PlayStation

PS5: l’Unreal Engine 5 ha bisogno dell’SSD per raggiungere quella qualità, secondo Grubb

Ieri, tramite il Summer Game Festival che ci aveva già presentato Tony Hawk’s Pro Skater 1+2 (di cui vi abbiamo raccontato i dettagli in esclusiva italiana), abbiamo avuto modo di vedere in azione per la prima volta l’Unreal Engine 5, il motore grafico di Epic Games. La grafica messa in campo è incredibile e le varie tecnologie mostrate lasciano tutti a bocca aperta. Sappiamo anche l’engine è altamente scalabile e può essere usato, oltre che su PS5, Xbox Series X e PC di alto livello, anche su altre piattaforme.

Secondo Jeff Grubb, redattore di VentureBeat, quanto è stato mostrato però non è facilmente ottenibile da qualsiasi macchina da gioco. Non conta infatti solo la potenza, ma ciò che ha permesso una resa visiva di così alto livello è sopratutto il velocissimo SSD di PS5. Secondo Grubb, prima di vedere in azione giochi con una grafica di questo tipo serviranno almeno un paio di anni (ricordiamo anche che l’Unreal Engine 5 sarà disponibile in formato completo solo verso la fine del 2021). Inoltre, per quanto l’engine sia pensato per essere il più accessibile possibile, è necessario tempo e denaro per poter raggiungere risultati di quel tipo.

Ovviamente quanto riportato non è una dichiarazione ufficiale di Epic Games o di Sony Interactive Entertainment, ma “solo” di un giornalista: è possibile che la sua interpretazione non sia completamente corretta. Una cosa è certa, la curiosità è tanta e non vediamo l’ora di vedere un vero gioco sviluppato con Unreal Engine 5.

Nel frattempo, PS5 e Xbox Series X potranno contare sul supporto dell’Unreal Engine 4.25. Vi ricordiamo anche che la demo mostrata ieri non raggiungeva il 4K, ma girava a 1440p e 30 fps, senza supporto di ray tracing (Lumen, incluso nel motore grafico, faceva già di per sé un ottimo lavoro).

In attesa di PS5, possiamo divertirci con PlayStation 4: potete acquistare la console su Amazon.