Auto

Tesla lancia la sua polizza negli USA: fino al 30% più economica

La più celebre produttrice statunitense di veicoli elettrici ha annunciato che, a partire dalla California, lancerà il proprio programma di assicurazione per autoveicoli. La scelta dello stato dipende probabilmente dal largo numero di vendite, ma non è da escludere che il piano di protezione non possa essere allargato ai rimanenti.

L’introduzione di una polizza non è una novità per la società di Musk, già dallo scorso anno infatti gli acquirenti australiani e hongkonghesi possono sottoscrivere il piano di copertura.

Il nome, “Tesla Insurance”, non lascia dubbi riguardo alla natura del servizio offerto. I requisiti per accedervi sono limitati al possesso di una tesla, esente da modifiche sia hardware che software. Essendo la copertura totale, l’azienda utilizza l’estensiva telemetria raccolta dalla vettura durante la marcia per valutare responsabilità ed eventuali malfunzionamenti che possano aver causato sinistri.

Per quale motivo quindi un acquirente dovrebbe rivolgersi alla casa madre per una polizza assicurativa? A detta i tesla: per i costi. I prezzi di sottoscrizione sarebbero fino al 30% inferiori rispetto alle concorrenti del settore.

Il compromesso verrebbe raggiunto scambiando le informazioni inerenti ad ogni aspetto della vettura e della guida in cambio di uno sconto sostanzioso sul costo assicurativo. Un altro cavallo di battaglia, estratto dal blog post dell’annuncio, sarebbe la facilità di sottoscrizione. Un ipotetico acquirente necessiterebbe solamente del VIN (Vehicle identification number) della sua futura automobile, ottenibile tramite l’account tesla, per avere in pochi minuti una quotazione.

Il modello di pagamento sembrerebbe mensile e la cancellazione sarebbe libera e soprattutto gratuita. Per il momento non sembrano esserci piani di espansione in Europa.