Cinema e Serie TV

Fantastic Four: Josh Trank voleva per Sue Storm un’attrice afroamericana

Josh Trank ha confessato, in una intervista rilasciata a Geeks of Color, di aver desiderato fortemente che il ruolo di Sue Storm nei Fantastic Four fosse affidato a un’attrice afro-americana.

Il regista ha rilevato che dopo aver scelto Micheal B.Jordan per interpretare Johnny Storm, aveva già dovuto affrontare così tante minacce di morte online da aver iniziato a dormire con una pistola sul comodino.

Sulla sua proposta di scegliere un’attrice di colore che vestisse i panni di Sue Storm, in modo da rendere più credibile il legame tra fratello e sorella dei due personaggi, lo studio si era però rifiutato nettamente:

Ci sono state molte conversazioni controverse che si sono svolte dietro le quinte su quell’aspetto. Ero maggiormente interessato a una Sue Storm di colore, a un Johnny Storm nero, e a un nero Franklin Storm. Ma inoltre, quando stai affrontando uno studio con un film enorme come quello, tutti vogliono mantenere una mente aperta su quali star saranno coinvolte. ‘Forse sarà Margot Robbie’ o qualcosa di simile. Ma quando siamo arrivati alla fase della scelta ho trovato molti ostacoli relativi al casting di un’attrice nera per quel ruolo.

Poco prima di dirigere il reboot Fantastic Four nel 2015, l’allora 26enne Trank aveva appena realizzato la pellicola di gran successo Chronicle, sempre con l’attore Michael B. Jordan come protagonista, e la Fox, forse troppo concentrata nel mettere assieme il proprio universo cinematografico, non era stato in grada di supportarlo nella scelta di rendere più multirazziale il cast del film.

Il ruolo di Sue Storm è stato poi affidato all’attrice Kate Mara e, in merito a questo, il regista ha aggiunto che:

Quando ci ripenso credo che avrei dovuto andarmene quando mi ero reso conto di quanto stava accadendo e mi sento imbarazzato dal fatto che non me ne sono andato per principio. Perché quelli non sono i valori che sostengo nella mia vita, non lo erano in quel momento e non lo sono mai stati. Perché sono qualcuno che parla sempre di difendere ciò in cui crede, anche se vuol dire rovinare la mia carriera. Mi sento male per il fatto che non ho rinunciato per quella questione. Mi sembra di aver fallito.

Non avete ancora guardato il reboot del 2015 Fantastic 4 di Josh Trank? Allora recuperate da qui.