratrice per Wizards of the Coast ma la lista dei tuoi progetti è davvero lunga. Come hai incontrato WotC e cosa significa per te lavorare alle illustrazioni di Magic?

Martina Fačková: Lavorare per Magic The Gathering è sempre stato un mio obiettivo professionale per diverso tempo. Il mio lavoro si stava naturalmente evolvendo verso la cosa fantastica, drammatica e realistica che è ora, ma da qualche parte in quel percorso sono entrata in contatto con l’arte di Magic e mi ha intrigato. Ho sentito come se fosse lì che la mia arte sarebbe stata al suo posto e perciò ho iniziato a costruire il mio portfolio verso la loro direzione. Ho lavorato con dei maestri, partecipato a conferenze e workshop con quell’obiettivo nella mia testa, e dopo un po’ alla fine mi hanno assunto.

Nei nostri articoli spesso parliamo del lato artistico di Magic, specialmente per le espansioni che hanno un forte impatto visivo come Kaldheim. Chiaramente l’ispirazione dietro il tema centrale del set è la cultura norrena e il suo folklore. Oltre alla mitologia e ai racconti dei vichinghi, ci sono state particolari ispirazioni che hai incluso nei tuoi lavori per questo set, oppure particolari lavori che avevi già sperimentato? Come, ad esempio, l’illustrazione per “A Witcher’s Journal” o altre opere legate ai libri.

Martina Fačková: Ho un gusto davvero particolare quando si parla di estetica. Adoro tutte le cose “dark” e drammatiche, alcune volte romantiche. Adoro circondarmi di cose che trovo belle nella mia particolare visione ed è esattamente da lì che parto per avere l’ispirazione e iniziare ogni pezzo. L’illustrazione potrebbe essere quella di alcuni elfi di Kaldheim che sono perfettamente costruiti nella guida del mondo di gioco ma il modo in cui il lavoro sembrerà allo spettatore sarà specificamente “mio”: un po’ dark e gotico immagino. Ho sempre questa sensazione molto forte di qualcosa che non è “esattamente come dovrebbe essere” quando mi focalizzo troppo in quello che il lavoro dovrebbe essere e non su come vorrei sia, perciò faccio del mio meglio per seguire quella intuizione.

Magic: The Gathering

Il tuo particolare stile è molto realistico, anche in tanti casi strettamente collegati ad ambientazioni fantasy. Guardando a kaldheim, uno penserebbe subito a divinità, leggende e altri riferimenti visivi legati al folklore nordico. Ma i vichinghi hanno anche una lunga storia reale! Quando hai creato i tuoi personaggi per le illustrazioni di Kaldheim, quanto ritenevi di doverli rendere più reali che fittizi? E dov’è il bilanciamento perfetto per far sembrare un elemento fantastico più reale agli occhi del suo osservatore?

Martina Fačková: Ho sempre amato i quadri che sembravano essere reali. Dare vita ai personaggi immaginari e alle scene è come realizzare un film per il tuo libro preferito. Hai la possibilità di creare il tuo cast di attori, comporre le scene e tutto può essere esattamente come lo hai immaginato quando leggevi il libro. È davvero un qualcosa di eccitante e io provo a fare questo particolare sforzo d’immaginazione per ogni mio lavoro. Per rendere un elemento fantastico più reale bisogna avere una salda comprensive della forma e dell’illuminazione, ma anche usare il più possibile dei validi riferimenti aiuta molto!

Per la maggior parte, i colori di Kaldheim sono spesso collegati al ghiaccio e alle sue forme, perciò abbiamo il bianco, il blu e tutte le sfumature tra i due. Guardando al set nel suo complesso però, ci sono tante carte che usano colori accesi e sono spesso collegate a un feeling di tipo “bellico”, se vogliamo. Dall’altro lato, i tuoi lavori sono pieni di emozioni e invece che della fierezza della battaglia, l’utilizzo di colori pallidi esprime la “perdita” o il “cordoglio”, ma allo stesso tempo con una dignità evidente. Puoi guidarci un po’ più a fondo nell’importanza dei colori nei tuoi lavori? E perché il tuo stile si adatta bene a quelle particolari carte?

Martina Fačková: Nelle illustrazioni mi piace usare il valore come il principale elemento compositivo, con il colore come ruolo principalmente di supporto. Cerco di usarlo per guidare l’occhio verso qualcosa di importante per la narrativa, o a elementi di gruppo che hanno qualcosa in comune, ma non esagero mai perché non mi piacciono i colori brillanti. Principalmente credo che il discorso legato a essi è da attribuire alla genialità dei Direttori Artistici, ovvero quello di attribuire agli artisti il concept che più si adatta alle loro abilità.

Magic: The Gathering

Quando un illustratore per Wizards of the Coast deve lavorare a un progetto per una carta di Magic, riceve una qualche indicazione su quale “storia” dovrebbe rappresentare sulla carta? E, per te, quali sono gli elementi centrali per far comprendere all’osservatore il racconto dietro il disegno?

Martina Fačková: Per ogni pezzo riceviamo un riassunto che descrive il colore della carta, l’ambientazione, quello che accade nella scena e l’atmosfera. Qualche volta (come per Kaldheim) veniamo direzionati verso la guida del mondo per darci riferimenti specifici per il design dei personaggi o dei luoghi. A quel punto usiamo la nostra conoscenza delle fondamenta per creare immagini che catturano l’atmosfera desiderata e catturino l’osservatore. La storia, alla fin fine, è raccontata da tutto ciò che c’è nell’immagine: espressioni facciali, gesti del corpo, composizione, illuminazione, etc.

Come ultima domanda, ne abbiamo una più personale: c’è qualche particolare espansione di Magic, oltre a Kaldheim, che ti piace di più? O qualche carta nello specifico? Inoltre, c’è un concept su cui ti piacerebbe lavorare nel futuro della tua carriera come illustratrice per Magic?

Martina Fačková: Onestamente adoro tutti i set su cui ho lavorato, ma qualsiasi cosa sia ambientato a Innistrad diventa immediatamente il mio favorito. I vampiri sono i migliori! Hasbro ha anche annunciato l’espansione per Il Signore degli Anelli che mi interessa molto, e come giocatrice di lunga data mi piacerebbe anche contribuire a Dungeons & Dragons nel futuro!

Se volete esplorare più da vicino l’arte di Martina Fačková su Amazon sono disponibili i booster packs di Magic: The Gathering Kaldheim.