Giochi PC

Watch Dogs Legion: la trama è fondamentale, anche se non c’è un vero protagonista

La saga di Watch Dogs ha già visto pubblicati due capitoli, abbastanza diversi dal punto di vista stilistico, ma con una struttura abbastanza simile. Il terzo gioco, che abbandona il numero e diventa Watch Dogs Legion, vuole però cambiare le carte in tavola. Se le prime due opere di Ubisoft hanno proposto un personaggio specifico, con un nome e una storia personale, Legion elimina tale fattore dall’equazione, puntando invece su un’enorme quantità di NPC da arruolare liberamente.

Watch Dogs Legion, infatti, ci metterà nei panni di tanti membri del DedSec, ognuno dotato di caratteristiche generate in modo semi-casuale. Gli NPC, inoltre, possono morire definitivamente, costringendoci a trovarne di nuovi adatti alle nostre missioni. Un’idea molto interessante, ma che porta con sé un potenziale problema: raccontare una storia diventa più complesso, senza un volto unico. Possibile che gli sviluppatori abbiano deciso di mettere in secondo piano tale componente? Secondo quanto dichiarato da Kent Hudson di Ubisoft, non è assolutamente così.

Watch Dogs Legion

Okay, parliamo della storia. Sapete, prima di tutto, so che “gioca con chiunque” è un’innovazione tecnologica pazzesca per quello che stiamo facendo, ma la storia è ancora una parte importante del gioco e dell’intero franchise: anche in questo gioco è così. Abbiamo cinque diverse storyline nel gioco: sono come cinque grandi quest da completare, se preferite questi termini. Ognuna di esse è legata a una delle tematiche di cui vogliamo trattare.

Pare quindi che ci saranno diverse linee di missioni da seguire. Un esempio è lo stato di sorveglianza di Londra, con il quale dovremo aver spesso a che fare. Vi ricordiamo che Watch Dogs Legion sarà rilasciato il 6 marzo 2020 su PC, PlayStation 4, Xbox One e Google Stadia. Diteci, cosa ne pensate del gioco?

Potete prenotare la vostra copia di Watch Dogs Legion a questo indirizzo.