Cinema e Serie TV

Natale come un Weasley, Natale in famiglia

Sebbene non sia chiaro come si ponga il mondo magico nei confronti della religione, una cosa è lampante, anche nel mondo di Harry Potter si festeggia il Natale, e, parlando di festeggiamenti in famiglia, chi può esserne un esempio meglio dei Weasley?

Natale come un Weasley

Nonostante l’impegno di J. K. Rowling a mantenere una certa distanza tra la saga di Harry Potter e il culto religioso, nei libri vengono citate due festività cristiane: Pasqua e Natale. Se la festività di Pasqua, alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, rappresenta solo una pausa primaverile dagli studi, durante la quale gli studenti possono tornare dalle proprie famiglie, Natale viene festeggiato in grande stile. Tutti i fan avranno impressa nella memoria la magnificenza della Sala Grande del castello di Hogwarts, addobbata con alberi di natale, candele fluttuanti e neve magica. Altrettanti si saranno accorti che il Natale, sebbene sia celebrato come una festività secolare piuttosto che religiosa, ha un enorme significato sia nella struttura della storia narrata negli 8 capitoli della saga cinematografica di Harry Potter, sia nella vita emotiva dello stesso Harry. Grazie all’amicizia con Ron e all’affetto della famiglia Weasley, Harry ha imparato cosa significa essere circondato dall’amore. Scopriamo, quindi, insieme le feste di Natale più felici del maghetto.

L’importanza del Natale per Harry

Il primo Natale a Hogwarts, raccontato in Harry Potter e la Pietra Filosofale, per Harry, è anche il primo che il maghetto festeggia ricevendo regali veri. Il fatto di ricevere veri doni è una sorpresa per Harry, finora abituato a ricevere calzini o vestiti smessi del cugino Dudley Dursley. Per questo motivo Harry era pronto a rimanere a guardare i suoi amici Grifondoro scartare i loro doni condividendo comunque con loro il divertimento.

Natale come un Weasley

Quel Natale, quasi a segnare il primo passo vero l’adozione del maghetto da parte della famiglia Weasley, Molly Weasley non dimentica Harry, diventato amico inseparabile di suo figlio Ron, e gli invia, rigorosamente tramite gufo, un maglione fatto a mano. Il maglione, descritto nei libri come di un intenso color smeraldo, simile a quello degli occhi del ragazzo, rappresenta, inoltre, il primo capo di abbigliamento nuovo che Harry abbia mai ricevuto, ad esclusione della divisa di Hogwarts. Molly Weasley, da brava madre qual è, invia a Harry anche dei dolci fatti in casa. È la prima volta che il maghetto riceve attenzioni benevole da un adulto, volte non solo alla sua sopravvivenza di base ma anche al suo piacere e divertimento. Il Natale durante il primo anno di scuola è anche il giorno in cui Harry Potter ha ricevuto, in un pacchetto anonimo, il mantello dell’invisibilità di suo padre, che in Harry Potter e i Doni della Morte si rivelerà essere uno dei leggendari doni della Morte. Nel corso della storia si scoprirà che il pacchetto è, in realtà, dono di Albus Silente, che per l’occasione ha assunto il ruolo di un Babbo Natale meno corpulento.

Natale come un Weasley

In breve tempo il mantello diventerà ciò che permetterà ad Harry di trovare lo specchio di Erised, nella Stanza delle Necessità, che permette a chi ci si specchia di vedere il proprio desiderio più nascosto, nel caso di Harry di vedersi finalmente circondato dalla propria famiglia. Per tutto il resto della saga il mantello aiuterà Harry a superare le difficoltà e sopravvivere a minacce mortali, diventando un’estensione della protezione parentale che già lo salvò quando Voldemort assassinò i suoi genitori.

Natale come un Weasley

Oltre ai doni, le celebrazioni nella Sala Grande di Hogwarts rappresentano il momento in cui Harry ha la sensazione di sentirsi finalmente in un posto a cui appartiene. La cena di Natale da l’occasione a Harry e agli altri studenti di vedere i professori sotto una luce nuova, rilassati e con indosso cappelli esilaranti, a causa di un cracker magico inavvertitamente aperto a tavola. Finalmente Harry si trova in un contesto in cui è circondato da adulti che non lo vedono come un problema o una fonte di potenziale imbarazzo.

Natale come un Weasley

Sebbene siano state scritte molte fanfiction (Ndr. storie non ufficiali scritte dai fan) riguardo le feste di Natale in casa Malfoy e nelle case delle coppie Weasley-Granger e Potter-Weasley, le fonti ufficiali che parlano del Natale sembrano riguardale unicamente la famiglia Weasley e, quando si parla dei film, il primo Natale mostrato è quello che Harry trascorre con loro al numero 12 di Grimmauld Place.

Natale come un Weasley

Il primo Natale che Harry festeggia con la famiglia dai capelli rossi è anche, infatti, il primo che il maghetto festeggia fuori dal castello di Hogwarts, in Harry Potter e l’Ordine della Fenice. Questo primo Natale in famiglia ha, però, un retrogusto agrodolce. Il padre di Ron, Arthur Weasley, infatti, era appena stato attaccato da Nagini, il serpente, nonché Horcrux, di Lord Voldemort, durante lo svolgimento del suo lavoro al Dipartimento dei Misteri nel Ministero della Magia. Da poco dimesso dal San Mungo, l’ospedale per ferite e malattie magiche dove sono curati maghi e streghe, Arthur Weasley si è ricongiunto alla famiglia proprio il 25 Dicembre. Questo Natale non si è svolto alla Tana, la casa della famiglia Weasley, fuori dal villaggio di Ottery St Catchpole, bensì a casa della famiglia Black. Ereditata da Sirius Black, padrino di Harry,  la casa era stata, infatti, da lui messa a disposizione ai membri dell’Ordine della Fenice. Nella breve scena mostrata nel film possiamo vedere un tradizionale abete, coperto da una nevicata magica, un Babbo Natale incantato che sfreccia nell’aria a bordo di una scopa, e buffi cappelli di carta, che in realtà ricordano molto i cappelli che i babbani utilizzano per festeggiare i compleanni.

Natale come un Weasley

Sebbene lontani da casa loro, e con un padre decisamente acciaccato, i Weasley non rinunciano alle loro tradizioni natalizie e, seduti a tavola attorno ad un tacchino si scambiano i regali. Molly Weasley dimostra, come anche raccontato nei libri, che quella di regalare ai propri figli (e ad Harry Potter) un maglione fatto a mano, o un altro capo di abbigliamento, è per lei una tradizione fondamentale da ripetere ogni anno. Non importa dove si svolga, il natale Weasley è pieno di abbracci, amore e buon cibo casalingo. Questa gioiosa, e un po’ chiassosa, atmosfera ci viene raccontata anche nelle scene di Harry Potter e il Principe Mezzosangue.

Natale come un Weasley

Natale che Harry trascorre, finalmente, alla Tana. Nei pochi secondi di festeggiamenti mostrati nel film intravediamo una tavola imbandita, una torta con una decorazione incantata che pattina sopra alla glassa e i gemelli Fred e George che, allegri, aprono un cracker natalizio incantato. Sebbene siano solo pochi fotogrammi, la scena trasmette tutto il calore e l’allegria di una cena di Natale passata in famiglia.

Natale alla tana

Dato il fascino dei festeggiamenti in casa Weasley, che sembrano essere davvero divertenti, i creatori di Hogwarts Mistery, videogioco per iOS e Android sviluppato da Jam City, hanno deciso di inserire nel gioco un’avventura stagionale, disponibile solo nel mese di Dicembre: Natale alla Tana.

Natale come un Weasley

Come si può intuire dal nome, l’avventura si incentra sul Natale in casa Weasley e, a differenza di molte avventure del video game, non è avvolta dal mistero. Il giocatore dovrà semplicemente trovare i regali perfetti per tutti i membri della famiglia, riparare la Ford Anglia azzurra dei Weasley per raggiungerli in tempo per la cena di Natale, decorare la Tana in compagnia dei Weasley e godersi una gioiosa cena natalizia. Nel gioco possiamo ammirare la Tana in tutti i suoi aspetti, coperte fatte a mano disseminate ovunque, piatti che si lavano da soli, disegni a pastello di draghi fatti da un piccolo Charlie Weasley e un’atmosfera calda e accogliente che viene rimarcata anche da una delle opzioni di gioco.

Natale come un Weasley

La missione prosegue, mostrandoci come si appendono le decorazioni in casa Weasley, operazione alla quale partecipa, sembra scontato, l’intera famiglia. I commenti dei personaggi del gioco, inoltre, richiamano l’atmosfera divertente e un po’ caotica già presentata in libri e film. Molly Weasley cita perfino un albero andato a fuoco durante uno degli scorsi festeggiamenti. L’atmosfera familiare viene rimarcata anche dai dialoghi del gioco, che ricordano al giocatore come l’importante, per i Weasley, sia passare le festività assieme alle persone a cui si vuole bene, possibilmente in allegria. È questo, per i Weasley, il vero significato del Natale.

Alla ricerca del perfetto regalo di Natale da Potterhead? prova questo maglione natalizio a tema Harry Potter! Rendi magica casa tua con lo zerbino di Hogwarts. Vuoi assaporare anche tu l’atmosfera della Tana? prova questo puzzle originale! Tieniti caldo questo inverno con il giaccone invernale della tua casa!