Tom's Hardware Italia
Auto

Belle le auto moderne, ma i costi di riparazione s’impennano

I dati dell'American Automobile Association evidenziano come i sistemi di assistenza alla guida aumentano i costi di riparazione.

Le auto moderne sono piene di dispositivi per la guida assistita, che sono una gran cosa perché aiutano a prevenire incidenti piccoli e grandi. Quando l’incidente accade però sono dolori, perché i costi di riparazione si moltiplicano a dismisura.

È una storia già sentita quella raccontata da Alexander Davies su Wired, che riporta i dati della American Automobile Association (AAA) su come cambiano i costi di riparazione tra un’auto tradizionale e una dotata dei più moderni sistemi di assistenza alla guida. Succedeva lo stesso negli anni ’80 e ’90, quando si diffondevano per esempio i finestrini elettrici. E la storia si è ripetuta tante altre volte – eppure ogni volta c’è qualcuno che si sorprende.

Per esempio, un paraurti danneggiato può costare qualche centinaio di dollari, ma se il danno include sensori e radar per il cruise control adattivo, si può arrivare anche a 1.300 dollari. Se c’è un impatto sul posteriore, in presenza di sensori o videocamere, il conto sale fino a 2.000 dollari. E poi ci sono i vetri con integrati display HUD, sensori sugli specchietti e così via.

Fino a poco tempo fa si poteva affermare che era un “problema da ricchi”, nel senso che certi accessori erano presenti solo su auto di fascia alta, comprate da persone che si potevano permettere anche le riparazioni. Oggi però elementi basilari di guida assistita sono sempre più diffusi, anche su auto economiche.

Immagine: depositphotos

L’AAA cerca dunque di avvisare i conducenti negli Stati Uniti, dove la normativa riguardo l’assicurazione auto è diversa dall’Europa e si può incorrere in costi anche molto alti. Il messaggio è: i sistemi di assistenza sono una gran cosa, tanto che 20 produttori si sono uniti per chiedere che la frenata di emergenza diventi obbligatoria entro il 2022. Ma attenzione a come lievitano i costi di riparazione.

Uno statunitense su tre, ricorda l’AAA, non si può permettere 500 dollari di spese impreviste per la riparazione dell’auto. E persone così esistono anche in Europa e in Italia, senza dubbio. Sarà bene tenerlo in considerazione quando si stipula un’assicurazione con franchigia, e ricordare che anche un danno apparentemente piccolo può trasformarsi in una fattura molto salata.

Paura delle auto a guida autonoma? Coraggio, non saranno mai spaventose quanto Christine