Auto

Lamborghini Urus: in arrivo un restyling con motore ibrido?

È tempo di restyling per il SUV campione di vendite della casa di Sant’Agata Bolognese. Alcune recenti foto spia hanno immortalato il SUV sportivo italiano tra gli scenari innevati scandinavi, mostrando alcune delle novità che possiamo attendere con questo aggiornamento.

Il nuovo Urus potrebbe ereditare la sigla “Evo” direttamente dalla supercar Huracan e beneficiare quindi di alcune importanti modifiche necessarie per rendere la vettura ancora più appetibile e aggiornata alle richieste del mercato. Nonostante le importanti camuffature necessarie a nascondere le forme del nuovo modello, possiamo facilmente scorgere un design rinnovato e più aggressivo della griglia anteriore, fari LED più affilati e un paraurti posteriore modificato.

Anche l’abitacolo potrebbe subire un piccolo upgrade ed integrare l’ultima versione del sistema di infotainment, anche se al momento si tratta puramente di supposizioni. La presenza di una variante rinnovata potrebbe portare in dote anche una ricca e aggiornata serie di tessuti e personalizzazioni da abbinare a quelli già presenti.

Il sistema di propulsione non dovrebbe andare incontro a grandi cambiamenti; ad alimentare Urus è atteso il più che collaudato 4 litri V8 biturbo che potrebbe, tuttavia, ricevere un piccolo aggiornamento in termini di potenza. L’attuale versione eroga 650 CV e 850 Nm di coppia che, in abbinamento al cambio automatico a 8 rapporti, consente di bruciare lo scatto da 0 a 100 in appena 3,5 secondi. Un tempo decisamente interessante per un pachiderma da oltre 2.200 Kg.

Alcune voci di corridoio suggeriscono che Lamborghini potrebbe integrare una piccola soluzione plug-in hybrid con la variante Evo, così da rientrare nei limiti di emissioni di Co2. Per il marchio non si tratterebbe di una vera e propria novità in quanto con Sian e Terzo Millennio, il marchio ha già dimostrato l’intenzione di muoversi in tale direzione.

L’adozione di un powertrain ibrido sarebbe comunque necessario per rispondere alla concorrenza che già adotta soluzioni analoghe, come Bentley e Porsche.