Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

La Scienza diverte i bambini: aiutate la cellula X!

Il libro "Lo strano caso della cellula X. Le avventure del prof. Strizzaocchi" è un regalo istruttivo che accompagna i bambini di 8 o 9 anni alla scoperta di una cellula del corpo umano con il pretesto di risolvere un mistero.
rubrica bimbi

Da qualche tempo una TV per bambini manda in onda le repliche di "Siamo fatti così – Esplorando il corpo umano" la serie a cartoni animati che ha tenuto compagnia alla sottoscritta 30 anni orsono. La grafica, paragonata con quella delle produzioni odierne, è un po' triste, e ho notato più volte in passato che questo aspetto porta mia figlia di 7 anni a snobbare i contenuti.

Questa volta è stato diverso: l'età manifesta è passata in secondo piano davanti all'argomento, che fin dal primo minuto l'ha affascinata.

Chiaramente affascina la scoperta di come funzionano le parti del nostro corpo che non possiamo vedere, e sulla scia di questa informazione ho capito che poteva essere il momento di proporre un libro ad hoc sull'argomento: Lo strano caso della cellula X. Le avventure del prof. Strizzaocchi.

81i3CkIaq9L

Le analogie idealmente non mancano: al posto del Maestro dalla barba canuta c'è Elia Brambilla Strizzaocchi, un professore panciuto che grazie al microscopio riesce a vedere con i suoi occhi esseri minuscoli come le cellule, e che guiderà il piccolo lettore alla scoperta in un mondo fantastico composto da nuclei, DNA, enzimi, proteine e molto altro.

Gli autori Lorenzo Monaco e Matteo Pompili hanno scelto l'espediente del mistero da risolvere per coinvolgere i bambini: una formula che non passa mai di moda e che conferma puntualmente la sua efficacia. In questo caso il mistero (non svelo nulla, è nella prima pagina) parte con la crisi esistenziale della cellula X e si sviluppa nel lungo dialogo che intrattiene con il professor Strizzaocchi per comprendere la sua utilità e la sua essenza.

L'avventura inizia proprio da qui, e per un bambino è avvincente perché dubbi, domande e questioni poste al professore dalla cellula X sono quelle tipiche che farebbe un coetaneo. Inoltre la risposta ad ogni domanda apre lo scenario a nuove domande e così via fino a scoprire tutte le parti di cui si compone una cellula, in un gioco leggero e divertente che non odora di nozionismo e che non lascia spazio alla noia.

zz JPG

Anche perché le illustrazioni di Agnese Baruzzi accompagnano ogni passaggio alleggerendo il testo e aiutando a visualizzare un oggetto (la cellula) a cui in effetti un bambino fatica a dare una forma e un aspetto. In più questa breve storia nel caso di mia figlia ha risollevato la curiosità verso gli strumenti: improvvisamente sono tornati in auge il microscopio che con l'estate era finito in cavalleria, le provette e i liquidi colorati che avevamo per casa. Del resto uno degli obiettivi del libro è anche spingere i piccoli lettori a sperimentare, grazie alla parte di laboratorio che propone un gioco divertente per costruire una cellula partendo da oggetti facilmente reperibili in casa.

Leggi anche: Scoprite il fascino dell'infinitamente piccolo! e Divertitevi con i più grandi esperimenti della Scienza!                                                                         

Una dimostrazione che basta poco per attirare l'attenzione dei bambini e per tenerla alta. L'età di lettura consiglia è dai 9 anni, giusto perché qualche minima nozione di biologia appresa a scuola può agevolare la lettura. In realtà le spiegazioni – pur nel rigore scientifico e senza banalizzare – sono semplici e per ogni termine "strano" che viene introdotto segue subito una spiegazione chiara e comprensibile. Affiancando il bambino nella lettura non è difficile proseguire spediti anche con un piccolo di 7-8 anni.

esplorando il corpo umano
Qualcuno se lo ricorda?

Da lodare poi la presenza in chiusura di ogni capitolo di un inserto (due pagine) in cui si spiegano in maniera sintetica le scoperte degli scienziati relative all'argomento appena concluso: concretizza agli occhi dei bambini il lavoro dei ricercatori e rende un'idea più chiara dell'importanza di quello che hanno appena letto.


Tom's Consiglia

Un buon compendio per un libro come questo è lo strumento principale del professor Strizzaocchi: il microscopio. Su Amazon il modello attualmente più venduto è questo di Clementoni.