Ibride e Elettriche

Volkswagen punta alla progettazione di chip per la guida autonoma

In seguito all’allarme lanciato dal gruppo Volkswagen relativa alla crisi dei semiconduttori, la stessa casa automobilistica tedesca vuole puntare su una progettazione propria di chip ad alte prestazioni destinati ai futuri veicoli a guida autonoma. È questo quanto dichiarato dall’amministratore delegato Herbert Diess durante un’intervista ad un noto quotidiano tedesco. Lo stesso Herbert Diess ha sottolineato che la società di Wolfsburg non si accontenterà di chip pronti all’uso per elaborazione e calcolo nelle auto a guida autonoma.

Sono sempre di più ormai le realtà del settore che puntano allo sviluppo di tecnologie proprie, considerata la carenza di chip che sta causando differenti stop produttivi anche nel settore automobilistico. Una crisi che potrebbe tuttavia peggiorare nel secondo trimestre visto il sostanziale aumento imprevisto della domanda.

Per ottenere prestazioni ottimali, alla luce delle elevate esigenze che esistono per le automobili, il software e l’hardware devono uscire da una sola mano, ha spiegato Diess.

Come accennato, la casa automobilistica Volkswagen, cosi come Apple e la statunitense Tesla, intende dotarsi di competenze specifiche e sviluppare eventuali brevetti, ma probabilmente un contributo dovrà fornirlo la nuova divisione informatica Car.Software.

Per quanto riguarda i dettagli della nuova strategia non sono state fornite precise scadenze. Sappiamo però che la Casa di Wolfsburg punta a portare avanti differenti progetti dediti alla realizzazione di nuove auto elettriche dotate di avanzate e innovative soluzioni di guida autonoma. Non dimentichiamo che la società ha intenzione di portare sul mercato un servizio di trasporto a guida autonoma con il suo ID Buzz.

Per la prima volta, quest’anno condurremo delle prove sul campo in Germania in cui il sistema di guida autonoma della Argo AI verrà utilizzato su una versione della futura ID. Buzz della Volkswagen Commercial Vehicles. L’obiettivo è sviluppare un concept di ride-hailing e pooling simile a quello che offre oggi Moia. A metà di questo decennio i nostri clienti avranno l’opportunità di essere trasportati, in alcune città selezionate, da veicoli autonomi.

Il portachiavi con logo Volkswagen è disponibile su Amazon.