Ibride e Elettriche

La nuova Dacia Duster sarà ibrida e ricca di innovazioni

La Dacia Duster ha di recente ricevuto un restyling ma la nuova generazione potrebbe essere già tra i pensieri del produttore francese; secondo quanto riportato in rete, il nuovo SUV arriverà sul mercato nel 2024 e beneficerà di importanti novità ereditate, in parte, anche da Renault.

La nuova proposta non utilizzerà l’attuale piattaforma B0, condivisa sin dal primo modello, ma sarà progettata sulla piattaforma modulare CMF-B, utilizzata per Clio, Captur, la nuova Juke, Logan e Sandero. Lo schema propulsivo sarà simile all’E-Tech di Renault anche se al posto del classico 1,6 litri potremmo trovare un più prestazionale 1,8 litri, sempre a ciclo Atkinson.

Federicovecchio.com

A differenza del più conosciuto ciclo Otto, l’Atkinson è sempre più adottato dai costruttori grazie all’avvento dell’ibridizzazione, che richiede una maggiore efficienza e una produzione di emissioni ridotta. Mentre la tecnologia propulsiva appare ormai chiara, rimane un mistero la potenza che sarà a disposizione del guidatore anche se, come da tradizione Renault, attendiamo tra i punti di forza i consumi ridotti e non un particolare spunto.

Dacia Duster 2024 arriverà sul mercato con alcuni mesi di anticipo rispetto all’ammiraglia Bigster, il SUV più grande del produttore rumeno. Presentato sotto forma di concept all’inizio di quest’anno e caratterizzato dalla presenza di materiali di riciclo, potrà ospitare sino ad un massimo di 7 occupanti. Un’importante novità che si posizionerà un gradino sopra a tutta la gamma attualmente in produzione e che sarà sicuramente accolto con un grande interesse da parte del pubblico, che sembra apprezzare sempre di più la filosofia di Dacia; una strategia che ha colpito anche noi durante la prova della compatta Spring, la prima vera elettrica del marchio rumeno.