Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

La cometa Catalina e gli asteroidi di Natale

Pagina 1: La cometa Catalina e gli asteroidi di Natale
A Natale potrete vedere in cielo la cometa Catalina e un asteroide: ecco tutto quello che c'è da sapere.
acuradi

Mentre le persone sono indaffarate con i preparativi per Natale, lassù in cielo anche gli astri sono "in fermento". Non le stelle, la cui luce lontana ed apparentemente immutabile ci costringe a pensare a quanto siamo piccoli nell'Universo; gli astri in questione si muovono in mezzo ai pianeti, senza mai concedersi un momento di pausa: parliamo di comete e asteroidi.

1
Immagine di 2013 US10 meno di 18 ore dalla scoperta. L'oggetto appare puntiforme

Negli ultimi anni le comete sembrano prediligere il Natale per farsi ammirare: esattamente un anno fa potevamo scorgere debolmente ad occhio nudo (meglio con un binocolo) la cometa Lovejoy.

Quest'anno è la volta della cometa Catalina, dalla sigla C/2013 US10. Scoperta nell'ottobre del 2013 come un debole puntino nelle profondità del Sistema Solare, in questi due anni si è avvicinata al Sole, rendendosi visibile al binocolo nel mese di dicembre.

Al momento della scoperta era così lontana (oltre un miliardo di km) che non ci si è resi conto subito della sua natura cometaria. Il nostro Osservatorio l'ha ripresa meno di 18 ore dopo la scoperta: non si vedeva né chioma né coda. Un semplice asteroide dunque, designato come 2013 US10.

2
La cometa il 10 dicembre ripresa con il telescopio principale da 60 cm

Man mano che si avvicinava al Sole, il calore e il vento solare hanno iniziato a far sublimare il nucleo ghiacciato, formando all'inizio una piccola chioma, poi anche la coda. Negli ultimi mesi la cometa è stata osservabile solo nell'emisfero australe; appena superato il perielio (punto più vicino al Sole, tra il 15 ed il 16 novembre) la cometa si è fatta "vedere" anche nel nostro emisfero, ed abbiamo iniziato a fotografarla ogni notte serena, sia con il telescopio principale da 60 cm sia con strumenti più piccoli a grande campo. Potete vedere alcune delle immagini in questa notizia.

Si notano molto bene le due code, quella di polveri verso il basso e quella di gas verso destra, molto più strutturata.

3
La cometa sempre il 10 dicembre, questa volta a grande campo

Durante il mese di dicembre e gennaio la cometa si porterà in posizione sempre più favorevole per l'osservazione. Di seguito vi forniamo la cartina per poterla localizzare: occorrono però cieli bui e un buon binocolo. Man mano che passeranno le settimane la cometa si allontanerà sempre più dal Sole, indebolendosi e ritornando nelle remote regioni del Sistema Solare dalle quali è venuta.

4
La cartina di visibilità della cometa fino a gennaio. Cortesia Sky & Telescope

Per vedere la nostra pagina dedicata alla cometa fate clic qui.