PlayStation 4

PS5 e Xbox Series X faranno aumentare la produzione di DRAM e memorie Flash?

Le nuove macchine da gioco di Sony Interactive Entertainment e Microsoft saranno disponibili verso la fine dell’anno. Parliamo ovviamente di PS5 e Xbox Series X: i due device avranno un grande impatto sull’industria videoludica, ma non solo. Basandoci sulle informazioni ufficiali (ma anche sulle voci di corridoio più accreditate), le due console includeranno componenti hardware avanzate. Per questo motivo, PS5 e Xbox Series X avranno un notevole impatto anche sulla produzione di DRAM e memorie flash.

Questa è la conclusione dell’analisi di Trendforce che sottolinea come circa il 3-5% di tutti gli SSD prodotti saranno utilizzati per la costruzione di PS5 e Xbox Series X. Si tratta ovviamente solo di un valore di partenza per il 2020 e crescerà molto nel 2021, quando le console saranno sul mercato a tutti gli effetti.

PS5 PlayStation 5 Logo nero

Ancora più precisamente, sarà AMD la compagnia che avrà più bisogno di approvvigionamenti in quanto entrambe le macchine da gioco implementeranno sue componenti. Ovviamente anche Nvidia farà la propria parte, considerando che è atteso l’arrivo di una nuova generazione di architettura Ampere.

Tutto questo è assolutamente positivo per il mercato hardware e più precisamente per i produttori di memorie, ma ovviamente significa anche dover aumentare la produzione (senza diminuire la qualità) e ottenere la giusta quantità di materie prime senza imbattersi in problemi di approvvigionamento.

Anche GameStop attende con trepidazione l’uscita di PS5 e Xbox Series X: le due macchine da gioco saranno molto importanti per aiutare la catena a risollevarsi dopo un lungo periodo di perdite. L’arrivo di nuove console ha quindi un impatto su larga scala, non unicamente sugli sviluppatori di giochi.

In attesa della next-gen, però, possiamo divertirci con PlayStation 4 e Xbox One; le potete trovare entrambe su Amazon con dei bundle interessanti.