Auto

La mascherina extra large di BMW? Pura necessità

Da ormai diversi mesi BMW ha svelato e introdotto il nuovo aggiornamento stilistico che include, tra le varie cose, anche un refresh della sezione anteriore della vettura e più in particolare della mascherina, che rappresenta da sempre un segno distintivo per la casa di Monaco. Un cambiamento quasi epocale che ha, nel bene e nel male, segnato un netto cambio di passo.

Non ci sono mezze misure, i due nuovi “reni” anteriori di dimensioni extra large si possono solo amare o odiare. Il nuovo design ha fatto così tanto scalpore da obbligare alcune ditte di personalizzazione, come Prior Design, ad introdurre la precedente mascherina su alcuni attuali modelli.

Nelle ultime settimane, a fronte di continue lamentele da parte degli appassionati del settore e naturalmente dai proprietari, BMW ha deciso di far luce su questo aspetto dichiarando apertamente le ragioni dietro al nuovo cambio di stile. Al fine di spiegare in maniera approfondita le motivazioni, il produttore ha dovuto rimuovere interamente il fascione anteriore mettendo quindi a nudo gli elementi meccanici che occupano lo sbalzo anteriore.

A giudicare dalle immagini, appare evidente come la griglia XXL sia necessaria per convogliare un corretto apporto di aria al radiatore anteriore e raffreddare quindi i principali elementi del motore. Lo stravolgimento stilistico non si limita alla sola gestione delle temperature ma si estende anche alla sicurezza stessa dei componenti. Come evidenziato dal video, è presente una sorta di “bash bar” necessaria a proteggere i radiatori da possibili danni causati da pietrisco e corpi solidi.

In aggiunta, dal momento che il radiatore dell’olio è quello posizionato più in basso nella fascia anteriore, il “doppio rene” permette anche di creare una sorta di “pressione negativa” nell’aria appena sotto di esso. In conclusione, sembra che l’aggiornamento stilistico non sia stato dettato solo da alcune preferenze degli ingeneri ma derivi anche da necessità concrete legate alla sicurezza e al piacere di guida.

Di seguito vi lasciamo il video condiviso da BMW che sottolinea, ancora una volta, quanto sia complicato per i progettisti trovare la giusta via di mezzo tra estetica e funzionalità: