e-Gov

Rewind: quando tutti aspettavamo Android

Ripercorriamo la settimana dal 10 al 16 febbraio nella storia di Tom's Hardware, per scoprire prodotti che sembravano memorabili ma che si dimostrarono meteore, fatti memorabili e approfondimenti che ancora oggi hanno un certo interesse. Vi ricordate tutto o vi sentite nostalgici? Seguite l'hashtag #tomshwstory sui social network! 

Olimpiadi Invernali sulla motoslitta Google Maps

Da quando Google ha dato vita alle proprie mappe ogni tanto fa notizia con gli stratagemmi che inventa per creare immagini sempre più precise, e darci sempre più la sensazione di "essere lì". Nel 2010, come quest'anno, c'erano le Olimpiadi Invernali, e Google ci stupì con una fantastica motoslitta dotata di fotocamere per immortalare le piste.  

Impermeabili a tutto con lo spray ai polimeri Ultra Ever Dry

Un salto nel passato piccolissimo in questo caso, perché la notizia è di soli tre giorni fa. Speriamo però che questo spray non diventi storia ma invece un prodotto che potremo trovare in ogni negozio. Dalle scarpe ai guanti, ce ne sarebbero di cose da rendere impermeabile.

Spotify ha aperto in Italia: il monopolio iTunes è finito

Circa un anno fa Spotify apriva in Italia. Fu un momento storico perché fino a quel momento i servizi di streaming nel nostro paese erano praticamente assenti, mentre negli ultimi dodici mesi si sono diffusi ampiamente. Il successo è stato grande, tanto che molti non hanno usano più la classica libreria musicale ma si affidano allo streaming online. Anche voi?

Android, ancora in fase iniziale

Sembra incredibile ma solo cinque anni fa Android ancora non esisteva, o quasi. Nel febbraio del 2008 infatti potemmo vedere qualche timida anticipazione al Barcellona, dove andremo anche quest'anno, ma non da Google. Il sistema operativo infatti era talmente acerbo che furono pochi quelli che ebbero il coraggio di mostrarlo nella sua forma incompleta.

Vorrei scomparire dal Web e dai social network: impossibile

In due anni la situazione è migliorata solo un pochino, perché oggi come allora "sparire" dal Web è ancora molto difficile, a tratti impossibile. Eppure quello all'oblio per molti dovrebbe essere un diritto riconosciuto, ma la buona volontà si scontra da sempre con la fattibilità pratica. Il tema è stato lentamente accantonato, paradossalmente proprio mentre cresceva la preoccupazione per la sorveglianza globale.

Abolizione costi di ricarica: nessun rinvio

Qualcuno magari se l'è già dimenticato, ma una volta per ricaricare il telefono bisognava pagare. Ci vollero una lunga lotta da parte dei consumatori e l'intervento delle autorità europee, ma alla fine il governo italiano dovette procedere e obbligare gli operatori a cancellare il balzello. Peccato che poi ne siano arrivati di nuovi e peggiori.

XPAL Solar Egg, energia solare per smartphone

Quattro anni fa Xpal presentava questo interessante gadget, che è sostanzialmente una batteria aggiuntiva per ricaricare lo smartphone, che a sua volta si può caricare a energia solare. Una buona idea, che per l'epoca aveva anche prestazioni discreta. A una prima occhiata però sembra che non ce l'abbiano più in catalogo.