IT Pro

Reti geografiche e qualità del servizio

Pagina 3: Reti geografiche e qualità del servizio

Reti geografiche e qualità del servizio

Se in una rete sincrona il tempo che intercorre nella trasmissione e nella ricezione tra le parti (pacchetti, campionamenti e così via) in cui è suddivisa una unità informativa (dati o parlato) è contenuto entri limiti precisi, in una rete a commutazione di pacchetto e, in particolare, in una rete che adotti IP per la realizzazione del livello 3, non è così.

Fenomeni come il ritardo (delay) nella trasmissione dei pacchetti, nella loro ricezione e nel tempo che intercorre tra la ricezione di un pacchetto e il successivo (jitter) possono inficiare la qualità della ricezione e devono quindi essere adeguatamente affrontati.

Per rispondere a questa esigenza le società coinvolte nella produzione e fornitura di reti convergenti hanno finito con lo sviluppare architetture di rete inglobanti funzioni di alto livello, in grado di controllare e garantire l’erogazione di servizi dati e di fonia in accordo a standard qualitativi predefiniti e, sostanzialmente, con una qualità tendente a quella di tipo telefonico.

In pratica, il problema che si è dovuto risolvere è consistito nel come, attraverso gli apparati di una o più reti che collegano gli utenti finali di una sessione, garantire la banda adeguata e la consegna dei dati a destinazione, rispettando i parametri caratteristici dei diversi tipi di media (dati, voce, video) coinvolti, e gestire negli apparati di transito l’adeguato livello di priorità al flusso dati.Dsporre di standard atti a garantire l’erogazione a livello di rete di servizi di QoS è una condizione necessaria ma non sufficiente, perché il servizio stesso sia realizzato. Per trasformare il tutto in una modalità operativa concreta servono, infatti, tre entità aggiuntive distinte: l’entità tramite la quale definire le policy, un server che ne permetta la distribuzione e i dispositivi di rete in grado di tradurle in pratica.

Il problema della gestione delle policy si inserisce poi nel quadro più ampio delle funzioni di sicurezza e del monitoraggio globale del funzionamento del sistema rete.

Gestione delle policy, sicurezza in rete e nella distribuzione dei servizi e nel loro accesso, nonché il management, interagiscono, infatti, al fine di garantire che la rete operi nel suo complesso in accordo a quanto previsto e con il livello di affidabilità totale, non solo per ciò che riguarda il trasporto dei dati, ma anche nel funzionamento complessivo delle applicazioni che su di essa si appoggiano.

La definizione dei parametri di una specifica policy avviene, in ogni modo, tramite un sistema di gestione, che permette di identificare le funzioni necessarie e di raggrupparle in una descrizione che rientri nelle classi possibili di funzionamento.