Tom's Hardware Italia
Home Cinema

Sony 360 Reality Audio, l’audio tridimensionale del futuro sbarca al CES 2019

Al CES 2019 Sony ha parlato del suo progetto 360 Reality Audio, che coinvolge tutti gli aspetti della produzione musicale, dalla registrazione fino alla riproduzione, con l'obiettivo di portare l'ascoltatore al centro della musica.

Il futuro dell’audio e dell’ascolto musicale è probabilmente andato in scena durante il CES 2019 di Las Vegas grazie al progetto 360 Reality Audio di Sony, che durante l’evento ne ha condiviso diversi dettagli. L’obiettivo è quello di ottenere un audio immersivo e tridimensionale, realmente capace di porre l’ascoltatore al centro della musica, come se fosse a un evento dal vivo. Un obiettivo ambizioso, che richiede, com’è facile intuire, un approccio nuovo a tutte le fasi della produzione musicale, dalla registrazione fino all’ascolto.

Chi è appassionato di Hi-Fi classico sa quanto sia difficile riprodurre a casa l’esperienza d’ascolto dal vivo. Sony col suo 360 Reality Audio ha scelto un approccio articolato. Da quanto detto, il colosso nipponico sarebbe già al lavoro con le principali etichette musicali per fornire la tecnologia utile alla realizzazione di un nuovo tipo di registrazioni. Non solo. Sony ha infatti affermato che sarà possibile convertire anche i formati attuali.

Photo credit - depositphotos.com

Per quanto riguarda il coding invece il formato prescelto è l’MPEG-H 3D Audio e Sony prevede una collaborazione anche per lo streaming, specialmente con Deezer e Tidal, due servizi che già attualmente prevedono speciali profili di abbonamento per chi ama l’audio in alta risoluzione. ‎Per quanto riguarda i consumatori infine sarà necessaria ovviamente una nuova gamma di dispositivi di riproduzione.

Sony ha assicurato che lavorerà con tantissimi partner su questo aspetto, ma in prima battuta ovviamente si focalizzerà sui propri prodotti, cuffie e diffusori in primis. Al CES l’azienda ha già mostrato di fatto un diffusore che integra diversi altoparlanti, ma a quanto pare non dovrebbe trattarsi di un prodotto destinato alla commercializzazione, ma solo di un concept per tenere le dimostrazioni d’ascolto.

Sony sta lavorando su questa tecnologia assieme al ‎Fraunhofer IIS (Institute for Integrated Circuits), lo stesso che lo scorso anno ha aiutato Sennheiser a realizzare cuffie e diffusori basati su una tecnologia assai simile, chiamata Ambeo 3D. esistono però anche delle limitazioni, che almeno per il momento rendono la tecnologia Sony 360 Reality Audio più interessante per le cuffie che per i diffusori.

Questi ultimi infatti devono essere omnidirezionali, ossia in grado di trasmettere il suono in tutte el direzioni e sembrano necessitare di molto spazio attorno a sé, richiedendo il posizionamento al centro della stanza da insonorizzare anziché negli angoli come accade normalmente. Una soluzione non proprio adatta a tutte le tasche e a tutti gli ambienti.