Ibride e Elettriche

Kia EV6 contro Hyundai Ioniq 5: quale preferire?

Kia e Hyundai hanno fatto molta strada nel corso degli ultimi anni e con le vetture di nuova generazione come EV6 e Ioniq 5, basate entrambe sulla piattaforma E-GMP, sono destinati a raggiungere traguardi davvero importanti.

Sebbene escano da fabbriche diverse con marchi decisamente differenti, entrambi i modelli condividono diversi aspetti; sono spaziose, ben equipaggiate e in alcuni casi anche piuttosto prestazionali. Un chiaro esempio è rappresentato dalla variante GT di EV6, da oltre 570 Cv, capace di tenere testa anche a supercar decisamente più famose. Ci sono tuttavia alcune differenze di rilievo che potrebbero suggerire quale modello sia più indirizzato al vostro tipo di utilizzo.

EV6 e Ioniq 5 sono ottimi esempi di come far funzionare la condivisione della piattaforma senza però diluire il prodotto; sebbene entrambi utilizzino la stessa architettura, solo un vero appassionato di auto potrebbe confermare lo stretto legame di parentela. Mentre Hyundai adotta un’atmosfera più retrò che segue gli stilemi dei primi modelli, Kia ha preferito uno stile del tutto nuovo e quasi “futuristico”.

È interessante sottolineare che, sebbene condividano la piattaforma E-GMT, la Kia appare leggermente più voluminosa almeno su carta. Dati alla mano, la differenza tra le due vetture è minima e nell’ordine dei 5 centimetri in lunghezza e in altezza. La plancia è piuttosto simile e l’unica vera differenza riguarda il tunnel centrale che, su Kia, è decisamente più pronunciato, tradizionale e presente. Il vano di carico è analogo in entrambi modelli, qui Ioniq supera di poco i 530 litri di capacità mentre EV6 si ferma a 520.

Come ci si aspetterebbe, data l’architettura condivisa, ci sono molti elementi in comune; a seconda del mercato, entrambe le auto saranno disponibili con un pacco batterie base da 58 kWh o un più potente 77,4 kWh (72,6 kWh in alcuni mercati) e con un motore con trazione posteriore o integrale.

Le versioni entry-level, a motore singolo, con batteria da 58 kWh offre una potenza massima di 168 Cv, mentre l’adozione di una batteria con capacità maggiore permette di raggiungere i 232 Cv. Le varianti più pepate con doppio motore offrono su Hyundai una potenza di 302 Cv, mentre su Kia di 321 Cv e fino a 577 Cv.

L’architettura E-GMP fornisce a entrambe le auto una tensione operativa di 800 volt, qualcosa che normalmente si trova solo su auto di lusso di fascia alta come la Porsche Taycan. Questo consente a EV6 e Ioniq 5 di utilizzare stazioni di ricarica anche da 350 kW. Supponendo che sia disponibile, sarai in grado di caricare la batteria dal 10 all’80 percento in 18 minuti: un risultato davvero interessante. L’autonomia stimata nel ciclo WLTP con batteria da 77,4 kWh è di circa 450 km su entrambe le vetture.

Hyundai, a questo proposito, offre un tetto solare opzionale capace di estendere l’autonomia della Ioniq 5; al momento l’accessorio è disponibile solo per Hyundai e non sappiamo se arriverà anche su Kia e con quali modalità.

Prezzo e date di vendita

Kia EV6 sarà disponibile da settembre (mentre la GT dalla fine del 2022) a partire da 49.500 euro, la EV6 GT-line da 61.000 euro e la GT da 69.500 euro. In Italia gli ordini della Ioniq 5 saranno aperti prima della prossima estate: inizialmente sarà disponibile solo un’edizione di lancio dalla dotazione particolarmente completa attorno ai 60 mila euro (incentivi esclusi) e successivamente arriveranno sul mercato altre versioni, con batterie meno capienti e un prezzo d’attacco inferiore ai 45 mila euro.