Libri e Fumetti

Supereroi – Le leggende DC, contenuti e guida alla lettura della collana da edicola

Parte oggi martedì 13 aprile Supereroi – Le leggende DC ovvero la nuova collana collaterale da edicola allegata a La Gazzetta dello Sport e Il Corriere della Sera dedicata agli eroi DC e prima collana in assoluto di questo tipo realizzata con la supervisione di Panini DC Italia.

Foto generiche

Supereroi – Le leggende DC, i dettagli

Supereroi – Le leggende DC sarà composta per il momento da50 uscite settimanali. La prima uscita costerà € 2.99, dalla seconda uscita il prezzo sarà  invece € 6.99. I saranno brossurati, formato leggermente più grande di quello comic book tradizione (17×26 cm) e saranno arricchiti da contenuti redazionali inediti, guide alla lettura, bozzetti e copertine storiche.

La collana è realizzata da RCS MediaGroup in collaborazione con Panini DC Italia:

Batman, Superman, Wonder Woman, Flash, Lanterna Verde, Aquaman: tutti gli eroi della Justice League e dell’Universo DC di nuovo insieme in una collana di fumetti mai vista, in edicola con La Gazzeta dello Sport e Corriere della Sera, in collaborazione con Panini Comics. Le più grandi saghe a fumetti che hanno fondato e poi reinventato l’epopea dei supereroi, per la prima volta in una raccolta di volumi da collezione, arricchiti da un inedito apparato redazionale.

Supereroi – Le leggende DC, contenuti e guida alla lettura

È bene subito sgomberare il campo da qualsiasi dubbio o incertezza: tutte le uscite di Supereroi – Le leggende DC sono imprescindibili o quasi per ogni lettore e fan DC che vuole colmare lacune nella propria libreria essenziale oltre a fornire una eccellente panoramica dell’Universo DC anche a lettori neofiti. Il prezzo assolutamente abbordabile dei volumi inoltre permette inoltre di osare in più di un frangente avventurandosi nella lettura di alcune storie che potrebbero essere passate colpevolmente inosservate soprattutto in epoca recente. Tuffiamoci quindi in questa guida alla lettura in cui indicheremo anche i probabili contenuti dei volumi. Probabili perché non sono stati ufficialmente diffusi ma il titolo stesso dei volumi ci ha permesso di “ricostruirli” con una buona approssimazione.

Si parte con Batman: Hush (Parte 1) – 13/04/2021 e Batman: Hush (Parte 2) – 20/04/2021

Foto generiche

Si inizia con una delle storie che ha maggiormente influenzato una intera generazione di nuovi lettori ed è capace ancora oggi, grazie ad un inesplicabile magnetismo, di attirare i neofiti: Hush.

Uscita in 12 albi nel 2002, originariamente su Batman #608-619, vede Jeph Loeb (Il Lungo Halloween) ai testi coadiuvato dalla superstar Jim Lee ai disegni. Qualcuno sta manovrando i criminali di Gotham contro il Cavaliere Oscuro che avrà bisogno dell’aiuto di tutti i suoi alleati, compresa una insospettabile Catwoman, per svelare l’intricata rete di crimini e misfatti che sembra portarlo a rivisitare dapprima la morte di Jason Todd ovvero il secondo Robin e poi, andando ancora più a ritroso, addirittura la sua infanzia con il ritorno di un improbabile personaggio.

Hush è una storia tutt’altro che perfetta, la leggenda vuole che il finale sia stato riscritto con imposizioni editoriali molto forti che costrinsero a successive correzioni anche negli albi successivi, ma che grazie al suo taglio cinematografico e spettacolare, al suo intreccio complesso ma non troppo e al suo ricco cast di personaggi esercita su qualsiasi lettore un fascino particolare. Contribuiscono a questo fascino sicuramente gli altrettanto spettacolari disegni di Jim Lee, qui forse completamente maturo e al suo lavoro migliore, in un riuscito mix di azione, investigazione e rimandi al passato del Cavaliere Oscuro che non possono non incuriosire il lettore.

Se le prime uscite sono dedicate al Cavaliere Oscuro, quelle immediatamente successive non potevano che essere dedicate all’Uomo d’Acciaio con All Star Superman (Parte 1) – 27/04/2021 e All Star Superman (Parte 2) 04/05/2021

Foto generiche

All Star Superman di Grant Morrison e Frank Quitely è un’opera raffinata che partendo dal concetto di mortalità esplode abbracciando Costruttivismo, Illuminismo e Umanesimo per una riflessione che va ad abbracciare, attraverso il mito moderno del supereroe e della sua eredità, la Vita intesa come spinta creatrice. Per Morrison, Superman diventa quindi L’Uomo Vitruviano Pop personificando quella distintiva abilità, quasi una responsabilità, di vivere secondo i propri ideali e le aspettative da essi create. Se per un cane è inusuale aspirare ad essere un uccello, l’uomo può creare una macchina che gli permetta il volo, ha cioè il dono di tendere all’imitazione e alla modificazione di sé.

Dopo aver compiuto un salvataggio sul Sole, le cellule del corpo di Superman subiscono un fatale sovraccarico innescando così un processo degenerativo che condurrà l’eroe alla morte nell’arco di 12 mesi. Inizia così un percorso in cui l’eroe deciderà di portare a compimento tutte le questioni in sospeso fra cui il riportare Kandor alla sua forma naturale, il suo rapporto con Lois Lane ed ovviamente fino al confronto con il suo acerrimo nemico, Lex Luthor.

Come la definì lo stesso Morrison: “È la terribile simmetria, l’immagine del genio e del nostro bisogno di creare, come forma di imitazione divina.” Frank Quitely in forma strepitosa per uno dei suoi lavori, in termini di composizione e tratto, migliori. Grandissimo il suo tributo al Superman anni ’50 e alla sua estetica retro-futuristica.

Prima digressione con il Velocista Scarlatto di casa DC, ovvero The Flash, e con Flashpoint – 11/05/2021.

Foto generiche

Nel Multiverso DC, The Flash (soprattutto Barry Allen) è un personaggio fondamentale a causa delle sue capacità e dei suoi poteri. Flashpoint è l’evento in 6 numeri realizzato nel 2011 da Geoff Johns ai testi coadiuvato da Andy Kubert alle matite. Barry Allen viene avvertito da una sua versione alternativa chiamata Hot Pursuit che tutto il continuum tempo-spazio è in pericolo a causa di una anomalia che rischia di alterare irreparabilmente tutto il Multiverso.

L’anomalia è provocata da Zoom deciso ancora una volta a distruggere la vita di Barry. La loro battaglia però ha una conseguenza inaspettata… Barry infatti si risveglia in un mondo in cui sua madre Nora è ancora viva. Ma non è l’unica “anomalia”: Barry non ha poteri, l’Europa occidentale è devastata dalla guerra fra le amazzoni di Wonder Woman e gli atlantidei di Aquaman, Superman è segretato in una base segreta del governo degli Stati Uniti, sotto la maschera di Batman si cela Thomas Wayne (sopravvissuto al figlio Bruce nell’aggressione in Crime Alley) e Cyborg è l’ultimo eroe rimasto.

Flashpoint è un evento complesso che farà da trampolino di lancio per il rilancio più drastico mai effettuato dalla DC ovvero The New 52, rilancio poi inglobato in una trama a più ampio respiro che costituirà il filo conduttore dell’era Rebirth in un audace affresco narrativo. Per questa sua complessità, e per il variegato mondo alternativo creato, Flashpoint è entrato subito nell’immaginario dei fan DC e non solo influenzando la serie TV sul personaggio e anche l’universo animato.

Primo grande classico intramontabile con Batman: Il ritorno del Cavaliere Oscuro (Parte 1) – 18/05/2021 Batman: Il ritorno del Cavaliere Oscuro (Parte 2) – 25/05/2021

Foto generiche

Si tratta della storia realizzata da Frank Miller nonché forse la storia di Batman più famosa mai realizzata.

Siamo nel 1986 ovvero nel pieno del revisionimo del genere supereroistico e Frank Miller decide di dare la sua personale interpretazione della corrente piegando le istanze psicologiche di matrice britannica (quelle di Alan Moore, Jamie Delano e Grant Morrison poi) in una durissima riflessione socio-politica che troverà riscontro in pochissimi altri interpreti (Howard Chaykin e alcuni esponenti dell’underground e Warren Ellis poi).

In un imprecisato futuro, ma spiccatamente ottantiano, Bruce Wayne è un uomo di mezza età che ha appeso il mantello al chiodo. Quando però Gotham si ritrova nuovamente sull’orlo del caos a causa dell’ondata di criminalità causata dalla gang dei Mutanti, Batman fa il suo ritorno per ristabilire l’ordine. Mentre i suoi vecchi nemici vengono riabilitati con troppa leggerezza, Due Facce prima e Joker poi, si consuma una crisi internazionale nell’isola di Corto Maltese fra USA e URSS: Superman impedisce la detonazione di un missile nucleare che però genera un impulso elettromagnetico che getta Gotham in un pericoloso blackout. Si tratta dell’anticamera dello scontro finale fra Batman e Superman, fra due visioni del mondo contrapposte. Ma come detto poco fa Batman è immortale…

Ucronico, distopico, brutale, realistico. Il Ritorno del Cavaliere Oscuro è uno dei grandi capolavori del fumetto mondiale. Non si tratta solo di rileggere la parabola del ritorno dell’eroe, mutuata tanto dall’epica classica quanto dalla letteratura giapponese da cui Miller è stato sempre profondamente influenzato, quanto di piegarla organicamente in un contesto di feroce critica sociale e politica. L’idea del vigilantismo fuorilegge, la contrapposizione fra Batman e Superman, la tragica riabilitazione dei villain, lo sfondo della crisi missilistica sono aspetti che riconducono a quel nichilismo attivo che viene subito stabilito nella prima pagina dell’opera.

Miller critica l’incapacità di trovare punti di riferimento al di là di quelli rappresentati dalle istituzioni tradizionali, oramai svuotate di senso, vedasi il Superman “soldato”, e di ergersi in maniera attiva oltre il rigurgito continuo di informazioni caotiche e spesso false dei media nonché oltre quello di una moralità che sappia prevaricare un perbenismo, un buonismo e un permissivismo vacuo. Bruce Wayne accetta di ritornare ad essere Batman come risposta a questo senso di profondo smarrimento ponendosi come agente di una moralità vera, determinata e deflagrante.

È una riflessione che pervade tutta l’opera, qualcuno l’ha definita di stampo destrorso e reazionario. Probabile. Ma talmente destrorsa da fare un giro completo e rientrare da sinistra tanto quanto le opere di John Milius, Sam Peckinpah e più tardi Clint Eastwood. Il tutto ovviamente filtra anche graficamente nell’opera sia nella costruzione della tavola che nel tratto.

Per quanto riguarda il primo aspetto l’inserto diventa tecnica fondamentale per rappresentare la modernità fatta di mille voci tutte contrastanti, poi l’orizzontalità che amplia la prospettiva della narrazione in senso cinematografico dilatandone i tempi in quella che verrà successivamente definita “gabbia di sospensione”. Il tratto invece mostra i primi segni di quella sintesi che diventeranno caratteristici del Miller maturo mentre la contrapposizione fra pieni e vuoti tipica del bianco e nero viene riletta in una chiave inedita grazie all’uso di chine spesse e “invadenti” e alla colorazione estremamente cupa ad opera rispettivamente di Klaus Janson e Lynn Varley.

Seconda digressione con Justice League: Origini – 01/06/2021

Foto generiche

Si tratta del primo ciclo (i primi 6 numeri) della Justice League di Geoff Johns e Jim Lee del 2011 ovvero dell’era The New 52.

Justice League: Origini non è la storia che cattura al meglio lo spirito del gruppo ma sicuramente quella che, memore di quanto fatto nelle passate gestioni, lo pone subito al centro dell’azione e come cardine di una serie di avvenimenti che, messi in moto da questo primo incontro, troveranno non solo compimento con la fine della gestione di Johns (nell’arco narrativo denominato giustamente Darkseid War) ma addirittura con la fine dell’era The New 52 stessa.

Johns mette insieme una Justice League di eroi “inesperti” che si incontrano per la prima volta (ricordiamo che il New 52 fu un reboot totale dell’Universo DC) e, insieme al lettore, imparano a conoscersi. Johns ha poi il merito di porre Cyborg all’attenzione del grande pubblico (a discapito purtroppo di Martian Manhunter escluso per la prima volta dalla formazione) dopo l’evento Flashpoint e dando al personaggio nuova linfa vitale e nuovo slancio. A completare il tutto le matite taglienti e cinematografiche di un Jim Lee davvero in forma e autore di alcune sequenze davvero spettacolari.

Per tutti gli amanti di Zack Snyder’s Justice League, ma solo, questo volume è assolutamente imprescindibile. Da notare come una ristampa del ciclo di Johns sulla Justice League fosse assente dagli scaffali di librerie e fumetterie italiane da un po’!

Prima perla assoluta con Wonder Woman: Sangue – 08/06/2021

Foto generiche

Si pesca ancora dall’era The New 52 per Wonder Woman con il primo ciclo (i primi 6 numeri) della eccezionale gestione firmata da Brian Azzarello (testi) e Cliff Chiang (matite).

Si tratta di un retelling quasi totale per Diana, con tanto di nuove origini e nuovo titolo, ma lo sfondo in cui si muove la sua Wonder Woman rimane sempre quello della mitologia classica, elemento imprescindibile che da sempre contraddistingue l’eroina. Zeus scompare improvvisamente. Questo avvenimento genera una faida fra le divinità dell’Olimpo che vogliono assicurarsi il trono del padre degli dèi. Contemporaneamente una giovane donna incinta bussa alla porta di Wonder Woman in cerca di aiuto e riparo: perché strane creature le stanno dando la caccia? Fra alleanze improbabili, battaglie all’ultimo sangue e divinità volubili, di cui non è sempre possibile fidarsi, Diana e la sua giovane protetta scopriranno alcuni segreti su loro stesse origini e sul loro retaggio.

Quella di Brian Azzarello è una Wonder Woman estremamente “realistica” e tosta ma capace di rileggere in maniera convincente e a tratti più intima quelle che erano le sue istanze originali filtrate dall’esperienza passata (vedasi soprattutto la componente mitologica) che assume connotati vertighiani davvero inediti mentre geniale è il confronto con gli “altri” dei dell’Universo DC ovvero i Nuovi Dei di Jack Kirby e nello specifico Orion. Il tutto è condito dal tratto spigoloso di Cliff Chiang, Tony Akins e degli altri disegnatori che accompagnano per 35 numeri lo sceneggiatore. Si tratta di una Wonder Woman graficamente più donna e guerriera (spalle larghe, scattante e formosa ma muscolare) che si avvicina idealmente più al concept originale di HG Peter. Anche gli dèi vengono completamente riletti abbandonando ove possibile la forma umana e optando per forme e incarnazioni antropomorfe o “stilizzate”.

Secondo classico intramontabile con Crisi sulle Terre Infinite (Parte 1) – 15/06/2021 e Crisi sulle Terre Infinite (Parte 2) – 22/06/2021

Foto generiche

L’Universo DC moderno nasce con questa seminale ed imprescindibile serie di 12 numeri che nel 1985 fa collassare il sistema di Terre e universi paralleli su cui si era basato fino a quel momento l’universo narrativo con una storia drammatica e dalla portata cosmica!

Per un approfondimento su Crisi sulle Terre Infinite recuperate il nostro articolo dedicato!

Seconda uscita dedicata a The Flash con Flash: Rinascita – 29/06/2021

Dopo 23 anni dal suo sacrificio in Crisi sulle Terre Infinite, Barry Allen torna ufficialmente in vita nelle pagine di Crisi Finale. Ma in quei 23 anni sono accadute molte cose nell’Universo DC e il suo posto è stato preso da Wally West divenuto a tutti gli effetti Flash. Tocca a Geoff Johns legittimare il ritorno di Barry Allen anche e soprattutto nei panni di Flash con una storia che come solo l’autore originario del Michigan sa fare. Ovvero attingendo a piene mani della storie passate del personaggio, dalla sua mitologia e dalle sue caratteristiche.

In Flash: Rinascita, indaghiamo cosa significa il ritorno di Barry per gli altri Velocisti e non solo. Il primo nemico che prova ad attaccarlo, Savitar, infatti svanisce misteriosamente. Le risposte come accaduto in passato per i Velocisti risiedono tutte nella Forza della Velocità. Flash: Rinascita non è fra le storie più riuscite di Geoff Johns e necessità di una conoscenza pregressa della mitologia dei Velocisti DC abbastanza buona per essere compresa pienamente tuttavia rimane una delle storie moderne più influenti sul personaggio (vedasi la serie TV o la sua interazione cinematografica) capace di conferirgli anche una rinnovata profondità e prospettiva rispetto alle storie classiche degli anni ’60 e ’70 e a quelle altrettante drammatiche ma convulse degli anni ’80

Crisi finale (Parte 1) – 06/07/2021 e Crisi finale (Parte 2) – 13/07/2021

Si tratta della più “mistica” delle Crisi dell’universo DC. Realizzata nel 2008 dal vulcanico autore scozzese Grant Morrison, Crisi Finale vede l’intero Multiverso (ritorno dopo gli eventi di un’altra Crisi, Crisi Infinita del 2005) minacciato dal Male.

Fra richiami filosofici, metafisici e cosmologici assisteremo alla morte dei Nuovi Dei e giungeremo nel cuore del Multiverso per carpirne i segreti. Uno degli eventi più rarefatti ma estremamente ricchi di significati e letture recondite.

Superman: Origini segrete – 20/07/2021

Si tratta della miniserie in 6 numeri con cui Geoff Johns rimette mano alle origini di Superman, dopo gli eventi di Crisi Infinita, coadiuvato ai disegni in maniera magistrale da Gary Frank.

Johns recupera invece molti elementi della Silver Age ancora una volta per un percorso che va da Smallville a Metropolis mostrando la crescita del giovane Clark Kent in Superman. In questo senso viene reintrodotto Superboy, e il tempo passato da Clark nella Legione dei Super-Eroi, mentre lo scrittore si concede più di uno sguardo intimo sullo stato d’animo di Clark mentre apprende di provenire da un altro mondo. Johns fa sua anche l’esperienza televisiva inglobando alcuni elementi della serie TV Smallville mentre reintroduce, con un nuovo piglio, alcuni villain classici come Metallo e Il Parassita. Non sfugge a questo retelling anche la nemesi Lex Luthor qui a metà strada fra l’avido scienziato degli anni ’60 e l’imprenditore arrivista degli anni ’80.

A suggellare questo affresco corale ci pensa un Gary Frank in stato di grazia che, senza pensarci troppo, dona al Superman di Johns le fattezze del compianto Christopher Reeve.

Superman: Origini Segrete è forse il retelling delle origini di Superman più accessibile anche ai neofiti grazie alla presenza di alcuni elementi mutuati da altre iterazioni del personaggio di maggior diffusione come cinema e televisione.

Batman – Dark Nights: Metal – 27/07/2021

Si tratta dell’ultimo evento, in ordine cronologico, che ha coinvolto l’Universo DC scritto da Scott Snyder e illustrato da Greg Capullo. Dark Nights: Metal è un evento esagerato tanto nel concept quanto nell’estetica e nella esecuzione.

Batman sta indagando in segreto su alcuni disturbi nella naturale frequenza vibrazionale della Terra, disturbi legati ad un’altra indagine quella riportata nei diari di Carter Hall ovvero Hawkman che parlano di 5 misteriosi metalli dalle proprietà capaci di aprire un portale verso una dimensione oscura. Quando la Montagna degli Esploratori dell’Ignoto appare improvvisamente al centro di Gotham City, Batman e la Justice League sono costretti ad occorrere sul posto per rispondere all’incredibile emergenza. Al suo interno troveranno Kendra Saunders ovvero Hawkgirl che li metterà al corrente di come oltre a Multiverso così come lo avevano esplorato fino ad oggi esiste anche un altro Multiverso al di sotto di esso in cui tutte le scelte sbagliate prendono forma in vere e proprie realtà perverse: si tratta del Multiverso Oscuro. Al centro di questo multiverso malato regna Barbatos, una bestia che non attende altro che cibarsi del Multiverso. È Batman stesso la chiave per il suo apocalittico avvento.

Marchiato da Barbatos dopo essere stato spedito indietro nel tempo dai Raggi Omega di Darkseid (durante l’evento Crisi Finale),Batman è stato esposto già esposto ai metalli di cui aveva parlato Hawkman e un ultimo disperato tentativo di prevenire questa apocalisse libera invece Barbatos e lo fa precipitare nel Multiverso Oscuro. Inizia così l’invasione guidata dal Batman che Ride, una perfida e spietata versione alternativa di Batman, insieme ai suoi Cavalieri Oscuri ovvero alcune fra le più efferate versioni alternative di Batman fra cui The Red Death (Batman e Flash “fusi” insieme), The Drowned (Bryce Wayne, un Batman donna simile ad Aquaman), The Dawnbreaker (un Bruce Wayne che da teenager ha ottenuto un Anello del Potere), The Murder Machine (un Batman cyborg), The Merciless (un Batman che è il Dio della Guerra) e The Devastator (un Batman che è infetto dai geni di Doomsday).

La liberazione di Batman e la salvezza del Multiverso e delle Terra che sta lentamente ma inesorabilmente scivolando nel Multiverso Oscuro passano da una incredibile rivelazione, perpetrata da Sandman (Daniel Hall). Chi crea e chi decide quali universi fanno parte del Multiverso anziché del Multiverso Oscuro? Il segreto risiede al centro del Multiverso Oscuro ed è collegato alle origini stesse di Barbatos. Il finale sarà drammatico perché gli eroi, per riportare la Terra lontano dal Multiverso Oscuro, dovranno attingere a riserve di energia che neanche loro sapevano esistere in uno sforzo che porterà ad una conseguenza imponderabile: la rottura del Muro della Fonte!

Lanterna Verde/Freccia Verde (Parte 1) – 03/08/2021, Lanterna Verde/Freccia Verde (Parte 2) – 10/08/2021 e Lanterna Verde/Freccia Verde (Parte 3) – 17/08/2021

In tre volumi viene raccolta una delle serie più rappresentative della Bronze Age della DC ovvero la gestione di Lanterna Verde/Freccia Verde firmata da Dennis O’Neill e Neal Adams in cui i temi della narrazione supereroistica tradizionale cede il passo a temi socialmente rilevanti e riflessioni sulla guerra, sulla droga, sul razzismo. Una gestione imprescindibile in cui, fra le altre cose, c’è anche il drammatico esordio di John Stewart come Lanterna Verde e scopriamo la grave dipendenza che affligge Speedy (Roy Harper) ovvero la spalla di Freccia Verde.

Justice League: Rock of Ages – 24/08/2021

Torniamo alla metà degli anni ’90 con Grant Morrison e Howard Porter che realizzano (originariamente nei numeri #10-15 della serie JLA) questo arco narrativo che è forse ad oggi la miglior storia della Justice League mai realizzato. In un imprecisato futuro Darkseid ha finalmente fatto sua l’Equazione dell’Anti-Vita prendendo il controllo della Terra e di Nuova Genesi. Con la popolazione ormai resa schiava dalla continua emissione dell’Equazione via etere, toccherà alla JLA capire cosa e successo e dove sono esattamente finiti! Epico.

Batman: La corte dei gufi – 31/08/2021

Si tratta del primo arco narrativo (numeri #1-6) del Batman era The New 52 firmato da Scott Snyder e Greg Capullo. Batman scopre che a Gotham opera una antica e potente organizzazione segreta nota come la Corte dei Gufi: qual è la sua connessione con la famiglia Wayne e con Batman? Se non avete acquistato la più recente ristampa nella collana DC Best Seller (formato bonellide) non lasciatevi sfuggire l’inizio di una delle gestioni più accessibili e appaganti sul personaggio in assoluto!

Lanterna Verde: Rinascita – 07/09/2021

Si tratta della miniserie di 6 numeri con cui Geoff Johns, coadiuvato alle matite da Ethan Van Sciver, riporta letteralmente in vita Hal Jordan ovvero la più grande delle Lanterne Verdi ma anche la più tragica.

Una miniserie che trasuda epicità e che di fatto da il via ad uno dei cicli narrativi migliori di tutti i tempi della letteratura supereroistica!

Action Comics: Superman e gli uomini d’acciao – 14/09/2021

Si tratta del primo ciclo (numeri #1-6) dell’Action Comics dell’era The New 52 firmato da Grant Morrison e Rags Morales. Sfruttando il rilancio/reboot del 2011, l’autore scozzese rinarra l’esordio di Superman recuperando a piene mani gli assunti che originariamente portarono alla creazione stessa del personaggio!

Un Superman più “socialmente impegnato” e soprattutto in jeans e t-shirt e sicuramente diverso da quello che siamo abituati a leggere!

Crisi d’identità (Parte 1) – 21/09/2021 e Crisi d’identità (Parte 2) – 28/09/2021

Un’altra Crisi dell’Universo DC, ma dai toni decisamente più intimi rispetto a quelle precedenti e firmata nel 2004 da Brad Meltzer e Rags Morales.

La moglie di Elongated Man, Sue Dibny, viene assassinata e la League ovviamente inizia ad investigare alla ricerca del colpevole. Tuttavia man mano che l’investigazione procede emergono dettagli poco chiari su eventi passati che avevano coinvolto i membri stessi della League e il villain Doctor Light. La tensione è palpabile e crescente soprattutto fra gli stessi eroi (memorabile lo scontro fra Hawkman e Green Arrow) ed esploderà in maniera clamorosa coinvolgendo ancora una volta Batman ma non come accaduto in passato nel ruolo di “colpevole” bensì “vittima” e porterà alla implosione della Justice League stessa con ripercussioni in tutto l’Universo DC. Crisi d’Identità è una storia che parte come un semplice murder mystery ed evolve in maniera “adulta” affrontando temi delicati tanto intimi quanto pubblici. Chiaramente si tratta di una storia fortemente character driven la cui portata è però pari a quella delle grandi saghe ricche di villain e azione. Qui infatti il villain è il sospetto, le posizioni e le convinzioni dei singoli personaggi e quello che rappresentano e in qualche modo tradiscono.

Meltzer realizza una delle storie più influenti di sempre dell’Universo DC mettendo al servizio della storia le sue abilità di romanziere. Rags Morales realizza il suo lavoro più completo di sempre con tavole estremamente toccanti, con una regia e uno storytelling sempre teso e vibrante ed una perizia anatomica ed espressiva più volte imitata in altri contesti da molti suoi colleghi.

Justice League: Il cammino del criminale – 05/10/2021

Si tratta del secondo arco narrativo (numeri #6-12) della Justice League (The New 52) di Geoff Johns e Jim Lee.

Batman: La città dei gufi – 12/10/2021

Si tratta del secondo arco narrativo (numeri #6-12) del Batman (The New 52) di Scott Snyder e Greg Capullo.

Action Comics: A prova di proiettile – 19/10/2021

Si tratta del secondo arco narrativo (numeri #6-12) dell’Action Comics (The New 52) di Grant Morrison e Rags Morales.

Wonder Woman: Ossa – 26/10/2021

Si tratta del sesto arco narrativo (numeri ##30-35 + SECRET ORIGINS #6) della Wonder Woman (The New 52) di Brian Azzarello e Cliff Chiang. È davvero singolare, ma non inusuale in queste collane, un salto così drastico fra un arco narrativo e l’altro. L’unica ipotesi plausibile è che l’intero ciclo venga spalmato nella sua interezza nei volumi presenti.

Suicide Squad: The Black Vault – 02/11/2021

Si tratta del primo ciclo (numeri #1-4 più il one-shot Rebirth) della Suicide Squad dell’era Rebirth firmata da Rob Williams (testi) e uno stuolo di disegnatori fra cui Jim Lee, Philip Tan, Jason Fabok e Ivan Reis.

La Suicide Squad viene riattivata da Amanda Waller e spedita in una remota località antartica per recuperare una arma dalla potenza devastante finita in mano ai russi. Un ciclo di storie non memorabile ma ricco d’azione ideale coda dopo l’uscita del nuovo film diretto da James Gunn in uscita da agosto.

Batman: Il lungo Halloween (Parte 1) – 09/11/2021 e Batman: Il lungo halloween (Parte 2) – 16/11/2021

Nel 1996 Jeph Loeb imbastisce, coadiuvato dalle inconfondibili matite chiaroscurali di Tim Sale, una serie di 13 numeri ambientata nei primi anni di attività del Cavaliere Oscuro.

Batman decide di liberare Gotham dalla malavita organizzata capeggiata da Carmine “Il Romano” Falcone e per farlo stringe un patto con James Gordon e il procuratore distrettuale Harvey Dent, trovando anche una insospettabile alleata in Catwoman (che aveva esordito, rivisitata da Frank Miller, sempre in Anno Uno). Quello con cui il trio non ha però fatto i conti è la comparsa a Gotham di un misterioso assassino che uccide solo durante le festività e per questo velocemente soprannominato Holiday.

Questo killer prende di mira sia membri delle famiglie mafiose che pedine fondamentali per i “buoni” finendo per seminare discordia e sfiducia non solo fra i Falcone e i Maroni, con il boss Sal pronto a cantare in tribunale, ma anche fra Batman e Harvey Dent. Un incredibile gioco di scatole cinesi in cui a farne le spese è proprio Dent, sfigurato con l’acido in un aula di tribunale, e che alla fine ha forse più di una colpae. Un giallo di fatto senza risoluzione che risulta essere per assurdo una sconfitta per Batman: Gotham ha perso il volto pubblico della lotta al crimine, qualcosa che lui non potrà mai essere o colmare. Fortemente influenzato da Il Padrino, Il Lungo Halloween sfuma verso il noir più intricato, l’hard boiled di Frank Miller diventa sin da subito lo standard per le storie più mature e complesse del Cavaliere Oscuro in cui risulta vivo tanto l’affresco della malavita quanto quello della tragedia che colpisce irrimediabilmente Harvey Dent.

Justice League: Il trono di Atlantide – 23/11/2021

Si tratta del terzo narrativo della Justice League (The New 52) di Geoff Johns e Jim Lee che incontra l’Aquaman (The New 52) sempre scritto da Geoff Johns ed illustrato da Ivan Reis.

La trama di questo volume è di fatto la fonte di ispirazione per il film con protagonista Jason Momoa: la terraferma e Atlantide vengono spinte al conflitto dal malvagio Ocean Master ovvero Orm il fratellastro del riluttante erede al trono Orin/Arthur Curry che dovrà scegliere se appoggiare il suo popolo o i suoi alleati terrestri. Un’altra storia epica e ricca di pathos firmata da Johns!

Tecnicamente il volume originale conterrebbe i seguenti numeri Justice League #13-17 e Aquaman #15-16, probabile però che questa versione contenga solo gli episodi della Justice League. L’arco narrativo rimane comunque leggibilissimo anche senza quei due episodi.

Batman: Morte della famiglia – 30/11/2021

Si tratta del terzo arco narrativo (numeri #13-17) del Batman (The New 52) di Scott Snyder e Greg Capullo.

Action Comics: alla fine dei giorni – 07/12/2021

Si tratta del terzo ed ultimo arco narrativo (numeri #13-18) dell’Action Comics (The New 52) di Grant Morrison e Rags Morales.

Lanterna Verde: Nessuna paura – 14/12/2021

Si tratta del primo arco narrativo (numeri #1-6) del Lanterna Verde di Geoff Johns dopo la miniserie Rinascita con alle matite Carlos Pacheco.

Dopo essere tornato in vita, Hal Jordan ritorna, non senza difficoltà, al suo ruolo di pilota collaudatore. Ma il suo ritorno ovviamente coincide anche con il ritorno di alcuni suoi vecchi nemici come i terribili Manhunter, androidi cacciatori di uomini. Mancava da un po’ questo ciclo che non era mai stato ristampato in volume in Italia fatta eccezione per gli Omnibus realizzati da Planeta DeAgostini/RW Lion.

Batman: Io sono Gotham – 21/12/2021

Si tratta del primo arco narrativo (numeri #1-6 più il one-shot Rebirth) del Batman (Rebirth) firmato da Tom King (testi) e David Finch (disegni). L’inizio di una delle gestioni più controverse e chiacchierate di sempre sul personaggio coincide con l’arrivo a Gotham di due nuovi metaumani.

Chi sono? e perché stanno cercando di attirare l’attenzione del Cavaliere Oscuro?

Wonder Woman: Ferro – 28/12/2021

Si tratta del terzo arco narrativo (numeri #0, #13-17) della Wonder Woman (The New 52) di Brian Azzarello e Cliff Chiang.

Superman: Identità segreta – 04/01/2022

Si tratta dell’elseworld firmato da Kurt Busiek e Stuart Immonen.

L’unica colpa di Clark Kent è quella di chiamarsi come il più grande eroe dei fumetti in una piccola cittadina del Kansas in un mondo dove i supereroi non esistono… o forse sì? Cosa succederebbe se scoprissimo di avere superpoteri? il grande Kurt Busiek risponde ad una delle domande più frequenti che i lettori di fumetti sui supereroi si sono posti almeno una volta nella vita in maniera non scontata e delicata.

Superman: Red Son – 11/01/2022

Ancora un elseworld, forse quello più famoso con protagonista Superman scritto da Mark Millar e disegnato da Dave Johnson e Kilian Plunkett.

Cosa sarebbe successo se il razzo che trasportava il piccolo Kal-El fosse precipitato in Ucraina anziché in Kansas? Superman diviene così il campione dell’ideologia socialista scoprendone però piano piano e inevitabilmente i suoi limiti e le sue storture in una storia che abbraccia nel finale tutta la sua spinta fantascientifica.

Justice League: Trinity War – 18/01/2022

Si tratta del quarto narrativo della Justice League (The New 52) di Geoff Johns qui coadiuvato alle matite da Ivan Reis. Si tratta in realtà di un mini crossover con altre due serie ovvero Justice League Dark scritta da Ray Fawkes e Jeff Lemire con matite di Mikel Janin e con Justice League of America scritta sempre da Johns con matite di Dough Manhke.

Le tre squadre collidono cercando di carpire i segreti della misteriosa Pandora! Con tutta probabilità il volume conterrà JUSTICE LEAGUE #22-23, JUSTICE LEAGUE DARK #22-23, JUSTICE LEAGUE OF AMERICA #6-7.

Batman: Anno Zero – (Parte 1): Città Segreta – 25/01/2022

Si tratta del quarto arco narrativo (numeri #21-24) del Batman (The New 52) di Scott Snyder e Greg Capullo. Nello specifico è l’arco narrativo che rinarra l’esordio di Batman a Gotham City e che tecnicamente si colloca prima degli avvenimenti del capolavoro Anno Uno di Frank Miller.

Suicide Squad: Going Sane – 01/02/2022

Si tratta del secondo arco narrativo (numeri #5-8) della Suicide Squad dell’era Rebirth firmata da Rob Williams (testi) e uno stuolo di disegnatori fra cui Jim Lee, Stephen Bryne, Carlos D’Anda, Christian Ward e Giuseppe Camuncoli.

La Suicide Squad scopre cosa c’è all’interno del Black Vault, una sorpresa decisamente poco gradita e decisamente letale!

Lanterna Verde: la Vendetta delle Lanterne Verdi – 08/02/2022

Si tratta del secondo arco narrativo (numeri #7-13) del Lanterna Verde di Geoff Johns dopo la miniserie Rinascita con alle matite Carlos Pacheco. Hal Jordan affronta, insieme a Freccia Verde, un altro suo storico nemico: Mongul!

Wonder Woman: Guerra – 15/02/2022

Si tratta del quarto arco narrativo (numeri #18-23) della Wonder Woman (The New 52) di Brian Azzarello e Cliff Chiang.

Justice League: Eroi per sempre – 22/02/2022

Si tratta del settimo arco narrativo (numeri #24-29) della Justice League (The New 52) di Geoff Johns qui coadiuvato alle matite da Ivan Reis Dough Manhke. Questo arco narrativo è collegato all’evento Forever Evil e vede il ritorno del Sindacato del Crimine d’America ovvero la controparte malvagia della Justice League proveniente da una Terra Parallela.

Di fatto fra il precedente volume e questo mancano due volumi ovvero The Grid e il già citato Forever Evil.

Batman: Anno zero – (Parte 2): Città oscura – 01/03/2022

Si tratta del quarto arco narrativo (numeri #25-33) del Batman (The New 52) di Scott Snyder e Greg Capullo. Nello specifico è la seconda parte dell’arco narrativo che rinarra l’esordio di Batman a Gotham City e che tecnicamente si colloca prima degli avvenimenti del capolavoro Anno Uno di Frank Miller.

Lanterna Verde – Ricercato: Hal Jordan – 08/03/2022

Si tratta del terzo arco narrativo (numeri #14-20) del Lanterna Verde di Geoff Johns dopo la miniserie Rinascita con alle matite Ivan Reis. A causa delle azioni compiute come Parallax, Hal Jordan ha sulla sua testa una taglia che un gruppo di cacciatori di taglie intergalattico è deciso a riscuotere.

Wonder Woman: Carne – 15/03/2022

Si tratta del quinto arco narrativo (numeri #24-29, #23.2) della Wonder Woman (The New 52) di Brian Azzarello e Cliff Chiang.

Flash: il Flash dei due mondi – 22/03/2022

A chiudere la collana è chiamato un’altra storia fondamentale per comprendere l’Universo DC. The Flash Vol. 1 #123 – “The Flash of Two Worlds” non è soltanto uno degli albi fondamentali della storia editoriale del personaggio ma anche di tutta la DC e in generale di tutta la letteratura supereroistica che ne rimarrà profondamente influenzata direttamente o indirettamente.

Dopo aver introdotto Barry Allen, il nuovo Flash, nel 1956, DC decide nuovamente di rivoluzionare il panorama del suo universo narrativo con l’incontro proprio fra Barry Allen e la sua controparte della Golden Age ovvero Jay Garrick in “The Flash of Two Worlds”.

La storia dei due personaggi, già profondamente collegata (come visto poco sopra), diviene con questa storia indissolubile. Barry Allen vibra ad una frequenza insolita e si ritrova catapultato in una città che subito riconosce essere Keystone City, la città dove si svolgevano le avventure del suo eroe dei fumetti preferito: Flash ossia Jay Garrick. Con sua estrema sorpresa, Barry si ritroverà faccia a faccia con Jay pronto a ritornare ad indossare i panni di Flash per sventare un piano imbastito da The Fiddler, The Shade e The Thinker, tre dei suoi nemici classici.

I due Flash decideranno di unire le forze e catturare i tre criminali resistendo in maniera insolita e spettacolare, come tradizione delle loro avventure, all’ultimo assalto di The Fiddler. Dopo aver stabilito di abitare di fatto due Terre Parallele, i due Flash si salutano con Jay Garrick deciso a riprendere definitivamente il suo ruolo. Pur non essendo esplicato completamente in tutte le sue ramificazioni nell’albo, l’idea che diversi eroi abitino diverse Terre parallele costituirà l’ossatura narrativa dell’Universo DC, vedasi gli annuali incontri fra Justice League of America e Justice Society of America nelle così dette Crisi sulle Terre Multiple, aprendo inoltre la strada al concetto di ereditarietà del manto in seno ai personaggi stessi.

Si tratta di un approccio rivoluzionario, ancora oggi fondamentale per la DC, e imitato da tutti o quasi gli universi narrativi da oriente a occidente.

In attesa di fare vostri i volumi della nuova collana, acquistate Superman – Su nel Cielo di Tom King e Adam Kubert su Amazon!

Acquista il volume Superman – Su nel Cielo di Tom King e Adam Kubert!