Giochi PC

World of Warcraft: disponibile la nuova patch, Visioni di N’Zoth

Sulla lunga timeline della storia di World of Warcraft, le cosiddette “patch maggiori” scandiscono i momenti chiave di questo storico MMORPG, le grandi cesure su cui fanno perno le sorti dell’espansione corrente e, a volte, di quelle future. Così la vita travagliata di Battle for Azeroth ci ha condotti alla 8.3, dopo una guerra feroce ed estenuante, oltre un mare di feedback e di correzioni, di aggiornamenti e di polemiche, e adesso ci troviamo al cospetto di uno dei principali antagonisti dell’intera lore di Warcraft, un portento lovecraftiano strisciato fuori dagli incubi più oscuri degli abitanti di Azeroth: l’astuto N’Zoth, un Dio Antico.

Il trailer di lancio della nuova patch ci trasporta dritti nella morsa violacea di quella vecchia nemesi. Le città care ai giocatori sono state prese d’assalto, Orgrimmar e Stormwind si presentano immerse nelle tenebre, avviluppate in una morsa tentacolare, in uno spettacolo di luci arcane ed incessanti sussurri: una rappresentazione estetica della presa mentale che N’Zoth esercita sui popoli di Azeroth, e che difficilmente farà rimpiangere agli iscritti la mancanza, nel corposo nuovo update, di una nuova area esplorabile.

Con Visioni di N’Zoth, possiamo finalmente accedere a due nuove Razze Alleate, i Meccagnomi e i Vulpera, lungamente attese dalla community. Abbiamo poi il nuovo raid da 12 boss di Ny’alotha, le Armature Retaggio di Worgen e Goblin, l’introduzione della Corruzione in luogo del controverso sistema di Titanforging, l’apertura di una nuova stagione PvP e Mythic+, nuove essenze, cavalcature, giocattoli e tanto altro.

In attesa che la prossima espansione, Shadowlands, ci proietti nelle terre dei defunti, Battle for Azeroth promette una chiusura in grande stile, la cui importanza probabilmente vedremo riecheggiare anche negli anni a venire. Al di là della bontà dei nuovi sistemi, che possiamo da oggi saggiare noi stessi, è probabile infatti che la reazione della community ai nuovi contenuti si riveli determinante per il futuro di World of Warcraft, e che Blizzard, non volendo ripetere la turbolenta esperienza di Battle for Azeroth, terrà in alta considerazione il feedback di Visioni di N’Zoth nel dipingere l’avvenire di Azeroth.

Se i recenti sviluppi di World of Warcraft ti hanno appassionato sulla lore, o se sei appena arrivato su Azeroth e vuoi saperne di più, i volumi di Storia sono un’ottima fonte presso cui saziare ogni curiosità.