Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Spazio e Scienze

NASA, un elicottero esplorerà Marte nel 2020?

L'esplorazione di un pianeta lontano pone infinite sfide tecnologiche e scientifiche, ma offre anche un'irripetibile occasione per sperimentare soluzioni innovative. Per questo la NASA sta pianificando l'eplorazione di Marte nei minimi dettagli. Tra le novità ad esempio è stata annunciato l'utilizzo di un mini elicottero con controllo remoto, che effettuerà missioni ricognitive, controllando il terreno nei dintorni del rover, in modo che questo possa poi avanzare avendo il vantaggio di conoscere già il terreno.

Il mini elicottero dovrebbe dunque partire assieme al nuovo rover nella missione programmata per luglio 2020, che vedrà il lancio di un razzo Atlas V dallo Space Launch Complex 41 di Cape Canaveral, in Florida. L'arrivo previsto su Marte è fissato a febbraio del 2021.

L'elicottero dovrà essere in grado di volare nell'atmosfera di Marte, molto differente dalla nostra e con una densità pari all'1% di quella terrestre. Per questo gli scienziati alla NASA hanno cercato di progettare una macchina che sia al tempo stesso molto leggera ma potente. Il risultato è un elicottero dall'aspetto simile a quello di un piccolo satellite, dal peso di soli 1,8 Kg ed equipaggiato con un doppio rotore da 3mila giri al minuto, circa 10 volte la velocità di rotazione di un elicottero normale.

L'elicottero arriverà su Marte alloggiato sul fondo del rover, che una volta atterrato provvederà a deporlo al suolo e poi ad allontanarsi a distanza di sicurezza. L'elicottero ricaricherà quindi le sue batterie tramite pannelli solari e nelle ore e nei giorni seguenti effettuerà una serie di voli a distanza crescente, partendo da un breve volo di circa 10 metri della durata di non più di 30 secondi, fino a spingersi ad alcune centinaia di metri in voli di 90 secondi.

54cbf68a223bc   mars helo de

Poiché Marte è molto lontano non è possibile guidarlo remotamente da Terra, perché il lag dei comandi sarebbe notevole. Per questo a bordo del rover ci sarà un'unità che riceverà i segnali da Terra e poi li reinterpreterà, inviando in tempo reale gli ordini all'elicottero. Se la missione avrà successo fornirà importanti indicazioni per lo sviluppo di future soluzioni per velivoli da utilizzare su Marte, se fallirà invece non metterà a repentaglio lo svolgimento di quella primaria, che riguarda invece il rover.


Tom's Consiglia

Non avete in programma di andare su Marte ma vi piacerebbe invece divertirvi al parco con un drone elicottero? Date un'occhiata al Jamara E-Rix 150.