Reseller

Con Netbackup 7.6 Symantec protegge le applicazioni business critical

Con una struttura organizzativa più semplice e una focalizzazione su un'offerta ad alto valore, Symantec traccia la nuova strategia con cui aspira a diventare  "market lead" nel settore di riferimento.

L'obiettivo è soddisfare le nuove esigenze del mercato in seguito alla data explosion, attuando un'evoluzione dell'offerta che si basa su una maggiore integrazione e una focalizzazione verso il settore enterprise. 

"Possiamo ritenerci soddisfatti del fatto che Symantec, nonostante la difficile congiuntura economica in corso, abbia riportato una crescita pari al 6%" ha fatto notare Marco Riboli, dallo scorso novembre nel ruolo di  Vice President Symantec Mec Region e Eu. La società sta attraversando una fase di trasformazione che l'ha portata verso una maggiore semplificazione a livello di organizzazione con lo scopo di fare business più agevolmente.

Marco Riboli – Vice President Symantec Mec Region e Eu

Allo stesso tempo si è posta come obiettivo una nuova strategia di canale e lo sviluppo delle competenze dei team di vendita che sono stati ridotti per dare spazio a una maggiore expertise e a un approccio più consulenziale, importante per aiutare i clienti ad orientarsi all'interno della vasta offerta del vendor.

D'altronde, per le aziende che operano nel settore della protezione dei dati, il periodo dovrebbe essere propizio vista la crescita esponenziale dei dati digitali e la necessità per le aziende di proteggere le informazioni business critical.

Proprio per aiutare le organizzazioni a gestire la protezione dei dati e delle infrastrutture Symantec ha reso disponibile la versione 7.6 della soluzione NetBackup con funzionalità rinnovate introdotte proprio per offrire performance più elevate in linea con l'attuale evoluzione tecnologica.

Roberto Dellavedova, Information Management Specialist di Symantec Italia ha precisato che: "Le novità introdotte nella versione di NetBackuo 7.6 si basano proprio sui fenomeni tecnologici attuali che hanno portato all'esplosione dei dati digitali e alla conseguente trasformazione dei data center aziendali dovuta anche alla diffusione di un crescente numero di sistemi  virtualizzati". 

Un problema che molte aziende devono fronteggiare è proprio la crescita esponenziale di dati da mettere in sicurezza, di cui più del 60%  è composto da copie di dati primari. A questo si aggiunge il fenomeno della virtualizzazione che si sta estendendo fino a comprendere il software defined data center.

In pratica "si passa dal concetto di virtualizzazione del singolo server, della singola virtual machine, alla virtualizzazione di insiemi di macchine virtuali che possono essere anche accumunate dallo stesso obiettivo, quello di erogare gli stessi servizi" precisa Dellavedova, che continua – .  Oltre alla virtualizzazione un altro aspetto che sta trasformando la gestione del data center sono i servizi cloud che comportano il doversi confrontare con sistemi tecnologici ibridi quindi con un nuovo paradigma di data protection". 

Con Symantec NetBackup 7.6 con tecnologia V-Ray il vendor ha messo a disposizione delle aziende una soluzione che offre i livelli di prestazioni, automazione e gestione necessari per proteggere gli ambienti virtualizzati con migliaia di macchine virtuali e petabyte di dati.