Auto

Audi e-tron GT: il futuro secondo Ingolstadt

Il brand dei quattro anelli si è lanciato a capofitto nel mondo dell’auto elettrica, approcciando questa nuova corrente non come una limitazione bensì come una nuova filosofia di pensiero capace di portare a risultati inaspettati ed emozionanti, proprio come Tesla con la Roadster.
Abbandonare sia il suono che le emozioni legate al motore termico è, per molti appassionati, decisamente un duro colpo e il costruttore tedesco sta lavorando per produrre autovetture tutt’altro che noiose per far cambiare idea ai clienti storici ancorati al passato.

Nella conferenza organizzata nell’ambito del CES 2021, Audi ha spiegato alcuni punti chiave della e-tron GT, una berlina sportiva ad alte prestazioni 100% elettrica che arriverà sulle strade nel 2021 e viene definita dal marchio tedesco stesso come “il nostro capolavoro”.

La trazione elettrica offre livelli di prestazioni e di controllo mai visti prima, permettendo al marchio teutonico di poter sviluppare l’ormai famosa trazione Quattro ancora più a fondo, bilanciando la motricità su ciascun asse basandosi su un raffinato sistema di Torque Vectoring che non utilizza i freni bensì un sofisticato sistema di monitoraggio della coppia attiva.

La Formula E insegna che elettrico non equivale a noioso e le parole di Lucas Di Grassi, pilota brasiliano del Team Audi Sport ABT, sostengono che la precisione e la gestione della coppia siano due aspetti fondamentali che contraddistinguono e rendono unica la guida elettrica; inoltre il recupero energetico modifica in maniera netta le sensazioni dietro il volante e fa cambiare totalmente lo stile di guida.

La e-tron GT è anche strutturalmente innovativa, avere infatti le batterie sul pavimento della vettura permette di mantenere un baricentro molto basso e garantire spazi interni da ammiraglia; la sostenibilità costruttiva è inoltre un vanto della e-tron GT ed una delle sfide a cui Audi tiene particolarmente e per cui il gruppo Volkswagen ha investito quantità ingenti di denaro.