Ibride e Elettriche

L’auto elettrica di Apple si farà; colloqui avviati con Hyundai

Qualche settimana fa vi abbiamo raccontato della possibilità che Apple realizzi un’auto elettrica, notizia che oggi trova ulteriori conferme da parte di Bloomberg. Inizialmente si era vociferato di un progetto in stato abbastanza avanzato, tanto da ipotizzare un rilascio entro un paio d’anni, ma le fonti più recenti indicano la finestra di rilascio tra il 2025 e il 2027 – una tempistica più credibile, trattandosi di un prodotto completamente nuovo per Apple, ed estremamente complesso.

Apple sta arruolando nei suoi ranghi diversi tecnici e ingegneri rubati a Tesla, e avrebbe già avvisato una trattativa con Hyundai per quanto riguarda l’effettiva produzione; insomma, le premesse ci sono, andiamo a scoprire a che punto sono arrivati i lavori.

BMW i3 Concept (07/2011)

Il team al lavoro su Project Titan è stato creato nel 2014, e nel tempo ha rischiato di sparire, si è ridotto e ampliato; oggi il team è guidato da Doug Field, e si è arricchito di alcuni ex dipendenti di Tesla che si occuperanno dei lavori sulla carrozzeria e sugli interni. Due i nomi più importanti sono Steve MacManus, ex vicepresidente di Tesla ora impegnato nel design degli interni, e Michael Schwekutsch, anch’egli ex vicepresidente di Tesla che oggi sta lavorando al powertrain per Cupertino. Il team ad oggi è sottodimensionato per un progetto di questa mole, ma senza dubbio si arricchirà di nuove figure professionali nei prossimi mesi.

BMW i3 Concept (07/2011)

Come vi abbiamo anticipato, Apple ha parlando con Hyundai per quanto riguarda la produzione; Apple ha infatti intenzione di delegare la produzione, come fa già per qualunque altro suo prodotto, dopo aver definito il progetto. Ci vorrà tempo, prima che Apple riesca a mettere insieme le sue enormi competenze informatiche, con le nuove competenze in fatto di meccanica, telaistica e carrozzeria che sta cercando di acquisire.

BMW i3 Concept (07/2011)

Senza dubbio Apple fornirà tecnologia e hardware alla casa coreana, e quest’ultima darà il suo contributo per quanto riguarda l’aspetto meccanico, ma il messaggio è chiaro: Apple vuole uscire sul mercato con un’auto elettrica che riporti il suo marchio, non si accontenterà di fornire solo l’hardware per la guida autonoma – che comunque sarà venduto anche a terzi.