Tom's Hardware Italia
e-Gov

Facebook compra WhatsApp per 16 miliardi di dollari

Zuckerberg firmerà un assegno da 16 miliardi per acquisire WhatsApp. La SEC ha reso nota la procedura di acquisizione. Si parla di un bacino di utenza incredibile e di 1 miliardo di foto, 30 miliardi di messaggi e 200 milioni di messaggi vocali quotidiani se si uniscono le forze.

Facebook ha comprato WhatsApp per 16 miliardi di dollari. Poche ore fa un documento della SEC, l'ente federale preposto alla vigilanza della Borsa statunitense, ha confermato l'intera operazione. La piccola società californiana, ormai di fama mondiale grazie alla sua applicazione di messaging, continuerà a essere indipendente ma "accelererà la capacità di Facebook di portare connettività e benefici al mondo". Senza contare la possibilità di disporre finalmente sia di un canale di comunicazione sincrono che asincrono – chat e SMS.

Risky Business

C'è da immaginare che i 55 dipendenti di WhatsApp abbiano festeggiato alla grande, anche perché Zuckerberg ha previsto per loro un pacchetto azionario da 3 miliardi di dollari se decideranno di rimanere almeno quattro anni dopo la finalizzazione dell'acquisizione. L'attuale AD e co-cofondatore, Jan Koum, entrerà a far parte del consiglio di amministrazione di Facebook ma il suo team rimarrà a lavorare negli uffici di Mountain View.

"WhatsApp è sulla strada di connettere 1 miliardo di persone", ha dichiarato Mark Zuckerberg in una nota. "I servizi che raggiungono un traguardo di tale portata sono tutti di un valore incredibile". Effettivamente secondo le stime, WhatsApp ormai è usato da almeno 450 milioni di persone ogni mese, con il 70% attivo praticamente ogni giorno.

La crescita dopo la nascita

"Questo consentirà a WhatsApp la flessibilità di crescere ed espandersi, mentre a me, Brian (l'altro fondatore Brian Acton, NdR.) e il resto del team di avere più tempo per concentrarci sulla costruzione di servizi di comunicazione il più veloce, affidabile e personale possibili", ha scritto sul blog ufficiale Kuam. E per chi subito ha paventato il rischio di pubblicità che possano interrompere le comunicazioni, Kuam ha ribadito di stare tranquilli poiché non sarà mai messo a rischio il cuore e la filosofia della piattaforma.

I dati di WhatsApp

Koum e Zuckerberg hanno una visione analoga sulle rispettive creature: la priorità è la diffusione, più che la reddittività. E quanto ad attività quotidiana, insieme, recapitano circa 1 miliardo di foto, 30 miliardi di messaggi e 200 milioni di messaggi vocali. Numeri mostruosi.