Tom's Hardware Italia
Fotografia

Tra Sony e Olympus accordo stabile, anzi stabilizzato

Sony e Olympus insieme al lavoro sull'efficacissimo stabilizzatore a 5 assi visto per la prima volta sulla Olympus OM-D. Un'ottima notizia per le future mirrorless Sony.

La partnership tra Sony e Olympus, nata con un investimento di Sony in Olympus a fine 2012, inizia a dare frutti molto interessanti. Il primo segnale è stato il nuovo obiettivo 400mm f/4 con attacco A-mount disegnato in collaborazione, ora un annuncio forse ancora più interessante: Sony e Olympus stanno lavorando insieme sullo stabilizzatore a 5 assi SSS.

La tecnologia di stabilizzazione a 5 assi ha debuttato sulla Olympus OM-D E-M5, destando fin da subito grande scalpore per le sue grandi doti (come testimoniato anche dagli scatti catturati per questa anteprima), ed è poi stato integrato anche sulla recente E-P5.  

La successiva evoluzione sarà curata da un team congiunto di ingegneri Sony e Olympus, con lo scopo principale, per gli ingegneri Sony, di adattare il sistema Olympus alle prossime loro fotocamere Full-Frame.

Come noto, Sony ha ereditato dal sistema Minolta la stabilizzazione attraverso lo spostamento del sensore, che rispetto alla stabilizzazione nell'ottica dei concorrenti ha il vantaggio di funzionare con qualsiasi obiettivo ma si è dimostrata, finora, meno efficace. Il sistema flottante Olympus quasi sicuramente riuscirà a invertire i rapporti di forza, dando alle mirrorless (e forse anche alle SLT) Sony un'arma in più.