Spazio e Scienze

Gli Stati Uniti visti dalla ISS sono più selvaggi di quanto sembra

Scott Kelly, l'astronauta statunitense che sta trascorrendo un anno sulla Stazione Spaziale Internazionale, ci ha regalato negli ultimi giorni un'altra carrellata di immagini molto belle. Dopo il deserto del Sahara è la volta degli Stati Uniti. Qualcuno potrebbe pensare che il soggetto sia banale perché meno esotico dell'Hymmalaia o di un deserto.

Cedar Ridge, and Hot Springs, Wyoming  large
Cedar Ridge and Hot Springs, Wyoming

Ebbene ricredetevi, perché la vista da 400 chilometri di altitudine cambia radicalmente la vista e quello che ci si trova davanti è un'esplosione di colori e forme che si fatica ad associare a una precisa zona degli Stati Uniti. Come sempre a venire in soccorso è la pagina di Scott Kelly con la mappatura delle sue foto, da cui si evince che gli scatti più recenti ritraggono il Wyoming e alcune aree della California.

Leggi anche: Il deserto del Sahara dalla ISS è una tavolozza di colori spettacolari

Se aguzzate la vista in mote foto noterete le strade, che sembrano fragili capelli rispetto a quello che li circonda. Sembra quasi che la natura voglia affermare la sua supremazia sull'uomo.